NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Veneto Banca e la Popolare di Vicenza richiedono la ricapitalizzazione precauzionale

Veneto Banca e la Popolare di Vicenza richiedono la ricapitalizzazione precauzionale

di Edoardo Fagnani 19 mar 2017 ore 19:23 Le news sul tuo Smartphone

venetobanca-popvicenza_1Con riferimento al nuovo Piano industriale 2017-2021 attualmente in corso di finalizzazione - già sottoposto alle Autorità di Vigilanza - nel quale è previsto un progetto di fusione tra Veneto Banca e la Popolare di Vicenza unitamente a un intervento di rafforzamento patrimoniale da realizzarsi nel 2017, le due banche, nell’ambito delle modalità di reperimento dei capitali necessari ad implementare la citata ricapitalizzazione, hanno comunicato al Tesoro, alla Banca d’Italia e alla BCE l’intenzione di accedere al sostegno finanziario straordinario e temporaneo da parte dello Stato italiano (“ricapitalizzazione precauzionale”).

 

Inoltre, in riferimento all’Offerta Transattiva rivolta agli azionisti della Popolare di Vicenza attualmente in corso, ad oggi si sono registrate 65.505 manifestazioni di interesse (pari al 68,8% delle azioni oggetto del perimetro) a fronte delle quali sono stati già sottoscritti 52.865 accordi transattivi (pari al 49,6% delle azioni in perimetro).

In relazione all’Offerta Transattiva rivolta agli azionisti di Veneto Banca attualmente in corso è stato contattato oltre il 96% del totale azioni in perimetro: i soci che hanno aderito sono circa il 66%, essi rappresentano circa il 54% delle azioni.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: veneto banca , popolare vicenza
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »