NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » forex commodities » Bank of Japan segue Fed e BCE

Bank of Japan segue Fed e BCE

E’ arrivata anche la Banca Centrale del Giappone, meglio conosciuta come BoJ (Bank of Japan) ad implementare un ulteriore acquisto di asset per aiutare con stimoli monetari l’economia

di Redazione Soldionline 19 set 2012 ore 10:03
Articolo a cura di FXCM.it

E’ arrivata anche la Banca Centrale del Giappone, meglio conosciuta come BoJ (Bank of Japan) ad implementare un ulteriore acquisto di asset per aiutare con stimoli monetari l’economia. La decisione, segue l’interventismo comunicato dalla Federal Reserve e dalla Banca Centrale Europea, che pur muovendosi su strade diverse (la prima sta facendo il cosiddetto Quantitative Easing, ovvero crea della moneta e la utilizza per acquistare MBS, trasferendo liquidità al sistema, mentre la seconda andrà ad acquistare tramite i fondi salva stati bond dei Paesi che ne richiederanno l’attivazione sul mercato secondario, sterilizzando l’intervento, ovvero drenando una quantità pari di liquidità dal mercato al fine di mantenere l’inflazione nel 2012 sotto il 2.5% per arrivare al 2013 sotto il 2%) hanno deciso di agire in tempi brevi per fornire liquidità ad un sistema economico ormai in stallo. La decisione è stata ben accolta da parte dei mercati, che hanno mostrato recuperi sulle materie prime e sui mercati asiatici, che hanno sfruttato la notizia per riportarsi su livelli di massimi relativi importanti, pur non essendo riusciti a rompere i punti di resistenza, testimoniandoci così che l’incertezza regna ancora sovrana e che occorre vedere risultati concreti in termini di dati macroeconomici per far sì che si vadano a creare aspettative di medio periodo, in grado di veicolare flussi di capitali su determinati strumenti finanziari, andando così a far verificare le condizioni necessarie per la partenza di movimenti direzionali,  finanziati tramite vendite di yen e franchi svizzeri. Oggi, alle ore 10.30, verranno redatte le minute della Bank of England, che andrà a spiegare cosa si aspettano a livello di out look economico, ma il tutto dovrebbe rivelarsi un non-event, in quanto come anticipato nei giorni scorsi, le attese sulle future mosse di politica monetaria inglese risultano ben delineate (non interventismo). Oltre ad esse, sarà importante per chi lavora sulle materie prime e sulle commodity currencies prestare attenzione alla pubblicazione dei dati sulle scorte di petrolio, alle ore 16.30, soprattutto dopo le tensioni che si sono vissute sul greggio nei primi due giorni della settimana, a causa dei rumor sul posizionamento di navi da guerra vicino al canale di Hormutz e della scadenza di opzioni, che hanno portato molta volatilità sui prezzi.

usdjpy_41
UsdJpy – grafico giornaliero

Tutti gli articoli su: forex , fxcm , bank of japan , fed , bce

da

Soldi e Lavoro

Il Jobs Act approvato dalla Camera

Il Jobs Act approvato dalla Camera

Approvato alla Camera con 316 voti favorevoli e 6 contrari, il provvedimento è passato alla commissione Lavoro del Senato. Più tutele, solidarietà e lavoro, dice Renzi Continua »

da

ABC Risparmio

IoStudio Postepay: la nuova Carta dello Studente

IoStudio Postepay: la nuova Carta dello Studente

IoStudio Postepay è la carta prepagata e ricaricabile di Poste Italiane riservata agli studenti delle scuole secondarie, qualunque sia l’indirizzo prescelto Continua »