NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » Rassegna stampa economica del 7 dicembre 2017

Rassegna stampa economica del 7 dicembre 2017

di Mauro Introzzi 7 dic 2017 ore 07:30 Le news sul tuo Smartphone

Aumento di capitale, promosso il rolling: gli arbitraggi spengono le fiammate anomale (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico mette sotto la lente il cosiddetto modello rolling, nell’ambito degli aumento di capitale iperdiluitivi, appena testato - per la prima volta in Italia - nell’operazione di aumento di capitale di Banca Carige. 

Secondo quanto scrive il Sole24Ore “l’abbaglio degli aumenti iperdiluitivi - quelli che cioè prevedono l’emissione di un quantitativo enorme di nuove azioni che fanno scomparire le vecchie - non ci sarà più”.

Il rolling permette infatti agli arbitraggi di operare, consentendo loro di ottenere le azioni di nuova emissione prima che l’operazione sia terminata e riequilibrando quindi l’offerta. E nel caso di Carige “il sistema ha funzionato senza intoppi” con un 16% circa stimato di nuove azioni scambiate anticipatamente.


Eni, pronti 4,7 mld in Mozambico (MF)

Il quotidiano finanziario mette sotto la lente Eni. Il cane a sei zampe ha annunciato ieri il closing del finanziamento destinato all’impianto Flng di Coral South, in Mozambico, per un importo di 4,675 miliardi di dollari. L’operazione copre il 60% dell’investimento ed è stata realizzata grazie a un pool di 15 banche, tra cui UBI Banca e Unicredit, e 4 agenzie di credito all’esportazione per l’avallo.

Secondo quanto riporta MF “la piattaforma galleggiante Coral South è il primo progetto interamente approvato e finanziato dai partner dell’Area 4 per lo sviluppo delle immense risorse di gas scoperte da Eni e dai suoi partner nel bacino di Rovuma, al largo del Mozambico. Il solo giacimento di Coral ne contiene per 450 miliardi di metri cubi. Il progetto prevede la produzione e la commercializzazione del gas estratto nella parte meridionale del giacimento. Il giacimento entrerà in produzione nel 2021”.

 

Le Poste alzano il velo su 2,4 miliardi di acquisti (Corriere della Sera)

Il Corriere della Sera scrive che Poste Italiane ha deciso di rendere pubblici i dati su forniture e gare delle grandi aziende, informazioni che saranno condivise con la Guardia di Finanza. Si tratta, secondo il quotidiano, di una scelta di trasparenza che, finora, nessuna società quotata in Italia ha adottato.

In pratica, spiega il Corriere della Sera, il gruppo guidato da Matteo Del Fante ha deciso di introdurre un modello di lavoro con i propri fornitori del tutto nuovo: un universo di contratti e bandi di gara per acquisti (pari a circa 2,4 miliardi di euro all’anno) “verrà puntualmente travasato nella sezione online di Poste”.

 

Carige: 'bene l’aumento. Adesso possiamo puntare alle nozze' (La Repubblica)

Il quotidiano ha riportato le parole pronunciate a margine dell’esito dell’aumento di capitale da parte di Paolo Fiorentino, amministratore delegato di Banca Carige.

L’operazione si è chiusa con la sottoscrizione del 66% del totale offerto, ma l’inoptato è già “prenotato” da Credito Fondiario, Chenavari, Sga, Malacalza e Volpi. Il manager si è detto soddisfatto dell’esito della ricapitalizzazione, visto che “gli azionisti storici hanno fatto la loro parte, i piccoli non hanno lasciato la banca e nuovi investitori si sono affacciati nel capitale”.

Ora la banca procederà con la cessione degli immobili, dopo la sede di Milano. E Fiorentino crede che “saranno centrati tutti gli obiettivi, rispettando peraltro ciò che è stato fissato nel piano industriale”.

Una volta che sarà completato il piano industriale e concluso il rafforzamento patrimoniale Carige potrebbe partecipare al processo di consolidamento del settore, magari cercando un partner.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: rassegna stampa
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »