NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » economia politica » La crescita in Europa resterà debole - Mario Draghi

La crescita in Europa resterà debole - Mario Draghi

di Edoardo Fagnani 5 lug 2012 ore 16:45 Le news sul tuo Smartphone
Nel corso della consueta conferenza stampa a commento delle decisioni di politica monetaria, il numero uno della BCE, Mario Draghi, ha segnalato che la crescita dell’area Euro resta debole e ha subito un ulteriore rallentamento, anche se non esclude una debole ripresa entro la fine del 2012.
Draghi ha aggiunto che le pressioni sui prezzi si sono ulteriormente indebolite. Il banchiere ritiene che l’inflazione possa attestarsi intorno al 2%, per scendere sotto questo livello nel 2014. Di conseguenza, secondo il banchiere, nel breve-medio termine non ci sarebbero rischi di ripresa dell’inflazione.

Tutti gli articoli su: mario draghi , bce

da

Soldi e Lavoro

La cassa integrazione nel primo trimestre 2014

La cassa integrazione nel primo trimestre 2014

Esplode la richiesta di Cig, con oltre 100 milioni di ore registrate lo scorso mese, ben oltre gli 80 milioni mediamente conteggiati da gennaio 2009 ad oggi. In un'infografica i dati Cgil sulla Cig Continua »

da

ABC Risparmio

Più di un milione le famiglie senza reddito

Più di un milione le famiglie senza reddito

Cresce ancora il numero di famiglie senza reddito da lavoro. Secondo l'Istat sarebbero 1,13 milioni i nuclei in cui tutti i componenti attivi che partecipano al mercato del lavoro sono disoccupati Continua »