NAVIGA IL SITO

Le 15 azioni Usa che sono andate oltre il 500%

Dal minimo toccato nel marzo del 2009 ad oggi, l' S&P 500 ha guadagnato il 236%. Ma ci sono aziende cha hanno fatto ancora meglio. Le ha selezionate Mattew Frankel di The Motley Fool. E secondo lui potrebbero crescere ancora.

di Marco Delugan 11 set 2017 ore 11:36

Otto anni e mezzo di crescita pressoché continua, con lo S&P 500 che ha fatto registrare un incremento del 236% dal minimo del 2009 a oggi. Sono 102 mesi di bull market, che tra meno di un anno potrebbero diventare la serie storica più lunga dalla fine della seconda guerra mondiale.

Ma se lo S&P 500 si è più che triplicato, ci sono azioni che nello stesso periodo di tempo hanno fatto ancora meglio. Ne ha scritto Mattew Frankel su The Motley Fool il 3 settembre scorso.

Frankel ha selezionato le aziende che dal minimo raggiunto nel marzo del 2009 sono cresciute più del 500%. Sono 15, e tra i settori più rappresentati ci sono quello tecnologico (Amazon.com e Apple), quello finanziario (Bank of America, Visa, American Express) e dei beni di consumo non di prima necessità come il gioco d’azzardo (Wynn e Las Vegas Sands) e abbigliamento di lusso (Under Armour).

Oltre a considerare il valore del titolo azionario, ha elaborato anche il total return, e cioè quanto un investitore avrebbe guadagnato da quel titolo se avesse reinvestito i dividendi distribuiti dall’azienda nel titolo stesso.

Nella tabella che segue (tratta da The Motley Fool), trovate le 15 aziende selezionate da Frankel.

Company

Gain Since March 2009 Low

Total Return (Including Reinvested Dividends)

Las Vegas Sands

4.160%

5.470%

Sirius XM

3.730%

3.830%

Netflix

3.010%

3.010%

Amazon.com

1.510%

1.510%

Baidu.com

1.350%

1.350%

Apple

1.280%

1.430%

Starbucks

1.220%

1.430%

Under Armour

946%

946%

MasterCard

841%

879%

Wynn Resorts

791%

1.250%

Visa

735%

789%

Lennar

719%

764%

American Express

708%

832%

Cummins

707%

862%

Bank of America

539%

581%

S&P 500

263%

335%



Nella colonna di sinistra trovate l’azienda, in quella centrale la crescita del valore dei titolo, nella terza il guadagno totale (total return) che un investitore avrebbe ottenuto se oltre ad acquistare il titolo in corrispondenza del minimo dello S&P 500 del 2009 avesse anche reinvestito i dividendi distribuiti nel titolo stesso. E come potete vedere, in alcuni casi è stato davvero vantaggioso.

LEGGI ANCHE: Come investire sui dividendi azionari

Ma dopo tutta questa crescita, ci sono ancora margini su cui puntare? Secondo Frankel sì. Soprattutto se davvero l’amministrazione Usa ridurrà le tasse e la regolamentazione sulle imprese. E se i salari dovessero tornare a crescere in maniera significativa.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

Scadenze fiscali settembre 2019 per le pesone fisiche

Scadenze fiscali settembre 2019 per le pesone fisiche

Vediamo quali sono le principali scadenze fiscali per il mese di settembre 2019. Tratteremo in particolare quelle che riguardano le persone fisiche. Continua »