NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Unicredit, le indicazioni di Goldman Sachs e Jefferies

Unicredit, le indicazioni di Goldman Sachs e Jefferies

Goldman Sachs ha rivisto la politica dei dividendi di Unicredit per i prossimi esercizi. Il profilo di investimento è caratterizzato da forte crescita ed elevata volatilità

di Edoardo Fagnani 23 set 2016 ore 14:36

Su Unicredit sono arrivate le indicazioni positive di due banche d’affari: Goldman Sachs e Jefferies.

UNICREDIT, RATING E TARGET PRICE DI GOLDMAN SACHS

Goldman Sachs ha aumentato da 3,5 euro a 3,8 euro il prezzo obiettivo su Unicredit e ha inserito la banca nella propria lista di titoli preferiti, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per il triennio 2016/2018. Nel dettaglio, gli analisti stimano che la banca guidata da Jean-Pierre Mustier possa chiudere l’esercizio in corso con un utile per azione di 0,36 euro, rispetto alla precedente stima di 0,31 euro; per l’esercizio successivo Goldman Sachs ha migliorato la previsione da 0,44 euro a 0,5 euro.
La banca d’affari stima che Unicredit necessiti di un aumento di capitale nell’ordine dei 9,2 miliardi di euro per incrementare dal 10,4% al 12% il Common Equity Tier 1; tuttavia, gli esperti ritengono che l’ammontare dell’aumento di capitale potrà essere ridotto drasticamente nel caso in cui la banca riuscirà a vendere gli asset considerati non strategici.
unicredit3Di conseguenza, Goldman Sachs ha rivisto la politica dei dividendi di Unicredit per i prossimi esercizi. Nel dettaglio, gli analisti stimano che, con riferimento all’esercizio 2016, l’istituto non distribuirà alcuna cedola. Secondo gli esperti, il dividendo tornerà a essere distribuito a partire dall’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2017, grazie a alle azioni di contenimento dei costi che saranno messe in atto dal nuovo management; Goldman Sachs stima una cedola pari a 0,2 euro per azione, che agli attuali livelli di prezzo garantirebbe un rendimento nell’ordine del 9,5%. Gli analisti prevedono che nell’esercizio successivo il dividendo di Unicredit possa salire a 0,24 euro per azione, pari a un rendimento superiore all’11%.
Goldman Sachs segnala che il profilo di investimento in Unicredit è caratterizzato da forte crescita ed elevata volatilità in rapporto alla media delle principali banche europee. Tra i rischi che potrebbero influenzare la performance del titolo a Piazza Affari, la banca d’affari segnala il possibile contagio da un possibile bail-in per banche più piccole; altri rischi potrebbero arrivare dall’instabilità politica in Italia e da un possibile peggioramento della qualità degli asset.

UNICREDIT, RATING E TARGET PRICE DI JEFFERIES

Jefferies ha iniziato la copertura su Unicredit con un target price di 2,75 euro e l’indicazione di acquisto delle azioni.
Gli analisti segnalano che la soluzione ottimale per rafforzare la solidità patrimoniale dell’istituto sarebbe un aumento di capitale nell’ordine degli 11 miliardi di euro.

Tutti gli articoli su: unicredit , goldman sachs , jefferies Quotazioni: UNICREDIT UNICREDIT
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Un reddito uguale per tutti, ricchi e poveri, non soggetto a condizioni o prove. E nemmeno a promesse di impegno lavorativo. E' questo, il reddito di cittadinanza Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »