NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » forex commodities » Ore 14.30: BCE a rapporto

Ore 14.30: BCE a rapporto

Come si dovrebbe procedere secondo Draghi? Il fattore curioso è da ritrovarsi nell’utilizzo di un termine legato ad operazioni di quantitative easing

di Redazione Soldionline 6 set 2012 ore 10:31
Articolo a cura di FXCM.it

Animi molto caldi per quanto riguarda la conferenza stampa della BCE, che dopo aver lasciato il tasso di sconto al livello di 0.75% dovrà dar conto al mercato delle proprie intenzioni circa il famoso bazooka in suo possesso, utile, a loro dire, a frenare la corsa a rialzo degli spread tra la Germania ed i Paesi europei meno virtuosi. Quello che pareva essere un sì da parte della Merkel è stato ridimensionato ieri con dichiarazioni favorevoli ad accettare un piano d’intervento del genere, ma non per ammontari illimitati. La solita solfa, ci verrebbe da dire. Ma veniamo al punto, come si dovrebbe procedere secondo Draghi? Il fattore curioso è da ritrovarsi nell’utilizzo di un termine legato ad operazioni di quantitative easing, che è stato legato all’acquisto di titoli di stato da parte dell’istituto centrale europeo, che andrà a “sterilizzare” l’intervento, tramite il drenaggio di una quantità pari a quella immessa nel sistema monetario tramite verosimilmente operazioni che vengono definite di Fine Tuning (regolazione fine) che fanno parte di quegli strumenti di mercato aperto, studiati per mantenere sotto controllo soprattutto la stabilità dei prezzi. Il modo più consono di effettuare operazioni di questo tipo è quello di riuscire ad attirare depositi che rimangono a Francoforte per più di una semplice notte, in modo da ritirare effettivamente liquidità dalla circolazione, per evitare che la base monetaria si espanda (insieme al bilancio della BCE) e per effetto della circolazione del denaro (che tramite il susseguirsi di depositi presso le diverse banche commerciali amplifica gli effetti di tale cambiamento) faccia salire l’inflazione, o per meglio dire, riduca il potere di acquisto dell’euro. E’ chiaro che se quello che si vuole ottenere è un calmierarsi degli spread, un intervento del genere potrebbe avere effetto nel breve periodo (da intendersi nell’accezione macroeconomica del termine e non come lo intendiamo noi nel trading) ed avere effetti benefici anche sul rischio. Attendiamoci potenziali forti aumenti di volatilità questo pomeriggio alle 14.30, in attesa dei payrolls di domani.

eurusd_187
EurUsd – grafico H4

Tutti gli articoli su: bce , fxcm

da

Soldi e Lavoro

Il ddl delega sul lavoro

Il ddl delega sul lavoro

La riforma del lavoro riprende il cammino nell'Aula del Senato in particolare sulla questione del reintegro (previsto dall'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori) Continua »

da

ABC Risparmio

Le nuove regole per pagare con il modello F24

Le nuove regole per pagare con il modello F24

Novità per i pagamenti con F24. Per tributi superiori ai 1.000 euro o qualora il modello presenti la compensazione di almeno un credito, l’F24 dovrà essere pagato online Continua »