NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Mercati esteri » Banche cinesi, niente catastrofi (MF)

Banche cinesi, niente catastrofi (MF)

di Mauro Introzzi 8 apr 2016 ore 06:57 Le news sul tuo Smartphone

cina_6Il quotidiano finanziario mette sotto la lente le banche cinesi: alcuni stimano per imminente una crisi bancaria che potrebbe portare a perdite su crediti inesigibili di 3.500 miliardi di dollari, il 30% del patrimonio netto di tutte le banche del Paese. La cifra è astronomica, considerando che è quattro volte più grande di quanto sofferto dalle banche statunitensi durante la crisi dei mutui subprime.

Questo scenario catastrofista non sarebbe però concreto: il settimanale americano Barron's ha analizzato l'esposizione al rischio delle banche cinesi, scoprendo che la gran parte di essa non deriva dai finanziamenti concessi alle imprese statali o alle famiglie. Tuttavia, i creditori in Cina sono le famiglie, che sono in ultima analisi sostenute dalle politiche di garanzia implicita del governo. Quindi non vi è ancora alcuna perdita di fiducia del pubblico. Questo significa anche che la probabilità di corsa agli sportelli è molto bassa.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: cina
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »