NAVIGA IL SITO
Home » Analisi di Scenario » 9 anni dopo i minimi: cosa spiega i rialzi?

9 anni dopo i minimi: cosa spiega i rialzi?

In questi 9 anni il Pil USA in termini nominali, e quindi incluso il rialzo dei prezzi al consumo, è cresciuto del 25-30%, mentre la Borsa di New York è crescita del 225%

di Valter Buffo 13 mar 2018 ore 08:53

Commento giornaliero di www.recce-d.com

 


Per l’intera settimana, Recce’d "celebrerà" con i suoi interventi su SoldiOnline.it i nove anni trascorsi dai minimi dell’indice S&P500, fatti segnare il 9 marzo 2009 a 666 punti. Abbiamo scritto ieri mattina: la ricchezza finanziaria si tradurrà in vera ricchezza, ricchezza da spendere, soltanto se corrisponde a un miglioramento della sottostante economia reale. Se manca questo miglioramento, così come è venuta la ricchezza di carta è destinata a sparire (molto più rapidamente).

 

borsa-di-new-yorkOggi, utilizzando un grafico di Goldman Sachs, diamo un contenuto quantitativo alla nostra affermazione: il primo dei due grafici in basso vi racconta che, negli ultimi “fantastici” nove anni il prodotto nazionale USA in termini nominali, e quindi incluso il rialzo dei prezzi al consumo, è cresciuto del 25-30%, mentre la Borsa di New York nel medesimo periodo è crescita del 225%. Lasciamo ai nostri lettori di esaminare nel dettaglio gli altri dati (che sono interessantissimi)  e vi proponiamo invece di leggere un brano da un commento di Josh Harnett (Merrill Lynch) su quale sia oggi il fattore che potrebbe portare alla fine di questo “sogno lungo 9 anni”.

 

But the biggest concern, at this point, is the shift from "QE to protectionism" according to BofA: the possibility of a global trade war in light of recent tariffs announced by the Trump administration are also cause for concern.  “Obviously anything trade talk, political event risk, certainly could create problems but right now there is certainly a valid concern out there that ripping up NAFTA would create a whole litany of uncertainties,” said Ablin. According to Hartnett adds, "as QE ends, protectionism begins; War on Inequality to be fought via Protectionism, Keynesianism, Redistribution; monetary & fiscal policy now spent leaving markets to discount Protectionism & global tariffs."

 

rendimenti-da-gennaio-2009

Fonte: GS

 

rendimenti-dei-maggiori-asset-da-marzo-2009

Fonte: JPM

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 13 marzo 2018, abbiamo trattato i seguenti temi:

  1. Il dato USA per l’occupazione ed i salari ha avuto un impatto forte sulla Borsa Usa ma solo per una seduta
  2. Dollaro sempre fermo a 1,2300 contro euro
  3. Le tariffe introdotte da Trump quasi ogni giorno provocano reazioni in Europa e in Cina
  4. SEZIONE L'OPERATIVITA' - questa settimana sul piano operativo ci occupiamo degli utili aziendali
  5. SEZIONE L'ANALISI - il tema della nostra Analisi sarà la crescita delle economie reali

 

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà
Tutti gli articoli su: recced
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Come aprire la partita Iva

Come aprire la partita Iva

Chi vuole mettersi in proprio deve aprire la partita Iva. Sia che voglia lavorare da solo, sia che voglia aprire una società. Lo può fare con l'Agenzia delle Entrate. Continua »

da

ABCRisparmio

La cedolare secca spiegata in tre minuti

La cedolare secca spiegata in tre minuti

In questa guida vediamo cos'è e come funziona la cedolare secca sui contratti di locazione, le sue aliquote, le novità introdotte per il 2018 e il cosiddetto decreto Airbnb Continua »