NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Mercati esteri » Apple e Facebook: una alle stelle, l’altra alle stalle

Apple e Facebook: una alle stelle, l’altra alle stalle

Sul Nasdaq due colossi della tecnologia stanno vivendo in questi giorni due situazioni opposte. Da una parte Apple, ai massimi storici, dall'altra Facebook, a quota 20 dollari

di Mauro Introzzi 21 ago 2012 ore 12:28

Sul Nasdaq due colossi della tecnologia stanno vivendo in questi giorni due situazioni opposte. Da una parte Apple, che nella giornata di ieri ha ritoccato al rialzo il suo massimo storico, dall’altra Facebook, che dal giorno dell’esordio sul listino tecnologico Usa (lo scorso 18 maggio) ha visto la sua quotazione passare dai 38 dollari dell’esordio (con una puntata a 45 dollari nelle primissime fasi di contrattazione) in zona 20 dollari, con un minimo toccato nei giorni scorsi a 18,75 dollari.

Apple, invece, ha toccato ieri il suo massimo superando i 665 dollari per azione, con un progresso che negli ultimi 12 mesi è pari all’86,5%. La capitalizzazione del gruppo di Cupertino ha raggiunto i 620,5 miliardi di dollari, battendo il record di "gigante del mercato" che apparteneva a Microsoft, che nel 1999 (nel pieno della bolla della new economy) era arrivata a capitalizzare 616,3 miliardi di dollari. La corsa della società del compianto Steve Jobs beneficia dei prossimi lanci dell’iPhone5, di un nuovo iPad e della sua TV e secondo alcuni analisti potrebbe arrivare fino a 900-1000 dollari. Un livello che porterebbe Apple a sfiorare i 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione.



Facebook paga invece i dubbi degli analisti sull’effettiva redditività del social network, probabilmente sovrastimata in sede di collocamento, e il termine del divieto di vendita delle azioni per i soci della prima ora. Nei giorni scorsi, infatti, i primi azionisti di Facebook, tra cui manager e fondi di investimento, hanno visto scadere il loro divieto di vendere sul mercato i titoli detenuti prima della quotazione.


Proprio una vendita rilevante potrebbe favorire altre vendite. Secondo quanto emerge dalle comunicazioni delle autorità del mercato Usa il direttore Peter Thiel ha venduto azioni per circa 400 milioni di dollari. Il manager ha liquidato buona parte della sua quota.

L’andamento totalmente decorrelato dei due titoli, negli scorsi 3 mesi, è visibile nei grafici seguenti:

grafico-3mesi-facebook
Grafico 1: Il prezzo del titolo Facebook, dall’esordio al Nasdaq

grafico-3mesi-apple
Grafico 2: Il prezzo del titolo Apple, negli ultimi 3 mesi, al Nasdaq

Tutti gli articoli su: wall street , apple , facebook Quotazioni: Facebook Inc APPLE
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »