NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » Azioni Italia » Zucchi, il board vara l'aumento di capitale

Zucchi, il board vara l'aumento di capitale

di Mauro Introzzi 23 dic 2010 ore 08:51 Le news sul tuo Smartphone
Il consiglio di amministrazione di Zucchi ha deliberato di proporre all’assemblea un aumento di capitale scindibile a pagamento, con emissione di warrant, per un valore complessivo pari di poco superiore ai 30 milioni di euro.

L'operazione sarà così suddivisa: 
- 15 milioni circa arriveranno mediante emissione di circa 150 milioni di azioni ordinarie da liberarsi in denaro ad un prezzo pari a 0,10 euro, offerte in opzione ai soci in ragione di 27 nuove azioni ordinarie ogni cinque azioni ordinarie vecchie possedute o azioni di
risparmio possedute, con attribuzione gratuita di un warrant “Vincenzo Zucchi 2011-2014” ogni azione sottoscritta
- 15 milioni circa a servizio dell’emissione di circa 150 milioni di warrant “Vincenzo Zucchi 2011-2014” di cui al punto precedente da assegnarsi gratuitamente ai soci in ragione di 1 warrant per ogni azione acquisita in esecuzione dell’aumento di capitale di cui al punto precedente. Tali warrant potranno essere esercitati a partire dal quindicesimo giorno successivo alla quotazione e sino al 31 dicembre 2014.
Ogni due warrant daranno diritto di sottoscrivere un’azione al prezzo di sottoscrizione di 0,2 euro per azione.

Secondo quanto riporta la nota di Zucchi questa operazione "è finalizzata ad assicurare alla società una struttura finanziaria e patrimoniale maggiormente equilibrata ed è parte integrante di un piano di riequilibrio che prevede anche la ristrutturazione del debito finanziario con le banche per consentire alla Società di riportare gradualmente l’esposizione debitoria di gruppo su livelli coerenti con le attuali dimensioni operative".
Tutti gli articoli su: zucchi , aumenti di capitale Quotazioni: ZUCCHI SPA

da

Soldi e Lavoro

Assunzioni: le figure più richieste nel 2014

Assunzioni: le figure più richieste nel 2014

Economisti e ingegneri elettronici si confermano anche per il 2014 al top della domanda di profili di laureati espressa dalle imprese. In un'infografica i dati di Unioncamere sulle assunzioni previste Continua »

da

ABC Risparmio

Come sono andate in Italia spesa pubblica e tasse dal '97 ad oggi

Come sono andate in Italia spesa pubblica e tasse dal '97 ad oggi

Tra il 1997 e il 2014 entrate fiscali e spesa pubblica hanno corso più velocemente dell’economia. Lo sostiene la CGIA. I dati sono a prezzi correnti, incorporano l’inflazione. Continua »