NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » forex commodities » Avversione al rischio diffusa

Avversione al rischio diffusa

Ci avviciniamo sempre di più ad agosto ed i mercati continuano a mostrare segni di nervosismo. Le forti vendite cui abbiamo assistito sui mercati azionari, confermano come gli investitori continuino ad essere nervosi ed "infastiditi"

di Redazione Soldionline 24 lug 2012 ore 10:09
Articolo a cura di FXCM.it

Ci avviciniamo sempre di più ad agosto ed i mercati continuano a mostrare segni di nervosismo. L'indice Vix, che misura la volatilità dello S&P500, è salito del 5% e le forti vendite cui abbiamo assistito sui mercati azionari, confermano come gli investitori continuino ad essere nervosi ed "infastiditi" dal continuo rincorrersi di notizie, dichiarazioni, rumors e dietrologie che il mondo ogni giorno ci regala. Esiste un solo pensiero comune: se dall'Europa non arrivano segnali forti e decisi, i trend in atto non sono destinati, purtroppo, a cambiare. L'unico fatto positivo riguarda la quotazione della moneta unica contro il dollaro americano, che se dovesse scendere sotto 1.2000 per puntare area 1.1875, darebbe più fiato a tutte le economie in difficoltà, ma anche al colosso tedesco che qualcosa esporta anche fuori dall'Europa (pur avendo incrementato in maniera importante le exp verso l'Europa). I rendimenti dei bond spagnoli ed italiani sono tornati nuovamente a salire e le borse di riferimento ieri hanno vissuto un lunedì nero, a testimonianza di come continuino ad essere puniti i Paesi meno virtuosi. L'avversione al rischio ieri è stata peró generalizzata ed ha interessato diverse asset class e diversi strumenti finanziari. Continuiamo a vedere dunque il dollaro americano al centro dei flusso di capitale, con i treasury che hanno toccato rendimenti vicini ai minimo storici, testimoniando come gli investitori siano alla ricerca di rifugi sicuri.

eurusd_174
EurUsd – grafico orario

Tutti gli articoli su: forex , fxcm , borse europee

Commenti dal 1 al 1
(1)

claudia martedì, 24 luglio 2012

documentarsi bene

A mio avviso bisogna conoscere bene come funziona un conto Forex per poter parlaredi guadagni.

n° 1
da

Soldi e Lavoro

Decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato

Decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato

Allo stato attuale, il taglio dei contributi per i nuovi assunti a tempo indeterminato avrà un tetto: 6.200 euro all'anno. Calcoli sulla decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato Continua »