NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » Rassegna stampa economica dell'8 novembre 2017

Rassegna stampa economica dell'8 novembre 2017

di Mauro Introzzi 8 nov 2017 ore 07:14 Le news sul tuo Smartphone

Venete, per i rimborsi servono anni (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico scrive che per gli oltre 10mila creditori delle banche venete che, prevedibilmente, presenteranno un’insinuazione al passivo si prospetta un attesa di anni prima di ottenere un rimborso. I flussi di recupero dei crediti che saranno gestiti dalla Sga dovranno prima soddisfare i 5,3 miliardi vantati dallo Stato per lo sbilancio di cessione della parte in bonis delle due banche a IntesaSanpaolo.

Il Sole24Ore scrive che questo è quanto è stato spiegato ieri davanti alla Commissione parlamentare d’inchiesta che, in questa fase, resta concentrata sulle crisi di Veneto Banca e BpVi.

 

Tod’s rilancia su piani e governance (Corriere della Sera)

Il quotidiano riporta quanto emerso dalla conference call di Tod’s a margine della presentazione della trimestrale del gruppo. Il numero uno della società, Diego Della Valle, ha dichiarato che non farà un passo indietro, ma di lato.

Secondo il Corriere della Sera, però, l’imprenditore marchigiano, che con la famiglia controlla il 61,5% della società, resta ben saldo nel suo ruolo. Il suo obiettivo, però, sarebbe quello - un giorno - di “essere meno coinvolto nel day by day, per occuparsi delle strategie”. Il resto, per Della Valle, sono “tutte fesserie”.

 

L’europarlamento contro la Bce: ‘Sulle sofferenze decidiamo noi’ (La Repubblica)

Il quotidiano scrive che sarebbe partita la controffensiva contro le nuove regole Bce sui crediti deteriorati in pancia alle banche europee. Nelle prossime ore arriverà un parere legale del servizio giuridico dell’Europarlamento che dovrebbe indicare che “la vigilanza di Francoforte guidata da Daniéle Nouy esonda dal suo mandato proponendo il nuovo set di regole che imporrà agli istituti di credito pesanti accantonamenti in bilancio per coprire i crediti inesigibili”.

La Repubblica ricorda che le proposte di Francoforte imporrebbero alle banche di accantonare dal 2018 il 100% del valore dei crediti deteriorati.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: rassegna stampa
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »