NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Mercati esteri » Bitcoin sopra quota 1700 dollari

Bitcoin sopra quota 1700 dollari

Da inizio anno il valore delle principali valute virtuali è pressoché raddoppiato. Ma secondo alcuni analisti l’andamento del Bitcoin assomiglia sempre di più a una bolla speculativa.

di Marco Delugan 10 mag 2017 ore 15:10

Secondo il CoinDesk Bitcoin Price Index, il valore del Bitcoin è salito di più di 300 dollari durante la scorsa settimana, per essere scambiato a 1.747 dollari ieri, martedì 9 maggio, estendendo il rally che dall’inizio del 2017 ha visto raddoppiarsi il valore di mercato di tutte le valute virtuali.

Ne ha scritto in questi giorni Joseph Adinolfi su Marketwatch.

E secondo Coin Market Cap, il totale degli scambi giornalieri ha superato per la prima vota 1,3 miliardi di dollari.

Ma i prezzi del Bitcoin variano molto secondo il mercato di riferimento. Esistono infatti diverse “piazze virtuali” dove i Bitcoin possono essere acquistati. E il CoinDesk Bitcoin Price Index a cui si è accennato sopra risulta dall’aggregazione delle quotazioni che si registrano su alcune di esse.

Su Kraken, una delle principali degli Stati Uniti, ad esempio, il Bitcoin è stato recentemente scambiato per 1.587 dollari mentre nello stesso momento veniva scambiato a 1.742 su GDAX.

bitcoin_2

Considerando anche mercati non statunitensi, come ad esempio i coreani Korbit e Coinone, la quotazione dl Bitcoin ha superato anche i 2mila dollari.

Secondo Spencer Bogart di Blockchain Capital, tra le cause del recente rialzo c’è anche la decisione della Securities and Exchange Commission di rivedere la propria scelta di non permettere la creazione del primo Etf sul Bitcoin, il Winklevoss Bitcoin Trust.

Ma Bogart ha anche dichiarato che il forte apprezzamento di alcune monete virtuali rivali del Bitcoin, come Litecoin e Ripple, ha probabilmente contribuito al balzo della più famosa criptovaluta. Molte di queste monete sono infatti denominate in Bitcoin, e che le vuole acquistare deve prima acquistare Bitcoin.

Secondo l’analista di Blockchain Capital, l’andamento recente del Bitcoin ha tutti gli aspetti di una bolla speculativa anche se al momento ritiene che ci sia ancora spazio per una crescita delle quotazioni prima di una vera e propria correzione. Una correzione è definita come una diminuzione del valore di una attività finanziaria da un picco recente di almeno il 10%.

Anche Chris Dannen, fondatore del fondo di criptovalute Interactive Instinct, propende per l’ipotesi di una bolla speculativa: almeno una parte della recente crescita della quotazione delle più importanti valute alternative sarebbe dovuta a manipolazioni di mercato.

Tutti gli articoli su: bitcoin
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Salario minimo legale: la proposta di Matteo Renzi

Salario minimo legale: la proposta di Matteo Renzi

Circa 10 euro come paga oraria minima per tutti i lavoratori dipendenti non coperti dai CCNL. Il salario minimo legale è uno dei punti più importanti del progremma del PD Continua »

da

ABCRisparmio

APE social 2018: come funziona, domanda e requisiti

APE social 2018: come funziona, domanda e requisiti

Ape social è un'indennità di accompagnamento alla pensione di vecchiaia. Vediamo a chi spetta, quali sono i requisiti e come fare la domanda Continua »