NAVIGA IL SITO

2018: anno della volatilità?

Esaminiamo i temi forti del 2018, mettendo in evidenza il tema della volatilità dei mercati finanziari

di Valter Buffo 15 dic 2017 ore 08:47

Commento giornaliero di www.recce-d.com

 

In una serie di Post nel nostro Blog, abbiamo anticipato alcuni dei temi forti del 2018 (e la serie continuerà): come spiegato più volte, Recce’d NON fa né ha mai fatto previsioni sui rendimenti dei prossimi 12 mesi, a differenza delle grandi banche di investimento, perché a noi sembra un esercizio di marketing che serve a nulla. Nessuno sa oggi quali saranno i fattori più forti, attivi nel 2018 nell’influenzare l’andamento dei mercati finanziari. Ci sembra allora più utile anticipare ai lettori che cosa dominerà, nelle sale operative e sui media, come tema di investimento: che è appunto ciò che abbiamo iniziato a fare nel Blog, ed è anche quello che oggi facciamo nel contributo a SldiOnline.it, dove mettiamo in evidenza un elemento che ha avuto nel 2017 una drammatica rilevanza, e che la stessa rilevanza potrebbe avere poi nel 2018, ma per la ragione diametralmente opposta. Non siamo in grado di spiegare, ai lettori, per quali ragioni nel 2017 la volatilità dei mercati finanziari è crollata ai minimi di ogni epoca: può darsi che le spiegazioni sia tutte interne al mercato, ma è anche possibile che dall’esterno dei mercati qualche “manona” abbia voluto trasformare questo 2017 in un “anno da favola”. Le favole, però, finiscono: e questa finirà nel 2018, come è facile prevedere. Nei due grafici sotto vi mostriamo che la volatilità REALIZZATA dall’indice S&P 500 nel 2017 ha toccato i minimi assoluti dagli Anni Sessanta, e poi che anche la volatilità ATTESA del medesimo indice, che è poi l’indice VIX, ha fatto segnare nuovi minimi assoluti per il medesimo periodo.

 

indice-s-p-500-2017

Fonte: BBG

 

indice-vix-minimi-assoluti

Fonte: Standard and Poor’s

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 15 dicembre 2017, abbiamo trattato i seguenti temi:

  1.     La BCE ha rivisto al rialzo sia le stime ufficiali per la crescita, sia quelle per il tasso di inflazione dell’area euro. Ma perché allora non alza i tassi di interesse? Aspettatevi fortissime polemiche già ad inizio 2018
  2.     Il dato di ieri per le vendite al dettaglio ci porta a rivedere al rialzo il tasso di crescita dell’economia USA nel quarto trimestre 2017 (quello in corso)
  3.     L’indice di Shanghai chiude la settimana in calo e sotto 3300 punti, dopo le nuove mosse della Banca Centrale di Cina
  4.     SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana sul piano operativo ci occupiamo di gestione di portafoglio quando i mercati finanziari sono in una fase RISK ON – RISK OFF
  5.     SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà l’inflazione, nella settimana nella quale tutte le grandi economie pubblicano i dati aggiornati

 

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Tutte le ultime su: recced , previsioni 2018
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.