NAVIGA IL SITO
Home » quotazioni » Azioni

ENEL

  • Variazione: -2,74%
  • Prezzo: 3,546
  • Ultimo dato: 05/02

  • Apertura:3,614
  • Minimo - Massimo 3,510 - 3,634
  • Chiusura precedente:3,646
  • Volumi:58.006.112,00
  • Denaro:3,504 x 20.000,000
  • Lettera:3,614 x 4.000,000

Commenta
431
Commenti dal 402 al 431
(431)

Lukino Risparmiatore lunedì, 3 marzo 2014

Vendute

Stamattina le ho vendute a 3,656euro, le avevo comprate un mese fa a 3,47.Ci ho fatto 350 euro,mi accontento. Vediamo quanto durerà questa bufera sull'Ucraina....poi decideremo se rientrare e a quale prezzo. Saluti.

n° 431
sims.ax venerdì, 9 marzo 2012

le agenzia

Non ho mai visto una previsione delle banche d'affari che ci azzecca!
Chiaro che se io penso che le Enel valcono e voglio comprarle direi a tutti di venderle e poi le comprerei a buon prezzo , se le volessi vendere spingerei tutti a comprare . A volte capita conti buoni titolo in picchiata conti pessimi titolo in salita . . .contro ogni logica !

n° 430
Lukino Risparmiatore giovedì, 8 marzo 2012

stessa storia

come per egpw una volta usciti i conti, sono scattate le vendite....come se fosse tutto organizzato....è una truffa legalizzata!

n° 429
Jolly giovedì, 8 marzo 2012

R: stessa storia

Lukino, non "..come se fosse tutto organizzato..." qui hanno giocato sporco i "pescecani" per togliere di mezzo i piccoli trader che avevano lo stop intorno ai 2,9. In un colpo li hanno spazzati tutti, Io comunque stamattina ho provato un'acquisto, se domani va come dico io, ok, altrimenti ho piazzato lo stop che mi fa uscire con poco danno, (sempre che non faccia un'apertura di mer.. come quella di oggi!). Comunque è un'ulteriore dimostrazione che con la borsa attuale è meglio puntare sul breve pittosto che sul lungo, per poi rimanere bloccati se il titolo prende la strada opposta. Ciao

sims.ax giovedì, 8 marzo 2012

R: stessa storia

A me da l'impressione che quando crolla enel migliora il famoso spread con i titoli tedeschi, conclusione lo stato rivende le sue quote enel e compra i suoi titoli bot per tenere basso lo spread e far credere che tutto va bene. Possibile ? Non so se ci son modi per verificarlo , ma crolla sempre a botte grosse e in verticale . Non sono i piccoli a dare scossoni così !

Lukino Risparmiatore giovedì, 8 marzo 2012

R: R: stessa storia

hanno attirato ben bene l'attenzione con tutta quella pubblicità sulle obbligazioni ENEL, poi l'hanno fatta salire fino a 3,30 euro e quando è finito tutto.....hanno iniziato a venderla e ora iniziano anche ad uscire i giudizi sul rating....tutta aria fritta e speculazione...ma intanto i piccoli risparmiatori ci rimettono soldi e non aria....

Jolly giovedì, 8 marzo 2012

R: R: R: stessa storia

Può anche essere che hanno fatto scappare, spaventando tutti i piccoli azionisti, costringendoli a vendere a prezzi molto bassi, poi loro entrano, Enel risale e come d'incanto i rating bbb+ non li guarda più nessuno. domani vedremo...sono solo ipotesi..

Mister X martedì, 16 agosto 2011

Robin Hood Tax

Piazza Affari sbanda in avvio, la Robin Tax stende Enel.

Di Francesca Gerosa

Le Borse europee sono in calo questa mattina, con gli investitori in attesa del meeting di questo pomeriggio tra il presidente francese, Nicolas Sarkozy, e il cancelliere tedesco, Angela Merkel, in cui potrebbero essere discusse le ulteriori misure per contenere la crisi del debito della zona euro.

La manovra di agosto, per ora, non sembra passare la prova dei mercati, mentre sullo sfondo restano alcuni malumori interni alla maggioranza e i dubbi dello stesso Berlusconi, specie sul superprelievo per i redditi più alti, che potrebbe essere in parte rivisto. Lo spread Btp/Bund si attesta a 275 punti base.

Scendono parecchio le utility: Enel (-3,31%), Terna (-9,97%) e Snam (-9,85%). La Robin Hood Tax sulla produzione di energia, prevista dalla manovra sul pareggio al 2013, dovrebbe salire dal 27,5% al 38% per il triennio 2011-2013 sulla trasmissione, distribuzione, generazione di elettricità (compresi eolica e solare). Questa settimana il decreto andrà in Parlamento per il dibattito e gli analisti di Societe Generale si aspettano che sarà approvato la prossima settimana.

Riguarderà società con ricavi per oltre 10 milioni di euro e un reddito tassabile di oltre 1 milione di euro. L'impatto negativo sugli utili per azione di Enel per gli anni 2011, 2012 e 2013 è stimato da Societe Generale nell'ordine del -7%. Nel caso di Enel Green Power del -4%, di Snam Rete Gas del -13%, del -10% per quanto riguarda Terna.

La questione chiave è se la tassa verrà applicata per tre anni o più. Se per tre anni, Societe Generale stima che l'impatto sulla valutazione sarà del -2% per Enel, del -1% per Enel Green Power, del -3% per Snam e del -2% per Terna. Se l'imposta sarà permanente l'impatto, prosegue la banca francese, sarebbe: Enel -7%,% EGP -4, Snam -13%, Terna -10%.

La tassa potrebbe essere cancellata tra tre anni, ma questo dipenderà in gran parte se le finanze pubbliche miglioreranno entro il 2013. Di conseguenza, "ci aspettiamo che il mercato si posizioni a metà strada tra questi due estremi", afferma Societe Generale. "Il 15 giugno abbiamo aggiornato il peso sul settore delle utility italiane da underweight a neutral. Da allora il settore si è mosso in linea con il mercato globale".

Detto questo, dopo l'annuncio di questo week-end di un aumento delle imposte sulle utilities italiane, "sono sorte molte domande sull'andamento futuro del settore. Un simile trattamento deve essere applicato alle società spagnole e secondo noi molto sembra già scontato. Manteniamo quindi la nostra posizione neutral sul comparto italiano delle utilities", conclude Societe Generale.

Dalla nuova norma anche Intermonte stima un impatto importante sugli utili per azione 2011-2013. Le società più colpite saranno Snam Rete Gas e Terna che vedranno il proprio utile per azione ridursi del 14-15% nel periodo, a seguire Enel Green Power -11%, Hera e Iren con un impatto dell'8-9%, ed Enel del 7%.

"A nostro parere sarà molto più limitato l'impatto sui valori delle società coinvolte che stimiamo inferiori al 3% anche per i titoli maggiormente colpiti. La durata dell'addizionale infatti è triennale e a nostro parere le società regolate potrebbero vedersi riconosciuta una compensazione nel sistema di tariffe regolatorie", precisano gli analisti della sim.

n° 428
Miro mercoledì, 8 giugno 2011

enel

non caposco perche enel scende tanto in questi giorni, quando appena qualche settimana fa era a 4.80, e tutti gli analisti alzano il target??
Chi ne sa di piu???

n° 427
Paul mercoledì, 8 giugno 2011

R: enel

Leggi la notizia di Citigroup. HA pensato bene di alzare il target fino a 4,5 €. Eppoi tutto lo scenario economico non è per niente piacevole. Chissà per quanto tempo durerà. Enel è un titolo che lo si deve guardare a lungo termine.

Big giovedì, 28 aprile 2011

Notizia

Petroceltic International ha annunciato oggi che Enel rileverà il 18,375% dei diritti di sfruttamento di Isarene, un giacimento di gas nel Sud-Est dell'Algeria per un ammontare massimo di 183 milioni di dollari. In base agli accordi il colosso elettrico italiano pagherà subito 36,75 milioni di dollari, pari al 24,5%% dei costi già sostenuti da Petroceltic.

Enel si farà carico inoltre del 49% dei costi di sviluppo del giacimento fino a un tetto di 145 milioni: la quota di Enel quindi potrà ammontare al massimo a 71,05 milioni. La società potrà essere chiamata a pagare un'altra quota, fino a un massimo di 75 milioni di dollari, quando sarà conosciuta l'effettiva capacità dei giacimenti.

L'accordo sulla consistenza dei giacimenti dovrebbe essere sottoscritto agli inizi del 2012. Secondo Enel la consistenza del giacimento è di 1 miliardo e 100 milioni di barili equivalenti. Petroceltic, che manterrà la maggioranza del 56,625%, ha aggiunto che l'operazione valuta potenzialmente il totale delle attività di Isarene 800 milioni-1 miliardo di dollari.

n° 426
Big mercoledì, 13 aprile 2011

Notizia

" Enel ha sovraperformato il settore europeo delle utilities del 17,5% nei 12 mesi trascorsi e del 28,8% negli ultimi due anni ".

" Sebbene tale sovraperformance potrebbe scatenare una tentazione a prendere profitto nel breve termine, in particolare nel periodo di pagamento del dividendo 2010 da parte dei rivali tedeschi E.ON e RWE, gli analisti ribadiscono la loro preferenza per Enel considerandola come la loro top pick fra le large cap europee ".

"Il titolo gode ancora della migliore combinazione di multipli economici, di profitti solidi, di un basso rischio e di un flusso di notizie interessanti dal settore", spiega JP Morgan. La somma delle parti per il 2011 è stata aggiornata e il target price è stato alzato da 5 a 5,5 euro (rating overweight confermato) ".

" Negli ultimi 12 mesi la stima del P/E 2011 si è leggermente spostata da 9,3 volte a 9,6 volte e così il titolo tratta in Borsa uno sconto del 25% rispetto alla media delle utilities europee. "Uno sconto di tale dimensione è ingiustificato sulla base dei progressi compiuti dalla società nella ristrutturazione del proprio bilancio, degli elevati obiettivi di breve e medio termine e dei miglioramenti osservati nella normativa spagnola senza deterioramento in Italia".

" A seguito dei buoni risultati nel 2010 e dell'incrementata visibilità normativa, la banca d'investimento ha alzato le proprie stime sull'Ebitda di Enel rispettivamente dell'1% e del 3% da 17.292 a 17.480 milioni di euro per il 2011 e da 17.739 a 18.309 per il 2012; stime che si posizionano adesso sopra il consensus di Bloomberg ".

" Nei prossimi 4 mesi il titolo dovrebbe inoltre beneficiare della materializzazione di alcuni catalizzatori positivi, soprattutto a seguito dell'annuncio dei nuovi obiettivi di riduzione dei costi con i risultati del primo semestre 2011, obiettivi che potrebbero portare ad alzare ancora del 4-6% le stime di Eps per il 2015 ".

" Ci aspettiamo che Enel paghi il 34% della sua attuale capitalizzazione di mercato (43,2 miliardi di euro, ndr) in dividendi nei prossimi 5 anni e che riduca a 1,8 il rapporto debito netto/Ebitda nel periodo, conclude JP Morgan. A parere della banca questo dimostra la forza del gruppo nella generazione di free cash flow, che continuano a vedere come il principale fattore di differenziazione del gruppo rispetto ai competitor ".

n° 425
hablantes mercoledì, 30 marzo 2011

poco bene

E' un titolo abbastanza sicuro ed e' vero che dormi tranquillo ma la devi vedere a lungo termine...sale e scende lentamente.Trading difficile meglio optare su Eni,Saipem,Tenaris danno piu' soddisfazione.

n° 424
Dracula mercoledì, 30 marzo 2011

R: poco bene

Condivido pienamente anche per questi titoli.
Ciao

Flavio lunedì, 11 aprile 2011

R: R: poco bene

Io non credo che il titolo Saipem (ne tanto meno Tenaris) abbia più margine di crescita di Enel visto che è già ai massimi... Enel invece potrebbe tornare anche a 5 euro (+10% ancora) in tempi piuttosto brevi.

hablantes lunedì, 11 aprile 2011

R: R: R: poco bene

Infatti nessuno parlava di crescita...ma di trading!Acquistare sulle debolezze su una sicura veloce risalita.

anonimo mercoledì, 30 marzo 2011

meno male...

mi devo ricredere su questo titolo schifato da tutti, se seguito con giusta cognizione può dare delle piccole soddisfazioni sapendo che il titolo è difensivo e si può dormire abbastanza tranquilli, da 4,05 euro è andato a 4,45 euro in circa una settimana quindi un bel 10% e poi c'è da aspettare anche il resto del dividendo, inoltre sono arrivati giudizi positivi che sottolineano la buona qualità del titolo. Tutte note positive. sono soddisfatto

n° 423
Aldo venerdì, 1 aprile 2011

R: meno male...

Vallo a chiedere a chi è entrato nel 1999 o in seguito se è soddisfatto.
saluti

rupa giovedì, 28 aprile 2011

R: R: meno male...

sono pienamente d'accordo, io sono fra quelle persone che lo hanno acquistato nel 1999 .. sono sempre lì, ridotti alla metà.

Dracula venerdì, 1 aprile 2011

R: R: meno male...

Posso darti ragione per coloro che sono rimasti al palo durante il periodo di crisi perchè se avessero venduto anche in moderata perdita, quando il titolo scendeva, per poi ricomprare a prezzi più vantaggiosi o, in alternativa, mediando la perdita in corso (la quotazione più bassa è stata circa € 2,9) ora avrebbero festeggiato alla grande. Enel, come Eni, non scende e non sale più di tanto. Io ce l'ho sempre in portafoglio perchè il guadagno è sempre sicuro.

Dracula mercoledì, 30 marzo 2011

R: meno male...

Quando te lo dicevo non mi credevi. Meglio tardi che mai. Lo consiglio soprattutto ai piccoli ed inesperti investitori che vogliono dormire sonni tranquilli, anche con dei piani d'accumulo. In aggiunta anche ENI. Sono titoli che vanno piano piano. Ti fanno stare sempre tranquillo e ci ricavi sempre dei buoni guadagni, in qualsiasi momento, facendo anche un trading non per niente aggressivo. Sono società che macinano tantissimi soldi. Trattano le materie prime (petrolio, gas) per produrre essenzialmente energia intorno la quale gira tutta l'economia. Che vuoi di più.
Comunque, viva la sincerità.
CIAO e Buon Gain.

Baffo lunedì, 14 marzo 2011

Nucleare

Il dramma in Giappone, dove le centrali nucleari sono a rischio, ha messo in ginocchio, purtroppo, anche la nostra Enel.

n° 422
Roberto mercoledì, 16 marzo 2011

R: Nucleare

Enel può vivere anche senza centrali nucleari... E comunque il Governo non mi sembra intenzionato a fermare gli investimenti nel settore.

Baffo giovedì, 17 marzo 2011

R: R: Nucleare

Gli analisti di UBS hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo sul colosso elettrico, portandolo da 5 euro a 5,1 euro. Gli esperti hanno ribadito l’indicazione di acquisto delle azioni. Promozione completata da Banca Akros, che ha alzato da 4,6 euro a 5 euro il target price su Enel e ora consiglia l’acquisto delle azioni.

paolo sabato, 9 aprile 2011

R: R: R: Nucleare

condivido pienamente

Persia lunedì, 16 maggio 2011

R: R: R: R: Nucleare

allora secondo voi conviene mantenere enel nel paniere io le ho da anni e colcolando dividendi vari e aumenti di capitale sono rimasto praticamete alla pari spero ora di portare a casa qualcosa

Baffo mercoledì, 9 marzo 2011

nucleare

09/03/2011 - 11:32:40

(TLB) - Roma, 9 mar - "Sul nucleare non siamo ancora fuori tempo massimo". Parola di Fulvio Conti, ad di Enel che durante un'audizione in Commissione Bilancio della Camera dei Deputati assicura che "entro il 2020 ci sarà la prima centrale".

n° 421
Baffo mercoledì, 9 marzo 2011

R: nucleare

> 09/03/2011 - 11:32:40
>
> (TLB) - Roma, 9 mar - "Sul nucleare non siamo ancora fuori tempo massimo". Parola di Fulvio Conti, ad di Enel che durante un'audizione in Commissione Bilancio della Camera dei Deputati assicura che "entro il 2020 ci sarà la prima centrale".

09/03/2011 - 10:48:59

(Teleborsa) - Roma, 9 mar - Tra il 1999 ed il 2010 Enel ha dato un contributo di 180 miliardi di euro per lo sviluppo dell'Italia. A dichiararlo è stato oggi l'amministratore delegato del gruppo, Fulvio Conti, nel corso di una audizione presso la Commissione Bilancio Bilancio e Tesoro della Camera dei Deputati. Andando più nel daettaglio, Conti ha specificato che sono stati distribuiti 34 miliardi di dividendi a una media di 2,2 milioni di azionisti. Al Tesoro sono entrati circa 33 miliardi derivanti dalla privatizzazione di Enel.

controcorrente martedì, 1 marzo 2011

ora

siamo agli inizi di marzo e dopo una salita sui 4.33 il titolo è sceso decisamente in giornata. A vostro parere è il momento di vendere o salirà ancora sopra i massimi raggiunti?
Dal mio nome si può capire che ho acquistato su quei livelli..!
grazie per la vostra opinione

n° 420
Flavio martedì, 8 marzo 2011

R: ora

Per me arriverà intorno ai 4.7 prima dello stacco del dividendo.

v.decio martedì, 1 marzo 2011

R: ora

Sinceramente per me non è un titolo ma un incubo : le ho acquistate nel 2004 a 6,95 eu, sono passati 7 anni e l'unica consolazione è il dividendo, ma liberarsene è una grande utopia perchè per me vuol dire 50.000 eu di perdità .

controcorrente martedì, 8 marzo 2011

R: R: ora

che cosa comporta per la quotazione lo stacco del dividendo? Ho iniziato da pochissimo ad interessarmi di economia e devo ancora imparare molte cose. Oltre ad un movimento dei prezzi nei giorni prima e dopo la data dello stacco, di per sé comporta un aumento del valore delle azioni o il dividendo non influisce sulla quotazione?

Roberto mercoledì, 9 marzo 2011

R: R: R: ora

Alla data dellos tacco, il prezzo del titolo scende dello stesso valore del dividendo.
i.e. se vale 4.3 ed il dividendo è di 0.3, dopo lo stacco il titolo vale 4.
Ps: di solito il giorno dopo il dividendo il titolo sale e recupera un po' dello stacco...

fdele venerdì, 4 febbraio 2011

vi do il target

se enel arriva a 4,42 in 2 settimane vendete poiche le ripotete compeare a 4,1 saluti carissimi,va su perche deve sostenere l'indice il peso di enel sul'indice è del 10 x cento l'aziensda è sempre la solita' di 4 mesi fa od un'anno fa'

n° 419
anonimo non vero venerdì, 4 febbraio 2011

R: vi do il target

secondo me anche a meno,dopo qualche giorno dalla diffusione dei dati gli analisti se ne dimenticano e se la borsa va un pò giù(diciamo sotto i 22000) enel ritorna sotto i 4.

Dracula sabato, 5 febbraio 2011

R: R: vi do il target

Può succedere che scenda ma penso relativamente perchè già molti si stanno posizionando, con un bel quantitativo di azioni, in attesa del prossimo dividendo che, RIPETO in questo prolungato periodo di crisi totale, moltissime altre società non distribuiranno ancora. Sappiamo ch'è un titolo difensivo, che va molto lento ma altrettanto sicuro per i piccoli e grandi risparmiatori cassettari che vorranno rimanere sempre tranquilli. In bocca al lupo a tutti.

v.decio venerdì, 4 febbraio 2011

R: vi do il target

se al posto di Conti mettono Ponzellini : è la fine , dopo aver rovinato BPM e IMPREGILO adesso forse U.Bossi ha pensato bene a ENEL , sarà la fine , altro che 4,4 .

anonimo mercoledì, 19 gennaio 2011

previsioni...

leggendo il mio post del 9 novembre scorso dove avevo scritto che enel sarebbe scesa a 3,7-3,8 per poi risalire a 4 euro ci avevo azzeccato in pieno! infatti io le ho prese a 3,8 euro e ora vediamo fino a quanto vanno..

n° 418
Dracula mercoledì, 2 febbraio 2011

R: previsioni...

Per me andrà oltre i 4 euro. Si riporterà, in breve tempo, intorno ai 5,5 euro

anonimo mercoledì, 2 febbraio 2011

R: R: previsioni...

La solita improvvisata di c..te

Flavio venerdì, 4 febbraio 2011

R: R: R: previsioni...

Dicevi???

anonimo venerdì, 4 febbraio 2011

R: R: R: R: previsioni...

x flavio.dicevo che a 5,5 non ci arriva neanche se a sollevarla ci vai tu e dracula!

Flavio venerdì, 4 febbraio 2011

R: R: R: R: R: previsioni...

Capito... Comunque sono ottimista sul titolo. Secondo me arriverà sui 5, però vedremo. Buon fine settimana a tutti i traders (piccoli)

per anonimo venerdì, 4 febbraio 2011

R: R: R: R: R: R: previsioni...

Premesso di accettare qualsiasi tipo di parere, condividendo solamente parte di loro (altrimenti che mercato finanziario sarebbe), devi sapere che non devo e non solleverò mai l'Enel con queste mie dichiarazioni. Io sono meno di niente. Ho sempre sostenuto che la società, come l'Eni, è un titolo che, pur avendo un andamento molto lento (e questo fa molto arrabbiare i piccoli azionisti; d'altronde se vogliono guadagnare di più debbono solamente incrementare il proprio portafoglio) è pur sempre un titolo sicuro. Facendo trading con questo titolo si ottengono sempre dei buoni guadagni, oltre ai dei sicuri dividendi. Così, il piccolo azionista, starà sempre tranquillo. Non ha grosse oscillazioni ma anche se dovessero capitare, come negli ultimi anni a causa della crisi finanziaria (dai 7 ai 3,4 euro), piano piano ha risalito sempre la china perchè HA I NUMERI (anche il debito, ma sempre cassa attiva la quale permette la distribuzione di un buon dividendo ogni anno dando, nel contempo, delle buone credenziali alle quali s'affida sempre il mercato per rilanciare le quotazioni). Facciamo un confronto : Enel ha dimezzato la quotazione da 7 a 3,4 euro ma stà dando buoni segnali di ripresa per via del buon andamento societario, oltre ai soliti dividendi; Tiscali è completamente collassata da 100 euro a 6 cent, praticamente è sull'orlo del fallimento e gli unici segnali che ha dato sono solo quelli di fumo (come gli indiani). Sono passati 11 anni anni e Soru (ti ricordo che aveva comprato mezzo mondo d'internet e dovette vendere tutto per saldare debiti che tutt'ora ha, oltre al fatto che ha fallito come Governatore della Sardegna) col suo precedente A.D. non ricordo più il suo nome di quando Soru era all'epoca governatore della Sardegna, il quale annunciava sempre che ci credeva molto nella società perchè era solida e che sarebbe ripartita a razzo in un poco tempo. Risultato : è quello che vedi e questo tizio non c'è più. Ma io, purtroppo, devo continuare a crederci, per forza, ho ancora un gran bel pacco di azioni Tiscali. Enel ed Eni sono stati sempre definiti titoli di rifugio. Te lo sei mai domandato perchè ? E' impensabile che un titolo come Enel possa fallire come, invece, hanno fatto e faranno, purtroppo, altri titoli. Se, poi, il proprio mànagement vorrà fare come ha fatto quello di Eutelia ultimamente (tutta la famiglia Landi è scappata coi soldi) oppure come quella della Enron (3° colosso elettrico statunitense, ricordi?) allora ci dovremmo davvero preoccupare seriamente ed aspettarci il fallimento. Tutto può accadere. Mai dire mai. Ma per quanto mi riguarda per Enel non credo a tutto ciò. Proprio per questi motivi sono incappato in SNIA (fallita la scorsa estate). Son riusciti a far fallire un titolo chimico. Ti rendi conto ? Un titolo chimico. Ci tenevo tanto ed ho perso, fortunatamente, solamente 4.000 euro. Il bello di queste discussioni è proprio questo scambio di opinioni che fanno ragionare tutti i lettori dando quello spunto in più all'investitore. Perchè ognuno ha il proprio fiuto dell'affare ed è d'obbligo rispettarlo. Io penso (poi gli amici del blog potranno smentirmi), che tu voglia stare sempre al centro dell'attenzione e che. Non sei d'accordo sulla mia opinione in Enel ? VA BENISSIMO ma non smontare gli ideali di chi ci crede ed ha pienamente fiducia nel titolo perchè i numeri, ripeto, ci sono (anche i debiti ma per Enel passano sempre in secondo piano rispetto ai soldi che mette in cassa ogni anno, a differenza degli altri titoli per i quali è solitamente il contrario ossia prima i debiti eppoi, se ci sono, quei pochi spiccioli). Diversamente, sono pienamente d'accordo sulle tue considerazioni per quanto concerne il titolo EUROTECH. Lo stò seguendo ben volentieri. E' sicuramente buono da acquistare, vista anche la sua quotazione. Buon trading ed in bocca al lupo a tutti.

mario mercoledì, 19 gennaio 2011

R: previsioni...

..se sale l'indice lo seguono a ruota secondo me... ( speriam in bene)

Dracula mercoledì, 2 febbraio 2011

R: R: previsioni...

Non devi aspettare che salgano gli indici perchè il prezzo, quand' oscillava tra 3,4 e 3,8, andava benissimo per inserirsi oppure per incrementare. Guarda i minimi storici eppoi Enel è sempre un colosso dell'energia con un Rating A- e Risk ad appena 27. Inoltre, ogni anno distribuisce in due tranche (maggio e novembre) un dividendo di oltre 30 centesimi ad azione. E per finire, Morgan Stanley ha annunciato un nuovo target per il titolo : 5 - 5,3 euro. Per me continuerà a salire.

Mario martedì, 8 febbraio 2011

R: R: R: previsioni...

Io le ho in carico da anni ormai e ho mediato alcune volte perchè il mio prezzo iniziale girava oltre i 7E ora sono sotto del 10% ...attendo e medio quando posso!

mitico martedì, 11 gennaio 2011

Enel

Ragazzi ma Enel risalirà prima o poi sopra 4 euro???

n° 417
Dracula mercoledì, 2 febbraio 2011

R: Enel

Hai visto ch'è salita sopra 4 euro !?!?!? Secondo me, piano piano, spingere verso i 5 e 5,5 euro per poi continuare, mercato permettendo, perchè la sua valutazione è ben oltre.

Aldo mercoledì, 12 gennaio 2011

R: Enel

Cominciano a girare dei report che la vedono a 3 ,prima o poi i nodi devono venire fuori.

Dracula mercoledì, 2 febbraio 2011

R: R: Enel

Innanzitutto parliamo di un colosso dell'energia e questo già ti dovrebbe dare maggior fiducia rispetto a qualsiasi altro titolo. Secondo, sempre in riferimento a questo titolo, ricordati sempre che " Chi disprezza compra ". Terzo, i grandi investitori che hanno i maggiori interessi e controllano il mercato, fanno una specie di aggiotaggio ossia di far scivolare in basso il titolo per poi ricomprare a prezzi vantaggiosissimi per dei prossimi maggiori guadagni oltre ai sicuri dividendi. Ricordati, parliamo sempre di un titolo che non fallirà mai, anche se un pò indebitato, perchè il 51% è sotto il controllo dello Stato che ha tutto l'interesse per tenerla sempre fiorente.

Decio venerdì, 24 dicembre 2010

ENEL, non sale + ?

come fanno i titoli stranieri con debiti esorbitanti , ad es. BP che quantizzava a luglio 100 mld di dollari di debiti per disastro ambientale a risollevarsi in 6 mesi da 300£ a 500£ mentre una ns. ENEL in 3 anni non si risolleva proprio per niente , forse perchè è statale e non ha un padrone che si incazza ?

n° 416
Dracula mercoledì, 2 febbraio 2011

R: ENEL, non sale + ?

Guarda ora la quotazione. Morgan Stanley ha valutato il nuovo target 5 - 5,3. Per me, mercato permettendo, andrà ben oltre.

met giovedì, 6 gennaio 2011

R: ENEL, non sale + ?

titolo spazzatura , come Telecom

Dracula mercoledì, 2 febbraio 2011

R: R: ENEL, non sale + ?

SPazzatura ? Allora il resto del mercato cos'è ? Enel ed Eni sono i maggiori e più sicuri titoli sul mercato. Morgan Stanley ha annunciato, per Enel, il nuovo target che dovrebbe essere compreso tra 5 e 5,3 euro. Per me, mercato permettendo e vista la potenzialità del titolo, sicuramente andrà ben oltre i 5 euro quando prima della crisi finanziaria tutti la davano al max 9 euro. E' la fiducia che manca perchè tutto il mondo stà ancora scontando la crisi ancora viva. Ci vorrà ancora del tempo ma vedrai che l'economia ripartirà più rigogliosa perchè è anche la storia ad insegnarci (dalla crisi del '29 ad oggi la borsa ha sempre guadagnato), sempre che non dovremmo aspettare moltissimo tempo altrimenti saranno i nostri eredi a godere dei prossimi benefici. Bisogna avere pazienza ed insistere sulla debolezza. Difatti il titolo ha reagito ed ora si trova sopra i 4 euro.

Luigi mercoledì, 19 gennaio 2011

R: R: ENEL, non sale + ?

Direi proprio di NO. Si vede che non sei per niente informato sull'andamento societario. D'altro canto gran parte degli investitori, su questo sito, non fa altro che ripetere le stesse parole : " ma quando sale stò titolo ". Sono i conti societari che la fanno da padrone, se volete capire. Enel, subito dopo Eni, è un titolo con la più grande capitalizzazione sul nostro mercato e quotato anche al mercato americano. Negli anni passati aveva avviato una campagna acquisti su gran parte del territorio europeo. Dalla Spagna con Endesa fino all'estremo confine russo ed arabo acquisendo varie centrali elettriche, nucleari, eoliche e quant'altro a prezzi anche stracciati al fine di rilanciarle (non a breve) per la produzione di energia elettrica. Senza contare che ha stipulato vari contratti per la vendita di gas col quale è in concorrenza con Eni, oltre alla sua già consolidata attività in gran parte dell'America centro-meridionale. Anche Eni, come dicevo, ha avviato contratti per la vendita di energia elettrica. Praticamente si stanno facendo concorrenza che ritengo leale perchè sempre sotto il controllo dello Stato che ha la maggiore partecipazione. Purtroppo, per Telecom, non è stata così. Pare che lo Stato abbia solamente un risicato 4% e che tutto il pacchetto azionario sia sul mercato. All'epoca, quando era sotto il controllo statale era chiamata la gallina dalle uova d'oro (per la forte presenza di TIM). La sua vendita è stato considerato un sacrificio per riempire le casse tatali ma alla fine è stato solamente un bellissimo regalo agli amici imprenditori che ne hanno fatto della società come meglio hanno voluto. Basti guardare le ultime rivelazioni di beppe grillo e si capisce tutto. Comunque, questi titoli sono e saranno sempre dei colossi da fare affidamento specie, al momento per ENEL ed ENI che hanno dato e continuano a dare dei buoni dividendi mentre Telecom s'è dovuta fermare per via del riassetto societario (mi limito a dire questo perchè la verità non la conosco in modo approfondita). E' vero che vanno a rilento ma sono titoli, molte volte, di rifugio. Per ENEL il target previsto (non sò quando), dopo aver consultato vari commenti societari e finanziari, è mediamente tra gli 8 ed i 9 euro. CIAO

luis1 mercoledì, 19 gennaio 2011

ENEL, non sale + ?

X luigi,mi spiace ma hai scritto un commento superficiale(anche se lungo) su questo titolo.Quale sarebbe l'andamento societario che gli investitori non conoscono, mentre tu invece si? E il grosso debito di enel?Ne tieni conto? più di 55 miliardi di euro a metà 2010.mentre in borsa capitalizza 36 miliardi( i 2/3 del debito).è come se tu andassi in banca a farti prestare dei soldi,poi acquisti degli appartamenti per affittarli,dopo un pò questi si svalutano,e poi dici in giro di essere un imprenditore,ma i tuoi debiti sono diventati superiori al valore del tuo capitale.Per me a quel punto sei fallito.Ti consiglio di studiare di più.luis

Dracula mercoledì, 2 febbraio 2011

R: ENEL, non sale + ?

Morgan Stanley ha valutato il nuovo target per Enel : 5 - 5,3 euro. Per me andrà oltre, mercato permettendo perchè, oltre ai numeri, anche il fattore psicologico è determinante.

Aldo mercoledì, 2 febbraio 2011

R: R: ENEL, non sale + ?

E'già tanto che tenga i 4 euro che non sò come ha fatto.In quanto alle chiacchiere di morgan se x caso cominciano a risalire i tassi con il debito che ha.....

Dracula mercoledì, 2 febbraio 2011

R: R: R: ENEL, non sale + ?

Se consideriamo il fattore dei tassi allora tutti i titoli andrebbero a picco. Dimmi quale società non ha grossi debiti. Per me Enel rimarrà sempre un titolo sicuro.

Aldo mercoledì, 2 febbraio 2011

R: R: R: R: ENEL, non sale + ?

L'ho già scritto una volta il mercato azionario è un mercato puramenta speculativo, i titoli e enel non fa eccezzione vanno negoziati il discorso del cassetto non lo condivido Enel di recente è ricorsa massicciamente al mercato sia con emissioni di bond che con un aumento di capitale il fine non erano investimenti ;ma rifinanziare il debito.
a proposito di titoli sicuri oggi ho trovato un listino del 1981 sai quanto valeva una mediobanca?:
valeva 125.000 lire;guarda la quotazione di oggi....la cosa la dice lunga sui titoli sicuri..... meno male che c'è il mattone
saluti

anonimo mercoledì, 2 febbraio 2011

R: R: R: R: ENEL, non sale + ?

dracula stai spaziando in tutti i blog hai scritto oggi decine di commenti su enel o altri titoli.Sembri un uccello padulo.Ma si vede che ne mastichi poco di borsa .Non sarai mica il solito buontempone che sta qui dalla mattina alla sera e interviene per fare casino?

SOLO PER ANONIMO venerdì, 4 febbraio 2011

R: R: R: R: R: ENEL, non sale + ?

Non stò creando scompiglio. Stò semplicemente dicendo le mie considerazioni, come del resto le stai facendo tu. Ho paura che ti stia dando fastidio perchè sei oramai considerato uno stratega al quale tutti si affidano per ottenere almeno una sorta di coraggio e speranza. M'hai criticato su Enel. Bene. Ora vatti a guardare i giudizi di vari istituti che hanno alzato il target, con tanto di indebitamento societario, fino a 5,1 euro. Mentre tu stai dando illusioni almeno su Tiscali - Seat e Cell T. che, fin'ora, hanno fatto solamente fuochi di paglia (senza tralasciare che chi ha speculato sui 2 cent di rialzo per Tiscali e Seat hanno comunque guadagnato o recuperato parte della perdita in corso). Io me ne frego dell'indebitamento di Enel perchè è e sarà sempre un colosso dell'energia che MACINA SOLDI, specie ora che s'è allargata nei paesi dell'est (non per niente vende anche il gas). Hai notato, come del resto tanti altri titoli, è rimasto in un range di 3,4 e 3,8 in questi anni di crisi ? Ora già si stanno posizionando non solo per i dati comunicati ma anche per il prossimo dividendo (anche se la data è ancora lontana) che sarà almeno di 20 cent ad azione (se non erro nel prossimo mese di maggio e di 10 cent, ma questo poi in seguito si vedrà nuovamente, nel successivo mese di novembre). Tiscali quanti dividendi ha dato ? Ma fatti due conti. Supposto di aver acquistato nella peggior delle ipotesi Enel a 3,8 euro e supposto che il prezzo rimanga sempre a quello attuale, comunque c'è sempre un guadagno attraverso la vendita del titolo oppure acquisendo il dividendo (decisione soggettiva). Sicuramente ci saranno margini di guadagno per Tiscali, ma quanto bisognerà aspettare, sempre che ci siano dei buoni fondamentali ? Vuoi mettere Enel con Tiscali ? Si parla dell'acquisto di Eutelia (con tanto di partecipazioni di istituti bancari oppure di OPA). E mica l'ha acquistata !!! E' in corso una gara, da novembre 2010 è stata slittata a data da destinarsi, per l'acquisto dei suoi asset. Sicuramente sarà vantaggiosissima per Tiscali (con tutta quella rete di tlc a fibre ottiche che tutti riteniamo migliori; per questo io dò maggior vantaggio all'antagonista Fastweb perchè ha sempre puntato sulla fibra ottica ed ha la Swisscom alle costole) ma non ha ancora acquisito alcunchè. E se non dovesse riuscire l'acquisto, secondo te, cosa succederà a Tiscali ? Per me, indubbiamente, il tonfo. Quindi perchè dici che Tiscali farà un salto di qualità da qui a qualche mese. Devi sapere che anch'io ho un gran bel pacco di Tiscali (come pure per Enel) ma se non ci sono delle future ed ottime credenziali non ci penso a scommetterci ancora su ennesime chiacchiere che spesso risultano infondate. Hai anche sempre affermato che bisopgna avere pazienza ed aspettare che prima o poi arriverà il volo. E' un'affermazione che in tutta la storia di borsa s'è sempre risaputa. Io ho espresso un mio parere e l'attesa, per Enel, è stata BREVISSIMA. Beh, per il momento e sarà per molto tempo sia Enel che Eni daranno ancora buone e sicure soddisfazioni. Enel, ripeto, s'è allargata notevolmente in Europa. Lessi notizie sull'acquisizione di vecchie centrali nucleari, elettriche e quant'altro sull'energia che la società stessa stà rimodernando per rilanciarle. Se queste per voi non sono buone credenziali, allora fate come vi pare. Non metto in dubbio che tutto può accadere ossia che Enel, dopo lo stacco del dividendo, possa scendere di nuovo ma è proprio quello il momento in cui bisognerà decidere sul da farsi ma se guardiamo i dati che diventeranno sempre più positivi, allora il titolo non farà che apprezzarsi sempre di più, sicuramente con una certa lentezza ma con molta credibilità. Infine, ognuno agisca come meglio crede e, anticipatamente, chiedo umilmente scusa se qualcuno ha frainteso le mie opinioni perchè sono se non peggio di voi. In bocca al lupo a tutti.

RENZO venerdì, 17 dicembre 2010

Perchè non sale?

Troppo oscilante per essere un energetico...speriamo che sale un po.

n° 415
paolo cancarini mercoledì, 8 dicembre 2010

titoli fedeli

secondo me se si crede in un titolo come ENEL non dobbiamo demordere.
spero che tra breve (forse con il bilancio 2010) darà anche lei delle soddisfazioni ai suoi "fans".
Buone feste a tutti
Il Canca

n° 414
Dracula mercoledì, 2 febbraio 2011

R: titoli fedeli

Con Enel va sempre sicuro anzi SICURISSIMO

Giulio venerdì, 3 dicembre 2010

Perchè non si rialza?

Perchè non si rialza questo titolo come hanno fatto gli altri dopo lo scivolone della scorsa settimana?

n° 413
yuri dobrovic venerdì, 3 dicembre 2010

R: Perchè non si rialza?

vedi rischio endesa-spagna con spagna a rischio ivi compreso gli 8 miliardi di euro di rimborsi non ancora staccati ma gia' inclusi nei bilanci

Giulio venerdì, 3 dicembre 2010

R: R: Perchè non si rialza?

Grazie. Spero sia solo quello allora.

pacco venerdì, 12 novembre 2010

borsa assurda

con questa borsa schizzata è diventato un titolo da intraday anche enel che era un titolo a lungo termine e da cassettisti, guardate oggi, minimo a 3,92 euro ed ora è già a 4,03 euro, 1000 azioni 100 euro in poco più di 1 ora.....è tutto allo sbaraglio!!

n° 412
giuseppe giovedì, 11 novembre 2010

eni

signor luis buon pomeriggio oggi eni a 16,24 pensa che posso entrare?

n° 411
pacco martedì, 9 novembre 2010

Truffa Ibs Forex

Notizia di una truffa a dei risparmiatori per un ammontare di 70 milioni di euro tra como e milano circa 1300 persone,IBS FOREX, tanto pubblicizzata su tutti i siti finanziari, facevano tutto falzo e si prendevano i soldi loro, erano in 7 persone dei bei furboni.
Potete vedere il servizio nel TG 5 delle ore 13 di oggi 9 novembre, al minuto 18 del video.
http://www.video.mediaset.it/video/tg5/

n° 410
ALDO mercoledì, 10 novembre 2010

R: Truffa Ibs Forex

Roma, spariti i soldi dei risparmiatori:
indagati i vertici di una finanziaria
...Dal messaggero10/11

anonimo martedì, 9 novembre 2010

i nostri soldi...

le azioni enel terrano questo livello di prezzo fino allo stacco dell'anticipo di dividendo il prox 22 novembre e poi la gente non vedrà l'ora di togliersele dalle scatole, tornerà di nuovo parecchio sotto 4 euro (3,7-3,8) poi prima che risalga....è un titolo IMMOBILE e non dà soddisfazioni, sono convinti che con EGPW hanno calato il debito ma forse non considerano quanto è l'importo del debito che gli rimane!!Per il solo cambio di intestatario del contatore si sono presi 85 euro!!Per cambiare un nome!!LADRI!!

n° 409
decio martedì, 9 novembre 2010

R: i nostri soldi...

dopo anni e anni di pagamenti mai protestati un anno siamo stati in Costarica per 3 mesi ospiti di un mio cugino la bolletta non è stata pagata esubito circa un mese dopo hanno tolto il servizio per rimetterlo : telefonate su telefonate e un costo di 480 £, si allora c'erano le lire .

Yoop martedì, 9 novembre 2010

x giuseppe

Buongiorno Giuseppe da come Lei scrive mi sembra di conoscerlo, se non sono troppo sfacciato mi potrebbe dire da dove scrive, forse una citta della Romagna? mi dica solo se vuole.
Un saluto
Yoop ( è solo una curiosità )

n° 408
giuseppe martedì, 9 novembre 2010

eni

buon giorno signor luis ha visto che oggi eni guadagna 1,5% é un titolo piú sprint rispetto ad enel il quale é sempre inchiodato aspetteró l´anßticipo dividendo e poi lo vendo eni ha una volatilitá maggiore rispetto a enel peró é piú solido in quanto a meno debiti lei sa lássetto dell´azionariato ? aldo ha scritto che oggi non esistono titoli cassetisti io sono contrario e lei? il mordi e fuggi é piú da speculatore lei cosa ne pensa? quando eni arrivera a 16 le compro .

n° 407
luis martedì, 9 novembre 2010

R: eni

Giuseppe innanzitutto dammi del tu,qui tutti facciamo così.La composizione dell'azionariato eni lo trovi se vai sul sito eni,comunque a memoria c'è la golden share del Tesoro e poi,oltre al retail,una serie di fondi(alcuni sono molto agguerriti e stimolano continuamente il management a fare meglio,ciò che non c'è in enel) .
Ha ragione Aldo quando dice che non ci sono titoli da cassettista,ormai tutti i titoli del listino non sono sicuri.Ma eni offre più garanzie di stabilità perchè è un'azienda grande che tratta il petrolio,vende energia e gas.Inoltre ha la possibilità in futuro di vendere una parte di Snam rete gas, e questa operazione,abbattendo il debito, può far decollare il titolo.La borsa italiana è ancora molto incerta per cui va su e giù.Aspetta eni intorno ai 16.Ma dai sempre un'occhiata a quello che succede,perchè qui nulla è più sicuro.luis

giuseppe lunedì, 8 novembre 2010

anticipo dividendo enel

signor luis oggi il titolo enel quota a 4,04 lo stesso prezzo del mio acquisto, lei cosa mi consiglia di venderle e comprare eni a 16,30 o aspettare anticipo dividendo enel al 22novembre anche se il titoo quando staccano dividendo perdono valore. lei cosa farebbe , ilmio btp comprato a 98,83 con commissioni ,oggi vale 98,18 pensa che lo posso mantenere secondo lei é solido? cosa mi consiglia grazie.

n° 406
luis lunedì, 8 novembre 2010

R: anticipo dividendo enel

Giuseppe risposta difficile alle tue domande.Io terrei enel perchè è possibile che risalga a 4,15, ma a quel prezzo venderei e comprerei eni solo se intorno a 16.Per il btp, il rendimento di 3,5% netto è ancora buono, al massimo se scende il prezzo darà rendimento del 4%.Se risale invece, il tuo btp, e recuperi la quotazione, vendilo e aspetta, perchè se risale la borsa i btp scenderanno di parecchio.luis

giuseppe lunedì, 8 novembre 2010

eni

salve, signor luis eni ha giá staccato il dividendo 2009? quando staccherá il prossimo? a ottobre ha dato 0,50? i un anno il titolo perde l´8%?€ 1 é diviso in 2 volte?se enel arriva oggi a 4,06 la vendo e compro eni.

n° 405
luis lunedì, 8 novembre 2010

R: eni

Giuseppe eni nel 2010 darà un dividndo di 1 euro(0,5 l'ha già dato a fine settembre e un altro 0,5 il prossimo maggio-giugno).Anche enel distribuisce il dividendo di 0,26 euro(0,10 il 22 novembre e 0,16 prossimo giugno).Se guardi sul sito soldionline puoi trovare vicino ai titoli tutte le info e su questo sito in genere riportano anche tutte le date con gli stacchi dei dividendi(anche se io oggi non sono riuscito a trovarle).luis

giuseppe lunedì, 8 novembre 2010

btp 2021 ed enel

signor luis perché non mi risponde?

n° 404
luis lunedì, 8 novembre 2010

R: btp 2021 ed enel

Ciao Giuseppe,non ti ho risposto prima perchè non sono sempre collegato con questo sito.Non sono Promotore,e neanche trader,sono un comune mortale come te.
Eni la puoi comprare quando scende intorno ai 16 euro,ma se il trend è in discesa puoi aspettarla anche a 15,8.Eni ha un debito intorno ai 27 miliardi di euro ma ha un fatturato di 100 miliardi di euro.
Il dividendo attuale è di 1 euro che su un prezzo di acquisto di 16 ti dà un rendimento simile ad enel.
I BTP scenderanno perchè con l'aumento dell'inflazione dovranno aumentare i rendimenti(e quindi il prezzo scenderà).Ma il rendimento che hai in questo momento è buono(per un titolo a 10 anni).luis

giuseppe lunedì, 8 novembre 2010

enel e btp marzo 2021

buongiorno, quindi sgnor luis lei mi consiglia di vendere enel dopo l ´. ánticipo del divideno e comprare eni nonostante dia un dividendo piú basso , ma piú solida , a quanto posso comprare eni per fare un buon affare?, per quanto riuarda il btp lei pensa che ci saranno ulteriori ribassi ? nonostante la bce ha lasciao i tassi invariati? lei é un promotore finanziario o un treder. vorrei sapere a quanto ammonta il debito di eni?. aquanto potrei comprare questo btp con scadenza marzo 2021 quale prezzo lei pensa che sia giusto?

n° 403
giuseppe domenica, 7 novembre 2010

enel

Quindi eni é meglio di enel , pensate che perderá il suo valore? come titolo da cassettista é meglio eni?io ho investito il 20% in enel prché da un buon dividendo , 80% ho comprato un btp con scadenza marzo 2021, con cedola del 3,75 annuo io l´ho comprato a 98,75 pensate che ho fatto un buon investimento a medio rischio.

n° 402
luis domenica, 7 novembre 2010

R: enel

Giuseppe,premetto che io ti scrivo la mia opinione ma poi devi essere tu a valutare quel che è meglio fare per te.
Il BTP al 3,75%(scadenza 2021) ti garantisce un rendimento netto del 3,5% all'anno.Non è male.Ma io penso che se la borsa sale (o se sale il tasso di interesse euribor)questi titoli perderanno un pò di valore perchè per comprarli si richiederanno margini più alti.Se guardi le quotazioni dei Btp dell'ultima settimana puoi vedere che sono diminuite.Quindi il mio suggerimento è di stare alla finestra e quando vedi che cambia il vento vendili e aspettali più in basso.Io i BTP li seguo tutti i giorni.
Per enel,ti dà un dividendo del 6%, ma anche eni(che ha già dato 0,5 euro ad ottobre).La differenza è che appena sale il petrolio e si riprende il mercato eni può crescere più di enel che è appesantita dai debiti. Prenditi l'anticipo del dividendo di enel del prossimo 22 novembre e poi vedi tu se ti conviene vendere e comprare eni.Di sicuro eni è più solida di enel e ha più opportunità.luis

Il software e la tecnologia del sito web relativo alle quotazioni sono stati sviluppati da Teleborsa SpA. I dati relativi al Mercato Italiano sono di Borsa Italiana e hanno un ritardo di 20 minuti. I dati delle Borse Estere sono differiti di 15 o 20 minuti e sono forniti da Interactive Data. L'ora indicata in tutte le quotazioni è quella italiana
da

Soldi e Lavoro

CrowdFundMe: un modo alternativo di fare imprese grazie alla rete

CrowdFundMe: un modo alternativo di fare imprese grazie alla rete

Il crowdfunding è uno strumento efficace e democratico per la ricerca di finanziamenti per un progetto attraverso un “appello” alla “folla” degli internauti Continua »

da

ABC Risparmio

Migliori conti correnti a zero spese di febbraio

Migliori conti correnti a zero spese di febbraio

Per gestire i tuoi soldi in modo sicuro e conveniente non c’è niente di meglio di una banca online: scopri i migliori conti correnti a zero spese di febbraio Continua »