NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » obbligazioni italia » E per Monti ora scatta l'allarme BTP (La Repubblica)

E per Monti ora scatta l'allarme BTP (La Repubblica)

di Mauro Introzzi 19 giu 2012 ore 08:04 Le news sul tuo Smartphone
Secondo quanto riportato da La Repubblica il premier Monti è preoccupato dal livello raggiunto dai rendimenti dei BTP. Il nostro paese, infatti, non può permettersi rendimenti così elevati. A far tremare il nostro paese le somme da collocare nei prossimi mesi: da qui a fine anno resta da collocare circa la metà di quei 450 miliardi di euro previsti per il 2012. E la tedesca Bild ci fa i conti in tasca e evidenzia che entro il 2014 l'Italia avrà bisogno di 670 miliardi di nuovi crediti per pagare quelli vecchi.
Allo studio ci sono varie possibilità per tenere sotto controllo i rendimenti, ma ogni proposta incontra la netta indisponibilità dei tedeschi. Nel corso del G20 a Los Cabos, però, è passata l'idea che chi ha adottato il Fiscal Compact debba avere costi sostenibili di finanziamento.

QUOTAZIONI BTP
Tutti gli articoli su: btp

da

Soldi e Lavoro

I nuovi posti fissi a luglio 2015 e nei primi 7 mesi dell'anno

I nuovi posti fissi a luglio 2015 e nei primi 7 mesi dell'anno

A luglio il saldo fra i posti a tempo indeterminato persi e assunzioni stabili è positivo per 27.375 unità. In un'infografica le nuove assunzioni a tempo pieno a luglio e nei primi 7 mesi dell'anno Continua »

da

ABC Risparmio

Mutuo casa e separazione: il contratto deve rimanere cointestato?

Mutuo casa e separazione: il contratto deve rimanere cointestato?

Escludere uno dei due intestatari dal mutuo casa in caso di separazione è possibile, ma solo con il consenso della banca. Chi esce dal contratto ha diritto alla liquidazione della quota Continua »