NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » Azioni Italia » Prosegue il rialzo di Piazza Affari: Fondiaria e Unipol KO

Prosegue il rialzo di Piazza Affari: Fondiaria e Unipol KO

Nessun sussulto dall’asta dei BOT semestrali, che sono riusciti a spuntare un rendimento di poco inferiore al 2,5%. Ancora una seduta positiva per i bancari

di Edoardo Fagnani 27 lug 2012 ore 17:56
Piazza Affari ha chiuso l’ultima seduta della settimana con gli indici in territorio positivo, dopo le indiscrezioni riportate dal quotidiano francese Le Monde, secondo cui il fondo salva-stati EFSF e la BCE starebbero preparando un'azione coordinata per sostenere i mercati di Spagna e Italia. Nessun sussulto dall’asta dei BOT semestrali, che sono riusciti a spuntare un rendimento di poco inferiore al 2,5%. Buona la richiesta per i titoli. Ancora una seduta positiva per i bancari, dopo i forti rialzi registrati ieri. Male Fondiaria-SAI, più volte sospesa per eccesso di ribasso, e Unipol. Seduta spumeggiante per Pirelli.
Il FTSEMib ha registrato un rialzo del 2,93% a 13.597 punti, molto vicino al massimo di 13.611 punti. Il FTSE Italia All Share ha recuperato il 2,15% a 14.555 punti. Performance contrastate per il FTSE Italia Mid Cap (-6,1%) e il FTSE Italia Star (+1,33%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 1,97 miliardi di euro, rispetto ai 2,15 miliardi di ieri. Su 315 titoli trattati, 228 hanno terminato la giornata con un rialzo, mente i segni meno sono stati 72. Invariate le restanti 15 azioni.
L’euro ha sfiorato gli 1,24 dollari. L’oro è salito a 1.625 dollari.

CONSULTA tutte le quotazioni dei titoli del FTSE MIB


Ancora una seduta positiva per i bancari, dopo i forti rialzi registrati ieri
.
IntesaSanpaolo ha guadagnato il 2,11% a 0,9905 euro. L’istituto guidato da Enrico Cucchiani ha comunicato che l’operazione di riacquisto dei titoli subordinati si è conclusa con l’acquisto di titoli per un ammontare di 1,5 miliardi di euro.
Unicredit ha registrato un progresso del 4,64% a 2,704 euro.
Ottime performance anche per Mediobanca (+4,93% a 2,68 euro) e la Popolare dell’Emilia Romagna (+6,25% a 3,432 euro).

Male la galassia Ligresti. Fondiaria-SAI ha lasciato sul terreno il 57,7% a 1,438 euro, dopo alcune sospensioni per eccesso di ribasso. Il prezzo delle azioni si sta avvicinando al valore dei titoli emessi nell’ambito dell’aumento di capitale (un euro). L’operazione terminerà mercoledì 1° agosto.
In decisa flessione anche Unipol (-10,7% a 2,326 euro). La compagnia ha comunicato di non essere a conoscenza di alcun "presunto accordo" stipulato tra i precedenti azionisti di riferimento di Premafin e Mediobanca, nell'ambito del progetto di integrazione di Unipol con Premafin.

Performance positive per i petroliferi. Eni è salita del 3,1% a 16,63 euro. In progresso anche Saipem (+2,25% a 37,73 euro) e Tenaris (+1,75% a 15,66 euro). Segno più per Saras (+1,03% a 0,879 euro) ed Erg (+2,57% a 5,595 euro).
Enel ha terminato la giornata con un rialzo del 2,94% a 2,244 euro. La controllata spagnola Endesa ha chiuso il primo semestre del 2012 con ricavi per 16,7 miliardi di euro, in aumento del 3,1% rispetto al risultato dello stesso periodo dello scorso anno. La società ha terminato i primi sei mesi dell’anno con un utile netto di 1,15 miliardi di euro, il 10,7% in meno rispetto al primo semestre del 2011. A fine giugno l’indebitamento di Endesa era sceso a 10,47 miliardi.
Hera è salita dell’1,77% a 0,98 euro. Gli analisti di Cheuvreux hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo sulla municipalizzata, portandolo da 1,5 euro a 1,55 euro, in seguito al miglioramento della stima sull’utile per azione per il 2014. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato).

Qualche spunto interessante tra gli editoriali. Mondadori ha messo a segno un rialzo del 4,84% a 0,877 euro. Dopo la diffusione dei risultati semestrali gli analisti di Exane hanno tagliato da un euro a 0,7 euro il prezzo obiettivo sul gruppo di Segrate. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Undrerperform” (farà peggio del mercato).
Telecom Italia Media ha registrato un frazionale progresso dello 0,21% a 0,1453 euro. La società ha terminato il primo semestre del 2012 con ricavi per 119,4 milioni di euro, in leggera crescita rispetto ai 118,2 milioni realizzati nella prima metà dello scorso anno. L’azienda ha terminato il semestre con una perdita netta di 35 milioni, in forte aumento rispetto al passivo di 18,5 milioni dei primi sei mesi del 2011. Telecom Italia Media dovrebbe chiudere il 2012 con un margine operativo lordo negativo.

Tutti gli articoli su: piazza affari , fondiaria sai , unipol , pirelli Quotazioni: PIRELLI E C UNIPOL UNIPOLSAI

da

Soldi e Lavoro

I falsi lavoratori autonomi secondo la Cisl

I falsi lavoratori autonomi secondo la Cisl

Secondo la Cisl continuano ad aumentare i casi in cui prestazioni da lavoro dipendente vengono camuffate da lavoro autonomo. In un'infografica i dati sui probabili falsi lavoratori autonomi in Italia Continua »

da

ABC Risparmio

Tasi 2014: quanto e quando si paga

Tasi 2014: quanto e quando si paga

Arrivano dal Governo le prime direttive a Comuni e contribuenti su come comportarsi con la nuova tassa sui servizi indivisibili. Entro il 16 giugno andrà pagato il 50% del totale dovuto. Continua »