NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Obbligazioni Italia » BTP Italia (decima tranche): collocati in totale 5,2 miliardi

BTP Italia (decima tranche): collocati in totale 5,2 miliardi

Al termine della fase di collocamento istituzionale della decima tranche del Btp Italia (scadenza ottobre 2024) sono stati collocati 3 miliardi di euro di titoli. Il totale ha raggiunto così quota 5,2 miliardi

di Edoardo Fagnani 20 ott 2016 ore 13:59

In questa pagina gli aggiornamenti su come sta procedendo la raccolta della decima tranche del Btp Italia, con scadenza ottobre 2024.

 

Ore 17.00 del 21/10: il Tesoro ha ufficializzato i dettagli relativi alla decima emissione del Btp Italia. Leggi: Btp Italia, i dettagli definiti dell'offerta


Ore 14.00 del 20/10: il Tesoro ha ufficializzato i risultati dell'emissione della decima tranche del Btp Italia. L’importo emesso è stato pari a 5,22 miliardi di euro e coincide con il controvalore complessivo dei contratti di acquisto validamente conclusi alla pari sul MOT durante il periodo di collocamento, che è iniziato il giorno 17 ottobre 2016 e si è concluso alle ore 11 della giornata odierna. Nel corso della prima fase del periodo di collocamento dedicata a investitori retail sono stati conclusi 31mila contratti per un controvalore pari a 2,22 miliardi di euro mentre nella seconda fase del periodo di collocamento dedicata a investitori istituzionali sono pervenute 293 richieste per un controvalore emesso pari a 3 miliardi di euro a fronte di un totale richiesto pari a 3,32 miliardi. Il coefficiente di riparto è stato quindi pari a circa il 90,3%.

 

Ore 11.00 del 20/10: al termine della fase di collocamento istituzionale della decima tranche del Btp Italia (scadenza ottobre 2024) sono stati collocati 3 miliardi di euro di titoli. Le richieste arrivate erano state pari a 3,215 miliardi di euro e il Tesoro ha provveduto a un riparto. Sommando la cifra ai 2,216 miliardi destinati al pubblico indistinto il Btp Italia chiude con un totale ordini pari a 5,2 miliardi di euro di circa. Nella nona tranche gli ordini erano stati pari a 8 miliardi di euro.

Quella andata in archivio è stata la tranche meno piazzata solo dopo la seconda, quella del giugno 2016 per il Btp Italia già scaduto lo scorso giugno 2016. Quella tranche raccolse 1,74 miliardi di euro di ordini.

 

Ore 10.00 del 20/10: in un'ora di raccolta ordini riservata solo agli operatori istituzionali il Tesoro ha ricevuto 209 proposte per un volume d'acquisto di 2,31 miliardi di euro. Già oltrepassato il livello di ordini raccolti dal pubblico indistinto.

 

Ore 9.00 del 20/10: inizia la fase di raccolta ordini del Btp Italia riservata solo agli operatori istituzionali. Il codice ISIN del titolo riservato a questi ultimi è IT0005217770. Questa fase terminerà alle ore 11.00

 

Ore 17.45 del 19/10: la terza giornata di collocamento del Btp Italia si è chiusa con una raccolta totale di 366 milioni di euro. Il totale, in 3 giorni, è stato pari a 2,216 miliardi di euro. Nella precedente tranche, la nona, dello scorso mese di aprile gli ordini furono pari a 4,23 miliardi di euro.

Domani, solo per la mattinata, è aperta la fase di raccolta solo per gli istituzionali.

 

Ore 16.30 del 19/10: quando manca circa un'ora alla chiusura dell'ultima giornata a disposizione dei risparmiatori per sottoscrivere la decima tranche del Btp Italia gli ordini hanno raggiunto i 350 milioni di euro, portando il totale a 2,2 miliardi di euro.

 

btp_italia_2Ore 15.00 del 19/10: il Tesoro ha comunicato che per la seconda fase del periodo di collocamento, dedicata agli investitori istituzionali, della decima tranche del Btp Italia il codice ISIN del titolo è IT0005217770. La seconda fase del periodo di collocamento avrà luogo il 20 ottobre 2016, dalle ore 9 alle ore 11.

 

Ore 13.30 del 19/10: dopo 3 ore e mezza della terza giornata di collocamento, gli ordini raccolti per la decima tranche del Btp Italia sono pari a 250 milioni di euro. Il totale raccolto da lunedì è quindi pari a 2,1 miliardi di euro.

 

Ore 11.30 del 19/10: dopo 2 ore e mezza della terza giornata di collocamento della decima tranche del Btp Italia, gli ordini raccolti sono pari a 150 milioni di euro. Il totale raccolto in 3 giornate è quindi pari a 2 miliardi di euro.

 

Ore 10.00 del 19/10: nella prima ora della terza giornata di collocamento della decima tranche del Btp Italia, il titolo ha ottenuto richieste per 50 milioni di euro, portando a 1,9 miliardi il totale della domanda.

 

Ore 18.00 del 18/10: nella seconda giornata di collocamento della decima tranche del Btp Italia, il titolo ha ottenuto richieste per circa 650 milioni di euro, portando a 1,85 miliardi il totale della domanda, comprensiva degli 1,2 miliardi di ieri.
Nella prime due giornate del collocamento di aprile, il Btp Italia aveva ottenuto richieste per circa 3,7 miliardi di euro.

 

Ore 16.50 del 18/10: A poco meno di un'ora dal termine della seconda giornata di collocamento della decima tranche del Btp Italia il Tesoro ha registrato richieste per poco più di 600 milioni di euro, portando a oltre 1,8 miliardi il totale della domanda, comprensiva degli 1,2 miliardi di ieri.

 

Ore 15.40 del 18/10: la responsabile del ministero dell'Economia per la gestione del debito pubblico, Maria Cannata, ha definito improbabile l'ipotesi di un ritocco al rialzo della cedola minima garantita della decima tranche del Btp Italia, in quanto è in linea con i tassi epressi dal mercato. Il Tesoro ha fissato un tasso minimo garantito reale dello 0,35% per il Btp Italia con scadenza a ottobre 2024.

 

Ore 15.30 del 18/10: prosegue a ritmo rilento la raccolta ordini della decima tranche del Btp Italia. Nella seconda giornata di collocamento il Tesoro ha registrato richieste per poco più di 500 milioni di euro, portando a oltre 1,7 miliardi il totale della domanda, comprensiva degli 1,2 miliardi di ieri.

 

Ore 14.30 del 18/10: prosegue a ritmo rilento la raccolta ordini della decima tranche del Btp Italia. Nella seconda giornata di collocamento il Tesoro ha registrato richieste per meno di 500 milioni di euro, portando a quasi 1,7 miliardi il totale della domanda, comprensiva degli 1,2 miliardi di ieri.

 

Ore 12.50 del 18/10: dopo quasi quattro ore di raccolta ordini, nella seconda giornata di collocamento della decima tranche del Btp Italia, il Tesoro ha registrato richieste per oltre 350 milioni di euro, portando a circa 1,55 miliardi il totale della domanda, comprensiva degli 1,2 miliardi di ieri.

 

Ore 11.30 del 18/10: dopo due ore e mezza di raccolta ordini, nella seconda giornata di collocamento della decima tranche del Btp Italia, il Tesoro ha incassato ordini per quasi 250 milioni di euro, portando a circa 1,45 miliardi il totale della domanda, comprensiva degli 1,2 miliardi di ieri.

 

Ore 10.30 del 18/10: dopo un'ora e mezza di raccolta ordini, nella seconda giornata di collocamento della decima tranche del Btp Italia, il Tesoro ha incassato ordini per circa 150 milioni di euro, portando a circa 1,35 miliardi il totale sommando il dato di ieri.

 

Ore 10.00 del 18/10: Marzotto Sim ha condotto un'analisi di convenienza relativa sulla decima tranche del Btp Italia.

 

Ore 9.00 del 18/10: prende il via la seconda giornata di collocamento del Btp Italia con scadenza ottobre 2024.

 

Ore 18.00 del 17/10: nella prima giornata di collocamento della decima tranche del Btp Italia, il titolo ha ottenuto richieste per poco più di 1,2 miliardi di euro. Nella prima giornata del collocamento di aprile, il Btp Italia aveva ottenuto richieste per circa 2,3 miliardi di euro.

 

Ore 17.00 del 17/10: alla fine dell'ottava ora di raccolta ordini il dato relativo al collocamento della decima tranche di Btp Italia indica che il Tesoro ha raccolto ordini per quasi 1,18 miliardi euro.

 

Ore 16.00 del 17/10: dopo circa sette ore di raccolta ordini il Tesoro ha collocato quasi un miliardo di Btp Italia. La soglia psicologica del miliardo, nella precedente emissione era stata toccata prima delle ore 12.

 

Ore 15.00 del 17/10: dopo circa sei ore di raccolta ordini la quantità di Btp Italia collocati presso il retail è pari a poco più di 820 milioni di euro circa.

 

Ore 14.00 del 17/10: al giro di boa della prima giornata di raccolta ordini la quantità di Btp Italia collocati in questo inizio di decima tranche è pari a 775 milioni di euro circa.

 

Ore 12.00 del 17/10: dopo poco più di 3 ore gli ordini raccolti dall'utenza retail hanno superato il mezzo miliardo di euro, attestandosi a 550 milioni di euro.

 

Ore 11.00 del 17/10: dopo poco più di 2 ore gli ordini raccolti dall'utenza retail sono pari a poco più di 400 milioni di euro.

 

Ore 10.00 del 17/10: dopo un'ora dall'avvio del collocamento del BTP Italia (decima emissione) il Tesoro ha raccolto ordini per 200 milioni di euro. Ad aprile, nel collocamento della nona tranche il totale raccolto dopo un'ora e mezza era pari a poco meno di 600 milioni.

 

BTP ITALIA, CARATTERISTICHE DELLA DECIMA EMISSIONE

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha comunicato che da lunedì 17 a giovedì 20 ottobre 2016 si terrà la seconda e ultima emissione del 2016 del BTP Italia, il titolo di Stato indicizzato al tasso di inflazione nazionale e pensato per il risparmiatore individuale.

btp_italia_1Si tratta della decima emissione di questa tipologia di titoli da quando i BTP Italia furono lanciati per la prima volta nel marzo 2012. L'ultima emissione del BTP Italia è datata 6 aprile 2016. (LEGGI ANCHE: BTP Italia: i dati definitivi della nona tranche).
Nei nove precedenti collocamenti, i BTP Italia sono stati sottoscritti per un ammontare complessivo di oltre 111 miliardi di euro.


BTP ITALIA, EMISSIONE IN DUE FASI

Come già accaduto nelle precedenti quattro emissioni, il titolo sarà collocato sul mercato, attraverso la piattaforma elettronica MOT di Borsa Italiana, in due fasi:

  • la prima fase, da lunedì 17 a mercoledì 19 ottobre (tre giorni che potranno essere ridotti a due in caso di chiusura anticipata), sarà riservata ai risparmiatori individuali; in questa fase il codice ISIN del titolo è IT0005217762.
  • la seconda fase, che si svolgerà nella sola mattinata del 20 ottobre, sarà riservata agli investitori istituzionali. Per gli investitori istituzionali il collocamento potrebbe prevedere un riparto, nel caso in cui il totale degli ordini ricevuti risulti superiore all’offerta finale stabilita dal MEF. Al contrario, per la clientela dei piccoli risparmiatori non sarà applicato alcun tetto massimo, assicurando la completa soddisfazione degli ordini, come in tutte le precedenti emissioni.

 

BTP ITALIA, LA DURATA RESTA A 8 ANNI

Anche quest’anno, come nelle precedenti due emissioni, i BTP Italia avranno durata pari a 8 anni e continueranno a presentare le stesse caratteristiche finanziarie di quelli già proposti a partire dal 2012: cedole semestrali indicizzate al FOI (Indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, al netto dei tabacchi), a cui si aggiunge il pagamento del recupero dell’inflazione maturata nel semestre (con la previsione di un floor in caso di deflazione), rimborso unico a scadenza.

 

BTP ITALIA, IL PREMIO FEDELTA’

Anche in questa tranche di emissione ci sarà un “Premio di Fedeltà” nei confronti di chi parteciperà alla Prima Fase della distribuzione che manterrà il titolo sino alla scadenza.

 

BTP ITALIA, I RENDIMENTI

Il BTP Italia stacca ogni sei mesi la sua cedola e una rivalutazione calcolata sul costo della vita.
Nelle scorse ore il ministero ha comunicato l’entità della cedola minima garantita, che sarà pari allo 0,35% netto (a cui andrà aggiunto il valore dell’inflazione). Un rendimento in calo rispetto allo 0,4% della scorsa tranche. Il numero indice dell’inflazione calcolato alla data di godimento e regolamento del titolo è 100,14839.

Ecco i tassi minimi garantiti (netti) dei collocamenti precedenti:

  • Prima tranche (marzo 2012): 2,45%.
  • Seconda tranche (giugno 2012): 3,55%.
  • Terza tranche (ottobre 2012): 2,55%.
  • Quarta tranche (aprile 2013): 2,25%.
  • Quinta tranche (novembre 2013): 2,15%.
  • Sesta tranche (aprile 2020): 1,65%.
  • Settima tranche (ottobre 2020): 1,15%.
  • Ottava tranche (aprile 2023): 0,5%.
  • Nona tranche (aprile 2024): 0,4%.
  • Decima tranche (ottobre 2024): 0,35%.

 

BTP ITALIA: RISULTATI TRANCHE PRECEDENTI

Il BTP Italia ha esordito nel marzo del 2012 e in circa tre anni ha portato nelle casse dello stato più di 111 miliardi di euro.

Ecco i risultati dei collocamenti precedenti:

  • Prima tranche (marzo 2012): 7,29 miliardi di euro.
  • Seconda tranche (giugno 2012): 1,74 miliardi di euro.
  • Terza tranche (ottobre 2012): 18,01 miliardi di euro.
  • Quarta tranche (aprile 2013): 17,06 miliardi di euro.
  • Quinta tranche (novembre 2013): 22,27 miliardi di euro.
  • Sesta tranche (aprile 2020): 20,56 miliardi di euro.
  • Settima tranche (ottobre 2020): 7,5 miliardi di euro.
  • Ottava tranche (aprile 2023): 9,38 miliardi di euro.
  • Nona tranche (aprile 2024): 8,01 miliardi di euro.

 

BTP ITALIA: ATTUALI QUOTAZIONI

 

BTP ITALIA, LA PARTECIPAZIONE ALLE SCORSE EMISSIONI (INFOGRAFICA)

infografica_btp_ita_2016_

FONTE: sito del ministero del Tesoro

 

Tutti gli articoli su: btp italia Quotazioni: BTP ITALIA OT24 EUR BTP ITALIA OT24 EUR
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »