NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » economia politica » La Grecia si prepara al 20 agosto

La Grecia si prepara al 20 agosto

La Grecia ha collocato titoli di stato con scadenza a tre mesi per un ammontare di 4 miliardi di euro. Queste risorse serviranno per rimborsare il bond in scadenza il 20 agosto

di Edoardo Fagnani 17 ago 2012 ore 13:46
Grecia
La Repubblica di mercoledì 15 agosto ha riportato la notizia che la Grecia ha collocato titoli di stato con scadenza a tre mesi per un ammontare di 4 miliardi di euro. Il rendimento dei titoli è stato fissato al 4,43%. Queste risorse serviranno per rimborsare il bond in scadenza il 20 agosto.
Secondo quanto riportato dalla stampa straniera il primo ministro greco, Antonis Samaras, sarebbe intenzionato a chiedere più tempo per mettere in pratica i tagli al bilancio fissati con l’Unione Europea.
La Repubblica di venerdì 17 agosto ha messo in evidenza che, nonostante la calma sui mercati finanziari, resta molto labile l’equilibrio tra gli stati appartenenti all’Unione Europea. Il problema resta sempre la situazione della Grecia. Il quotidiano, infatti, ha segnalato che i quattro miliardi di euro raccolti martedì nell’asta dei titoli di stato con tassi molto elevati, serviranno appena per pagare alla BCE il prestito che scadrà lunedì 20 agosto. Inoltre, il premier Antonis Samars fatica a trovare gli 11,5 miliardi chiesti per sbloccare gli aiuti finanziari per un ammontare di 31 miliardi di euro, risorse necessarie per evitare il default dello stato ellenico.

Alitalia
Alitalia ha ribadito di non essere interessata a rilevare le attività di WindJet alle attuali condizioni economiche.
MF di venerdì 17 agosto ha riportato la notizia che AdR, la società che gestisce gli aeroporti di Roma, ha portato in tribunale diverse compagnie aeree, accusate di non aver pagato l’utilizzo del sistema di trasporto dei bagagli all’aeroporto Leonardo da Vinci. Tra queste compagnie c’è anche Alitalia.

Seat Pagine Gialle
Nel contesto del processo relativo alla ristrutturazione dell'indebitamento finanziario del gruppo facente capo a Seat Pagine Gialle, la società ha annunciato che l'accordo denominato "scheme of arrangement" proposto ai sensi della Part 26 dell'English Companies Act 2006 è stato approvato da più del 97% per valore di ciascuna classe di creditori presenti e votanti alle relative adunanze dei creditori. Tale percentuale rappresenta più della maggioranza per teste di ciascuna classe di creditori e pertanto le soglie di consenso necessarie all'approvazione dello scheme da parte dei creditori sono state raggiunte. 
Nel contesto della ristrutturazione dell'indebitamento finanziario del gruppo di Seat Pagine Gialle, la società ha comunicato che la Corte inglese ha omologato l'accordo denominato "scheme of arrangement".  L'omologa dello Scheme consentirà a Seat Pagine Gialle di procedere verso la ristrutturazione dell'indebitamento finanziario derivante dal contratto di finanziamento sottoscritto il 25 maggio 2005 e rappresenta un importante passo in avanti nel processo di ristrutturazione dell'indebitamento finanziario della società.

da

Soldi e Lavoro

Cgil: lavora solo un italiano su due

Cgil: lavora solo un italiano su due

Meno di un italiano su 2 ha un impiego. L'italia ha un tasso di occupazione del 48,7%, superiore solo a quello della Grecia. In un'infografica il tasso di occupazione in Italia Continua »

da

ABC Risparmio

Rapporto Svimez 2014: sud Italia sempre più povero

Rapporto Svimez 2014: sud Italia sempre più povero

Una terra a rischio di desertificazione industriale e umana, dove si continua a perdere lavoro, emigrare, non fare figli e impoverirsi. In cinque anni perso il 13,5 del prodotto interno lordo Continua »