NAVIGA IL SITO
Home » Strumenti » Andamento tassi e prezzo obbligazioni

Prezzo obbligazioni e tasso di interesse di mercato

Il prezzo delle obbligazioni è legato all’andamento dei tassi di interesse. E, più precisamente, al crescere dei tassi si assisterà a una diminuzione del prezzo delle obbligazioni, e viceversa.

Perché? Ecco un esempio per chiarire le cose

Ipotizziamo di acquistare oggi una obbligazione, di valore nominale pari a 100, e di pagarla 100. Ipotizziamo che, ogni anno, questa obbligazione ci renda il 3%, e che questo sia il tasso di interesse di mercato per la stessa scadenza dell’obbligazione. Che, quindi, l’obbligazione ci renda ogni anno, per quella data scadenza, lo stesso che renderebbe il mercato. Tutto pari, quindi.

Ora, mettiamo che il tasso di mercato salga al 4%, magari per una decisione della Banca Centrale. L’obbligazione che abbiamo acquistato, invece, continuerà a rendere il 3%, perché così era stato stabilito quando il prestito è stato emesso, meno di quanto potremmo ottenere, ad esempio, con un deposito a termine. Così, a questo punto, se volessimo vendere la nostra obbligazione, riusciremmo a venderla solo ad un prezzo più basso. Il ragionamento va ribaltato nel caso i tassi scendano: in quel caso potremmo vendere la nostra obbligazione a un prezzo maggiore rispetto a quello a cui l’abbiamo acquistata.

Ma quanto più basso, o quanto più alto? Lo strumento di calcolo che trovate a questo link permette di calcolare il nuovo prezzo, la perdita o il guadagno di valore rispetto al prezzo di acquisto, in valore assoluto e in termini percentuali.

Nelle caselle gialle dovete inserire:

1) Il tasso iniziale di mercato: e cioè il tasso corrispondente alla durata finanziaria del titolo oggetto di esame. Tale tasso si trova sommando al tasso Euribor, per le scadenze inferiori all’anno, o Eurirs, per le scadenze superiori all’anno, fattori di rischio specifici dell’emittente.

2) Il tasso di interesse lordo: il tasso di interesse annuo promesso dall’obbligazione.

3) La frequenza delle cedole: che possono essere annuali o semestrali.

4) Anni a scadenza: tra quanti anni scadrà – vi verrà ripagata – l’obbligazione che avete acquistato.

5) La variazione del tasso di interesse di mercato.


Nella cella azzurra troverete il valore al tempo zero, relativa cioè al momento in cui i dati che avete inserito risultano validi. Nelle celle verdi trovate la variazione di valore dell’obbligazione, in termini assoluti e percentuali, corrispondente alla variazione dei tassi di mercato.


Si ringrazia per la collaborazione Lucio Sgarabotto (www.lsadvisor.it)


Calcola l' Andamento tassi e prezzo obbligazioni scaricando il file in Excel

da

Soldi e Lavoro

Classifica Cgia, estetisti e parrucchieri non conosco la crisi

Classifica Cgia, estetisti e parrucchieri non conosco la crisi

Estetisti, parrucchieri, colf, badanti, camerieri, magazzinieri, pony express, etc., sono i lavori che in questi ultimi anni non hanno conosciuto la crisi Continua »

da

ABC Risparmio

Surroga del mutuo, sì o no?

Surroga del mutuo, sì o no?

Tassi di interesse minimi e mercato in ripresa possono indurre a voler cambiare il mutuo per la casa attraverso lo strumento della surroga. Scopriamo quando questo è conveniente Continua »