NAVIGA IL SITO

2017: il crollo del dollaro

Il cambio del dollaro sta attraversando il suo anno peggiore dal 2009. Fatto che smentisce in modo clamoroso tutti quelli che portavano in giro per il mondo la bandiera del dollaro forte

di Valter Buffo 27 nov 2017 ore 08:59

Commento giornaliero di www.recce-d.com

 

Il primo grafico qui sotto ci mostra una cosa che è sfuggita a molti commentatori: ai livelli di oggi, il cambio del dollaro sta attraversando il suo anno peggiore dal 2009. Fatto che smentisce in modo clamoroso tutti quelli che, solo pochi mesi fa, portavano in giro per il mondo la bandiera del dollaro forte, ed anche oggi crea rossi problemi a tutti quelli che insistono sul 3% di crescita dell’economia americana.

 

dollaro-usaQualcosa, è evidente, NON funziona come dovrebbe: da un lato, le fanfare della Amministrazione USA e il coro delle anche di investimento ripetono, in modo insistente, che la crescita sta accelerando e che negli ultimi due trimestri il PIL è cresciuto ad un ritmo annualizzato del 3%. Dal lato opposto, la valuta americana si indebolisce come mai è successo dal 2009, nonostante una crescente probabilità di nuovi rialzi dei tassi ufficiali di interesse nel 2018 (dopo quello, ormai certo, del mese di dicembre).

 

Il contrasto è evidente, ed è ancora più evidente se teniamo conto che la curva dei rendimenti continua ad appiattirsi: ovvero, che la differenza tra i rendimenti dei Titoli di Stato a lungo termine ed i Titoli di Stato a breve termine continua a diminuire (come vedete nel secondo grafico qui sotto) e come noi vi abbiamo già evidenziato questo è da sempre un segnale che anticipa un rallentamento della crescita dell’economia reale.

 

Vi riportiamo all’attenzione questo tema, perché sarà al centro sia dell’Audizione di Powell domani, sia della Audizione di Yellen dopodomani al Congresso. E poi, proprio in questa chiave verrà analizzato il dato per il GDP di mercoledì.

 

cambio-del-dollaro

Fonte: ZH

 

titoli-di-stato-a-breve-termine

Fonte: ZH

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 27 novembre 2017, abbiamo trattato i seguenti temi:

  1.     Molto nervosismo stamattina sulle Borse asiatiche, con la Cina in netto calo
  2.     ll dollaro apre la settimana debole a 1,1950 contro euro
  3.     Petrolio che invece resta forte e si avvicina a 59$ in Asia stamattina
  4.     SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana sul piano operativo ci occupiamo di sdare un primo sguardo al 2018
  5.     SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà l’economia USA nella settimana delle Audizioni di Powell e Yellen

 

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Tutte le ultime su: recced , dollaro
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Dimissioni per giusta causa: quando sono possibili e come si danno

Le dimissioni per giusta causa consentono al lavoratore di risolvere immediatamente il rapporto di lavoro. Se ricorre giusta causa, il lavoratore può licenziarsi senza preavviso al datore di lavoro.

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »