NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » Azioni Italia » Servizi Italia, le indicazioni di Intermonte

Servizi Italia, le indicazioni di Intermonte

Gli analisti di Intermonte hanno ritoccato al rialzo le stime sull’utile per azione di Servizi Italia per il biennio 2012/2013, dopo la diffusione dei risultati semestrali

di Redazione Soldionline 23 ago 2012 ore 14:21
Dopo la diffusione dei risultati semestrali gli analisti di Intermonte (specialist della società al segmento STAR) hanno confermato la valutazione su Servizi Italia. Gli esperti, in un’analisi datata 10 agosto, hanno ribadito il target price di 4,5 euro e il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato).

Nel primo semestre del 2012 la società, quotata al segmento STAR e attiva nel settore dei servizi integrati rivolti alla sanità, ha realizzato ricavi per 104,02 milioni di euro, in crescita del 3,8% rispetto ai 100,24 milioni ottenuti nella prima metà dello scorso anno. A parità di perimetro l’aumento dei ricavi sarebbe stato limitato allo 0,5%.
Più consistente il miglioramento del margine operativo lordo, che è salito da 27,7 milioni a 30,6 milioni di euro (+10,5%). Di conseguenza, la marginalità è cresciuta dal 27,6% al 29,4%.
Servizi Italia ha terminato il semestre con un utile netto di 5,5 milioni di euro, in forte miglioramento rispetto ai 3,62 milioni dei primi sei mesi del 2011.
A fine giugno l’indebitamento netto del gruppo ammontava a 75,1 milioni di euro, in linea con i 74,9 milioni di inizio anno.

Gli analisti di Intermonte hanno ritoccato al rialzo le stime sull’utile per azione di Servizi Italia per il biennio 2012/2013, dopo la diffusione dei risultati semestrali, considerati migliori delle attese dal punto di vista della redditività e dell’indebitamento.
Nel dettaglio, gli analisti prevedono che la società possa chiudere l’esercizio in corso con ricavi per 217,6 milioni di euro, stima che si confronta con i 197 milioni ottenuti lo scorso esercizio. Il margine operativo lordo dovrebbe passare da 55 milioni a 65,3 milioni di euro, mentre l’utile netto dovrebbe balzare da 3 milioni a 11 milioni di euro, pari a un utile per azione adjusted di 0,4 euro. In precedenza, Intermonte stimava un utile per azione di 0,4 euro per il 2012.
Secondo gli esperti, le principali voci di conto economico dovrebbero crescere anche il prossimo esercizio. Per il 2013 Intermonte stima un giro d’affari 228,4 miliardi di euro, un margine operativo lordo di quasi 68,9 milioni e un utile netto di 13 milioni. L’utile per azione adjusted dovrebbe salire, quindi a 0,48 euro, rispetto alla precedente stima di 0,45 euro.
Intermonte prevede che Servizi Italia possa essere più generosa con i propri azionisti. La società dovrebbe assegnare un dividendo di 0,16 euro e di 0,192 euro con riferimento rispettivamente agli esercizi 2012 e 2013. Lo scorso 30 aprile l’azienda aveva staccato una cedola di 0,11 euro per azione.
Tutti gli articoli su: servizi italia Quotazioni: SERVIZI ITALIA

da

Soldi e Lavoro

Nel primo trimestre 2015 prospettive di assunzione in crescita

Nel primo trimestre 2015 prospettive di assunzione in crescita

ManpowerGroup Italia ha diramato oggi i dati riguardanti l’indagine trimestrale denominata “Previsioni Manpower sull’Occupazione” Continua »

da

ABC Risparmio

Quanto ci costa la tassa sui rifiuti

Quanto ci costa la tassa sui rifiuti

Secondo i calcoli del centro studi di Federconsumatori sulla Tari pagata nei Comuni, la spesa media annua è aumentata del 2,84%. Rispetto al 2010, l'aumento è stato del 20,65% Continua »