NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » economia politica » Rassegna stampa economica del 27 luglio 2012

Rassegna stampa economica del 27 luglio 2012

di Mauro Introzzi 27 lug 2012 ore 08:51 Le news sul tuo Smartphone
Monti: bene le parole di Draghi (Il Sole24Ore)
Il quotidiano riporta le parole del premier Mario Monti, soddisfatto dalla presa di posizione di Mario Draghi e della BCE sul futuro dell'euro, per il quale l'istituto europeo "è pronto a fare tutto il necessario". Il presidente del consiglio attendeva il segnale del Governatore, che ieri ha galvanizzato le borse e calmierato i differenziali tra i titoli di stato decennali italiani e spagnoli e il bund tedesco.
Monti ha poi evidenziato come ci sia "un circuito vizioso di aspettative nefaste" che tra le altre cose prevede un agosto tempestoso. Uno scenario non previsto dal premier. Che vuole essere ricordato come "un buon allenatore dell'Italia" e che non lascerà "finchè non avrà completato il suo compito".
Infine un appello al mondo politico con l'indicazione che se i partiti trovassero l'intesa sulla legge elettorale anche i mercati sarebbero rassicurati.

Terna già in fila per i project bond (MF)

MF ha riportato la notizia che Terna è intenzionata a utilizzare i project bond, le speciali emissioni obbligazionarie legate alla realizzazione di infrastrutture. Secondo il quotidiano finanziario, in questo modo l’azienda, pur non avendo bisogno di nuovi finanziamenti nei prossimi tre anni, potrà finanziarsi a tassi inferiori all’attuale 3,2%. Il numero di Terna, Flavio Cattaneo, auspica che questi titoli possano avere un rating migliore di quello statale. Inoltre, MF ha segnalato che il manager sta trattando con l’autorità per l’energia per avere tariffe certe su periodo lunghi, fino a 20 anni, a beneficio di chi investe.

Marchionne: no agli sconti Volkswagen (Corriere della Sera)

Il Corriere della Sera riporta le parole di Sergio Marchionne sulla situazione del comparto dell'auto in Europa, definita "un bagno di sangue sui prezzi e sui margini, che sta devastando il settore".
Se il mercato è in una situazione così negativa le cause sono la recessione, la speculazione, le indecisioni che affossano l'intera UE ma anche "l'aggressiva politica degli sconti Volkswagen". Le politiche commeriali del colosso tedesco avrebbe innescato una guerra selvaggia dei prezzi nell'Europa dell'auto, soprattutto tra le picccole-medie.
Secondo Marchionne servirebbe un patto europeo.

Grecia, è accordo sui nuovi tagli da 10 miliardi (La Repubblica)

La Repubblica indica che nella notte è arrivato l'ok dai leader della maggioranza del governo di Atene per nuovi tagli da 10 miliardi di euro. Ma si tratta di un'ennesima giornata drammatica della crisi greca, visto che tagliare 12 miliardi di euro in due anni e mezzo non è possibile senza pesantissime conseguenze sociali.
Il piano dei tagli rischia di essere pesantissimo: una forte riduzione delle pensioni (che non potranno superare i 2mila euro lordo al mese), un possibile innalzamento dell'età pensionabile (che potrebbe passare da 65 a 67 anni) e un piano di dimissioni pubbliche che rischia di provocare altri licenziamenti.
Tutti gli articoli su: rassegna stampa

da

Soldi e Lavoro

Come sono andati i salari nel 2013

Come sono andati i salari nel 2013

Secondo quanto si legge nel rapporto "Taxing Wages" dell'Ocse il salario medio in Italia nel 2013 é aumentato dell'1,3% rispetto all'anno precedente. In un'infografica i dati dello studio Ocse Continua »

da

ABC Risparmio

Ci vuole un’altra vita

Ci vuole un’altra vita

Intervista con l’economista Mauro Gallegati, autore del testo “Oltre la siepe”. Per un’economia che punti alla qualità della vita, al rispetto dell’ambiente e degli individui. Continua »