NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » Rassegna stampa economica del 14 novembre 2017

Rassegna stampa economica del 14 novembre 2017

di Mauro Introzzi 14 nov 2017 ore 07:11 Le news sul tuo Smartphone

Per Alitalia restano in pista sia Lufthansa sia Cerberus (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico aggiorna sulle trattative per rilevare Alitalia. Per la cessione della compagnia aerea i principali pretendenti, almeno per il momento, sono due: Lufthansa e il fondo americano Cerberus. Tuttavia il Sole24Ore scrive che i commissari intendono trattare con tutti gli interessati. 

Il quotidiano puntualizza che Lufthansa sarebbe disponibile ad investire 250 milioni di euro per una flotta di 90-100 aerei (sugli attuali 123) tenendo nel perimetro industriale circa 6mila dipendenti tra personale navigante, parte della manutenzione e degli amministrativi. Nel mirino di Lufthansa ci sarebbe il lotto Aviation mentre quello dell’Handling (3.100 dipendenti) fa gola ad alcune società di gestione aeroportuale. Obiettivo di commissari e governo, tuttavia, è il mantenimento dell’integrità aziendale: “e qui entra in gioco il fondo Cerberus che ha annunciato l’interesse per rilevare l’intera compagnia, senza tuttavia aver ancora formalizzato la proposta”.

 

L’Fmi insiste: ora l’Italia riduca il debito (Corriere della Sera)

Il quotidiano riporta le parole del Fondo Monetario Internazionale sull’Italia. Washington ha ricordato al nostro paese che le priorità devono essere focalizzate sul debito pubblico. L’organizzazione guidata da Christine Lagarde invita Roma a fare di più per ridurre sia il debito che per fronteggiare la corruzione.

Secondo quanto riporta il Correre della Sera il Fondo Monetario Internazionale ritiene che l’Italia debba approfittare della ripresa economica in atto nel Vecchio Continente intervenendo sul livello del debito, atteso a quota 133% del Pil (nel 2019 la stima è del 128,8%). 

L’FMI riconosce comunque all’Italia l’incoraggiante lavoro delle banche per avviare lo smaltimento delle sofferenze bancarie.

 

Telecom, la svolta di Genish: fibra per tutti (La Repubblica)

Il quotidiano mette sotto la lente le strategie future di Telecom Italia: il nuovo amministratore delegato del gruppo, Amos Genish, ha annunciato che vuole portare la fibra ottica nelle case di milioni di italiani. Il manager starebbe discutendo con l’Agcom i termini della questione, ma - secondo quanto riporta La Repubblica - “uno dei sei pilastri del nuovo piano industriale punta ad aumentare il numero dei clienti in fibra, pari a 1,8 milioni, a costo di regalarla ai 5,2 milioni di abbonati Adsl”.

Secondo Genish “offrire un migliore servizio allo stesso prezzo ci permetterà di profilare meglio l’utente, fornirgli pacchetti su misura e vendergli più servizi. Inoltre credo che valga la pena farci promotori della migrazione dal rame alla fibra, per fare un balzo in avanti verso l’era digitale”.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: rassegna stampa
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »