NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » economia politica » Rassegna stampa economica del 3 agosto 2012

Rassegna stampa economica del 3 agosto 2012

di Mauro Introzzi 3 ago 2012 ore 09:45 Le news sul tuo Smartphone
Consob dai pm, faro anche su Bollorè (Il Sole24Ore)
Il quotidiano economico indica che nell'ambito dell'inchiesta Unipol-FondiariaSai è comparso Vincent Bollorè, capofila dei soci esteri nel patto di sindacato di Mediobanca. Secondo le ipotesi su cui sta indagando il procuratore Luigi Orsi Bollorè sarebbe coinvolto nelle manipolazioni di mercato del titolo Premafin nell'anomalo andamento delle azioni tra la fine del 2010 e il 2011.
Il coinvolgimento di Bollorè arriva il giorno successivo all'interrogatorio dell'amministratore delegato Alberto Nagel, iscritto nel registro degliindagati per ostacolo alle autorità di vigilanza in relazione al presunto accordo sull'uscita milionaria della famiglia Ligresti. Il manager avrebbe ricostruito ai giudici le ultime novità sulla vicenda.

S&P? Bocciava l'Italia a prescindere (MF)

Il quotidiano finanziario riporta le dichiarazioni rilasciate da Maria Cannata, direttore del debito pubblico italiano, nell'interrogatorio alla Procura di Trani. Il Tribunale pugliese, su denuncia delle associazioni di consumatori Adusbef e Federconsumatori, sta indagando sulle cosiddette "sorelle del rating". Secondo Cannata, delle 3 principali agenzie, per l'Italia la bestia nera è Standard & Poor's. Con quest'ultima era impossibile dialogare, tanto che viene il sospetto che da parte della società americana ci fosse un pregiudizio negativo sul nostro paese.

Il premier ostenta sicurezza. Sa che la BCE sta per agire (Corriere della Sera)

Il Corriere della Sera riporta le parole pronunciate ieri dal premier Mario Monti a margine della riunione della BCE e del conseguente discorso del suo governatore, Mario Draghi, che ha fatto crollare i mercati europei, quelli di Milano e Madrid su tutti. Il presidente del Consiglio, che ha dichiarato che l'Italia non ha bisogno di aiuti, ritiene che i mercati non hanno capito e "chiedono tutto e subito". A Monti, invece, bastano le parole pronunciate da Mario Draghi, che definiscono un perimetro di valutazione politica e monetaria che appare irreversibile, e le informazioni che ha in possesso, che lo rassicurano sui passi che nelle prossime settimane intraprenderà la BCE.

Così Mario Draghi ha isolato i falchi. Solo la Bundesbank contro la sua linea (La Repubblica)

La Repubblica riporta il retroscena dietro la riunione di ieri della Banca Centrale Europea, definita "la riunione più difficile da quando esiste la BCE". Ma Mario Draghi ha convinto il Consiglio Direttivo sulla proposta di tenersi pronti ad acquistare titoli sovrani a breve in quantità illimitate. E solo i
un membro del consiglio, il numero uno della Bundesbank Jens Weidmann, ha votato contro. Secondo quest'ultimo, che più volte ha detto che l'acquisto di titoli dalla Banca Centrale è contrario allo statuto, ha evidenziato che la misura più incoraggiare gli Stati a contrarre più debiti e foraggiare l'inflazione. E porterà alla distruzione dell'indipendenza della BCE dai poteri politici.
Tutti gli articoli su: rassegna stampa

da

Soldi e Lavoro

L'anticipo del Tfr per fasce di reddito

L'anticipo del Tfr per fasce di reddito

L'anticipo del Tfr in busta paga sarà conveniente solo per i lavoratori con un reddito fino a 15mila euro: in un'infografica il calcolo della Fondazione studi dei consulenti del lavoro Continua »

da

ABC Risparmio

Dal 2015, 80 euro al mese per ogni figlio

Dal 2015, 80 euro al mese per ogni figlio

80 euro al mese anche per le mamme che avranno un figlio, e per i primi tre anni di vita. Lo ha detto il Premier Matteo Renzi. Dati Istat su natalità e fecondità in Italia Continua »