NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » Rassegna stampa economica del 20 marzo 2017

Rassegna stampa economica del 20 marzo 2017

di Mauro Introzzi 20 mar 2017 ore 09:04 Le news sul tuo Smartphone

Cosa cambia dopo il rialzo della Fed (Plus - Il Sole24Ore)

L’inserto settimanale del quotidiano economico ha chiesto agli esperti cosa cambierà sui mercati dopo il recente rialzo dei tassi della Federal Reserve del 15 marzo. Si tratta del terzo ritocco verso l’alto dei saggi di riferimento, arrivati nel range 0,75-1%, prima di altri 2, nel corso del 2017, con un normalizzazione che procederà in maniera graduale.

Questa mossa potrebbe non dare ulteriore spinta al dollaro, che sarebbe già oltre il suo valore di equilibrio di medio periodo. A beneficiarne sarebbero invece i Paesi emergenti, “che traggono vantaggio da un indebolimento del dollaro essendo molto esposti al biglietto verde”.

Il rialzi della Fed possono contagiare anche il reddito fisso del Vecchio Continente. E in Italia - secondo Plus - il livello del 2,3%, intorno al quale si muove il decennale italiano, appare un vero e proprio spartiacque.

 

Superstar dello Star (Milano Finanza)

Il settimanale finanziario celebra il paniere italiano delle società ad alti requisiti, lo Star, a 15 anni dalla sua nascita. L’indice, dal suo debutto, ha guadagnato il 210% battendo tutti gli indici mondiali, tanto che Milano Finanza lo ribattezza Super Star. Tra i suoi componenti non sono rari tassi di crescita a tre cifre.

Lo Star raccoglie 71 società ad alti requisiti sotto il profilo di trasparenza, informazione e liquidità e ha dimostrato, secondo il settimanale, che la qualità premia.

Una spinta ulteriore al segmento potrebbe arrivare in queste settimane dall’introduzione dei Pir. Secondo alcuni studi i volumi degli scambi giornalieri sul segmento Star dovrebbero crescere tra il 5% e 10% nei 5 anni proprio per effetto dei Pir.

 

Il bonus alle mamme annunciato e scomparso. È caccia agli 800 euro (La Repubblica)

Il quotidiano evidenzia come il bonus mamma domani, che dal 1° gennaio 2017 avrebbe dovuto garantire un contributo di 800 euro alle mamme per le prime spese legate alla nascita di un bambino, come esami pre parto, farmaci, passeggino, culla e vestitini, non sarebbe ancora attivo. Come riporta il quotidiano ad oggi, infatti, “del modulo per fare domanda non c’è neanche l’ombra”.
A fine febbraio sull’home page del sito dell'Istat è spuntata una prima circolare che definiva nel dettaglio la platea dei beneficiari. Poi ne è arrivata una seconda, ma ad oggi mancano ancora indicazioni sulle modalità per la richiesta.
La Repubblica riporta che i fondi stanziati nella legge di Bilancio per la misura sono importanti, 600 milioni di euro per il 2017, che dovrebbero garantire il bonus di 800 euro a 750 mila famiglie.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: rassegna stampa
da

SoldieLavoro

Il congedo matrimoniale dal lavoro

Il congedo matrimoniale dal lavoro

Grazie al congedo matrimoniale il lavoratore, dopo aver contratto un matrimonio di validità civile, può assentarsi dal lavoro senza utilizzare le sue ferie Continua »

da

ABCRisparmio

730 precompilato: istruzioni per l'uso

730 precompilato: istruzioni per l'uso

Dal 18 aprile 2017 sul sito delle agenzie delle entrate sarà disponibile il modello 730 precompilato. Una semplificazione per la dichiarazione dei redditi Continua »