NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Poste, i conti del 2016. Dividendo 2017 a 0,39 euro

Poste, i conti del 2016. Dividendo 2017 a 0,39 euro

Poste Italiane ha comunicato i conti relativi all’intero 2016. L’esercizio si è chiuso con una crescita di tutti i principali aggregati economico-finanziari

di Mauro Introzzi 15 mar 2017 ore 17:50

Poste Italiane ha comunicato i conti relativi all’intero 2016. L’esercizio si è chiuso con una crescita di tutti i principali aggregati economico-finanziari. Il board del gruppo ha deciso di proporre un dividendo di 0,39 euro per azione.

 

POSTE ITALIANE, I CONTI ECONOMICI DEL 2016

Poste Italiane ha chiuso il 2016 con ricavi totali, inclusivi dei premi assicurativi, in crescita del 7,7% rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio a 33,1 miliardi di euro.
poste-italiane-logoIl risultato operativo ha registrato un aumento del 18,3% rispetto agli 880 milioni del precedente esercizio attestandosi a 1,041 miliardi di euro. Secondo la nota della società l’incremento è correlato alla dinamica positiva dei ricavi, combinata con il contenimento dei costi operativi.
Così l’utile netto si è portato a 622 milioni di euro, in crescita del 12,7% rispetto ai 552 milioni del precedente esercizio.

 

POSTE ITALIANE, LA POSIZIONE FINANZIARIA NETTA A FINE 2016

La posizione finanziaria netta del gruppo presentava a fine 2016 un avanzo di 6,2 miliardi. La variazione segnala una contrazione rispetto all’avanzo di 8,7 miliardi al 31 dicembre 2015.

 

POSTE ITALIANE, DIVIDENDO 2017

Il consiglio di amministrazione proporrà all’assemblea la distribuzione di un dividendo di 0,39 euro per azione. Il monte dividendi risulta pari a circa 509 milioni a fronte di un utile netto di 622 milioni, in linea con la politica dei dividendi annunciata al mercato per il medesimo esercizio 2016, che prevede un payout pari almeno all’80% dell’utile netto consolidato.
Il consiglio di amministrazione propone di fissare il 19 giugno 2017 come data di stacco cedola e il 21 giugno 2017 come data di pagamento.

 

LE ATTESE DEGLI ANALISTI SUL 2016

Il consensus prevedeva per il gruppo guidato da Francesco Caio un giro d'affari superiore ai 32 miliardi di euro e un reddito operativo superiore al miliardo. L'utile era visto attestarsi attorno ai 600 milioni di euro. Il dividendo che il board proporrà all'assemblea era atteso a 0,38 euro dagli 0,34 euro staccati nel 2016 a valere sul bilancio 2015.

 

POSTE ITALIANE, LE OBBLIGAZIONI IN SCADENZA

In data 18 giugno 2018 è in scadenza il prestito obbligazionario emesso da Poste Italiane in data 18 giugno 2013 del valore nominale di 750 milioni di euro. Al 31 dicembre 2016 il prestito obbligazionario è iscritto ad un valore contabile di 761 milioni di euro.

Tutti gli articoli su: poste italiane , bilanci 2016 , dividendo Quotazioni: POSTE ITALIANE
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

REI (Reddito di inclusione sociale): cos’è e a chi spetta

REI (Reddito di inclusione sociale): cos’è e a chi spetta

Il REI è il nuovo sussidio introdotto a inizio marzo dal governo Gentiloni. Vediamo a chi spetta, requisiti e importo del reddito di inclusione sociale. Continua »

da

ABCRisparmio

Bonus Mamma domani: 800 euro per tutte. Richieste dal 4 maggio 2017

Bonus Mamma domani: 800 euro per tutte. Richieste dal 4 maggio 2017

Dal 4 maggio 2017 è possibile richiedere il bonus mamma domani. 800 euro, richiedibili negli ultimi mesi della gravidanza, per affrontare le prime spese per il nascituro Continua »