NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » Rassegna stampa economica del 4 ottobre 2017

Rassegna stampa economica del 4 ottobre 2017

di Mauro Introzzi 4 ott 2017 ore 07:03 Le news sul tuo Smartphone

Enel Gp pronta a entrare in Etiopia (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico scrive che Enel Green Power punterebbe a crescere ancora nel continente africano e dopo aver fatto il proprio ingresso in Sudafrica e Marocco avrebbe messo il suo mirino sull’Africa subsahariana.

Il Sole24Ore scrive infatti che il prossimo step, a breve termine, potrebbe essere il debutto in Etiopia. Lo stesso amministratore delegato della società, Antonello Cammisecra, ha dichiarato che il gruppo delle rinnovabili di casa Enel è in attesa che il governo etiope decida l’aggiudicazione di una gara per 130 mw di fotovoltaico. Enel Green Power è poi in attesa di un secondo bando, sempre in quella regione: una gara organizzata nell’ambito del programma Scaling Solar della Banca Mondiale. 

Il quotidiano scrive infine che la successiva tappa sarà nell’Africa occidentale: in Ghana, Senegal e Costa d'Avorio. 

 

Carige, obbligazionisti verso il sì (MF)

Secondo il quotidiano finanziario i possessori di bond subordinati di Banca Carige starebbero in procinto di confermare la loro adesione alla proposta di conversione in titoli senior.

Secondo MF, infatti, è difficile che i grandi bondholder subordinati, come Unipol o Generali, respingano la proposta contemplata nell’offerta Lme (Liability Management Exercise), “mettendo a rischio un’operazione che è vitale per la messa in sicurezza della banca e che ha già registrato una prima apertura da parte di un investitore istituzionale di peso”. Il quotidiano si riferisce a Unipol: il gruppo assicurativo bolognese è orientato ad aderire al piano di Lme.

 

Amazon nel mirino Ue. Verso una multa record per evasione fiscale (Corriere della Sera)

Il quotidiano scrive, riprendendo una notizia comparsa sul  Financial Times, che dovrebbe arrivare oggi, dalla Commissione Europea, una multa per Amazon per un illegale sistema di vantaggi fiscali di cui la società americana ha goduto per anni quando la sede era in Lussemburgo.

Il Corriere ricorda che la multa ad Amazon sarebbe la quarta su dodici dossier fiscali della Ue: finora i provvedimenti sono stati presi contro Apple (13 miliardi di multa per l’evasione delle tasse in Irlanda con il sistema del double irish), Starbucks in Olanda e Fiat in Lussemburgo. 

 

Energia, la denuncia dell’Autorità: troppe tasse occulte in bolletta (La Repubblica)

Il quotidiano riporta quanto emerso dai lavori preparatori dell’ultima relazione dell’Autorità dell’energia sulle bollette degli italiani. 

Dall’osservatorio emerge che è necessaria una bolletta più trasparente e meno pesante. E che “è ora che i consumatori capiscano cosa stanno pagando attraverso le loro fatture bimestrali”.

La Repubblica scrive infatti che nonostante i prezzi del kwh siano scesi (dimezzandosi dal 2012 ad oggi) gli utenti se ne sarebbero accorti appena, perché la materia prima elettricità pesa per 47% della tariffa effettivamente pagata, e nel metano si scende a meno del 40%. 

Negli anni le bollette “sono diventate un canale diretto tra le casse dello Stato e i conti correnti degli italiani” visto che - elenca il quotidiano - finanziano gli incentivi alle rinnovabili, la spesa per le centrali nucleari da dismettere, il risparmio energetico, ma anche gli sgravi alle ferrovie, alle grandi industrie energivore e a tutte le società elettriche delle piccole isole.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: rassegna stampa
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »