NAVIGA IL SITO

Azionario, il trend positivo continuerà?

di Redazione Lapenna del Web 6 dic 2022 ore 10:11 Le news sul tuo Smartphone

funzioni-mercati-finanziariGeir Lode - Head of Global Equities di Federated Hermes - ha analizzato il recente andamento del mercato azionario: "Le cose stanno migliorando? I listini segnalano motivi di ottimismo, anche se il rallentamento economico è solo all'inizio".

Secondo l'esperto, i mercati azionari globali continuano a migliorare, con gli Stati Uniti che hanno registrato il segno più per la prima volta in due mesi consecutivi dal 2021. "La maggior parte degli indici statunitensi ha registrato una tendenza al rialzo nel corso del mese, ma l’intervento di Powell, che ha indicato un rallentamento del ritmo dei rialzi dei tassi di interesse, ha spinto i mercati a un forte balzo in avanti proprio nell'ultimo giorno di novembre", ha evidenziato Geir Lode. L'esperto ha aggiunto che anche i mercati europei sono saliti ai massimi da tre mesi, dopo che i dati sull'inflazione si sono rivelati inferiori alle attese, cioè intorno al 10%.

"A prima vista, dunque, sembra che le cose stiano effettivamente migliorando," spega Lode. "Tuttavia, sebbene i rialzi dei tassi di interesse sembrino aver raggiunto l'obiettivo di contenere l'inflazione, temiamo che l'aumento dei costi di finanziamento e la compressione del costo della vita nelle principali economie possano portare a recessioni su base regionale nel corso dell’anno prossimo". Questo fenomeno, secondo Lode, limiterà la crescita degli utili societari, frenando potenzialmente ulteriori guadagni sui mercati azionari ed eliminando ogni possibilità di un rapido "rimbalzo" che molti speravano dopo le difficoltà del 2022.

In conclusione, sebbene i mercati appaiano più forti, Lode ritiene che le sfide da affrontare siano ancora tante e quindi sarà importante mantenere un portafoglio diversificato e un’attenta gestione dell’esposiizione al rischio.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: mercato azionario