NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » economia politica » Rassegna stampa economica del 20 luglio 2012

Rassegna stampa economica del 20 luglio 2012

di Mauro Introzzi 20 lug 2012 ore 08:43 Le news sul tuo Smartphone
Profumo presenta la cura per MPS (Il Sole24Ore)
Il Sole24Ore ha ripreso le indicazioni del neo presidente di Monte dei Paschi di Siena, Alessandro Profumo. Secondo quanto riferito dal settimanale L’Espresso e ripreso dal quotidiano finanziario, l’ex numero uno di Unicredit avrebbe evidenziato che la banca toscana non può permettersi l’attuale livello di personale. Di conseguenza, Profumo non esclude un taglio ai compensi e una riduzione dei dirigenti. Inoltre, il manager ha evidenziato che Monte dei Paschi di Siena ha una redditività nulla: per cui i problemi dell’istituto non possono essere risolti solo rafforzando il capitale.

L'UE conferma, dubbi sul Libor (MF)

Il quotidiano finanziario riporta che anche l'Antitrust dell'Unione Europea sta indagando sul caso Libor, che vede una dozzina di banche capitanate dalla britannica Barclays accusate di aver manipolato il tasso interbancario. Una pratica che potrebbe essere strettamente interconnessa con l'altra clamorosa inchiesta: quella legata a una possibile manipolazione del tasso Euribor da parte di una quarantina di banche europee. Per ora le inchieste sono ancora in fase Preliminare, ma se i sospetti fossero confermati potrebbe scattare l'inchiesta formale.
Regna tuttavia l'incertezza sui tempi dell'inchiesta (che secondo i vertici europei è "una delle priorità dell'Antitrust"), in quanto la durata dipende dalla complessità del caso in esame.

La resa della Spagna “Le casse sono vuote” (Corriere della Sera)

Il Corriere della Sera ha riportato le dichiarazioni del ministro del Bilancio spagnolo, Cristobal Montoro, secondo cui nelle casse pubbliche dello stato iberico non ci sarebbero più risorse per pagare i servizi pubblici. Secondo il politico, se la Banca Centrale Europea non avesse comprato i titoli di stato del paese, la Spagna sarebbe già andata in default. Intanto, il quotidiano di via Solferino ha ricordato che i primi 30 miliardi di euro stanziati dall’Unione Europea a favore delle banche spagnole saranno disponibili entro 10 giorni. L’ammontare complessivo degli aiuti agli istituti iberici è pari a 100 miliardi di euro.

Pressione effettiva al 55%, record nella UE: fino a ieri si è lavorato solo per pagare il fisco (La Repubblica)

La Repubblica ha dato ampio risalto all’analisi condotta da Confcommercio, secondo cui la pressione fiscale in Italia ha raggiunto il 55%. Un dato condiviso anche dall’Agenzia delle Entrate, che puntualizza come la percentuale si riferisca al rapporto tra gettito e Pil, depurato da quanto prodotto dall’economia sommersa. Addirittura secondo il numero uno di Confindustria, Giorgio Squinzi, il peso del fisco sarebbe più vicino al 70% che al 55%. Il quotidiano ha segnalato che l’imposta evasa ammonta a circa 154 miliardi di euro, mentre il sommerso è stato calcolato al 17,5% del Pil.
Tutti gli articoli su: rassegna stampa

da

Soldi e Lavoro

La cassa integrazione nel primo trimestre 2014

La cassa integrazione nel primo trimestre 2014

Esplode la richiesta di Cig, con oltre 100 milioni di ore registrate lo scorso mese, ben oltre gli 80 milioni mediamente conteggiati da gennaio 2009 ad oggi. In un'infografica i dati Cgil sulla Cig Continua »

da

ABC Risparmio

Lo spesometro entra nel vivo

Lo spesometro entra nel vivo

Il nuovo strumento in mano del Fisco per controllare le spese dei contribuenti inizia ad avere i primi dati su cui indagare. Avrà anche funzioni deterrenti, ma nel mirino andranno le spese più corpose Continua »