NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Mps, definito il burden sharing e l'aumento di capitale pubblico

Mps, definito il burden sharing e l'aumento di capitale pubblico

Sono state definite le misure di ripartizione degli oneri nell’ambito del salvataggio di Mps. Ecco i titoli che saranno convertiti e il valore delle nuove azioni Mps

di Mauro Introzzi 31 lug 2017 ore 08:07

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dei relativi decreti sono state definite le misure di ripartizione degli oneri nell’ambito del piano di salvataggio del Monte dei Paschi di Siena. Ecco i titoli che saranno convertiti in azioni e il valore delle nuove azioni Mps.

 

MPS, I DECRETI SU BURDEN SHARING E RICAPITALIZZAZIONE STATALE

Sono stati pubblicati in data 28 luglio, sulla Gazzetta Ufficiale, i decreti del Ministro dell’Economia e delle Finanze con cui sono stati disposti l’applicazione delle misure di ripartizione degli oneri (ossia il cosiddetto “burden sharing”) e l’aumento di capitale della banca a servizio della sottoscrizione delle azioni da parte dello stesso Tesoro.

 

LEGGI ANCHE: Burden sharing Mps, come funziona?

 

BURDEN SHARING MPS, I TITOLI CONVERTITI IN AZIONI

I decreti hanno individuato gli strumenti finanziari che verranno convertiti in azioni ordinarie della banca di nuova emissione. Eccoli in una tabella:

CODICE ISIN SERIE
IT0004352586 €2.160.558.000 Tasso Variabile Subordinato Upper Tier II 2008 – 2018
XS0122238115 €80,000 Noncumulative Floating Rate Guaranteed Trust Preferred Securities (Liquidation Preference €1,000 per Trust Preferred Security) guaranteed by Banca Antoniana Popolare Veneta S.C.p.a. a r.l. (the “ATV CT1 Securities”)
XS0131739236 220,000 Noncumulative Floating Rate Guaranteed Trust Preferred Securities (Liquidation Preference €1,000 per Trust Preferred Security) guaranteed by Banca Antoniana Popolare Veneta S.C.p.a. a r.l. (the “ATV CT2 Securities”)
XS0121342827 €350,000,000 7.990% Noncumulative Trust Preferred Securities (Liquidation Preference €1,000 per Trust Preferred Security) representing a corresponding amount of 7.990% Noncumulative Company Preferred Securities of MPS Preferred Capital I, L.L.C. guaranteed on a subordinated basis by Banca Monte dei Paschi di Siena (the “MPS CT1 Securities”)
XS0180906439 €699,999,999.52 Noncumulative Floating Rate Guaranteed Convertible FRESH Preferred Securities (Liquidation Preference €3.28 per FRESH Preferred Security) representing a corresponding amount of Noncumulative Floating Rate Guaranteed Convertible LLC Preferred Securities of MPS Preferred Capital II, LLC guaranteed on a subordinated basis by, and convertible into ordinary shares of, Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. (the “MPS CT2 Securities”)
XS0236480322 €500,000,000 Subordinated Floating Rate Notes due 2017
XS0238916620 €150,000,000 Subordinated Lower Tier II Floating Rate Notes due 2018
XS0391999801 €100,000,000 Subordinated 10NC5 Lower Tier II Notes due October 2018
XS0415922730 €500,000,000 Lower Tier II Subordinated 7.00 per cent. Notes due 2019
XS0503326083 €500,000,000 Lower Tier II Subordinated 5.00 per cent. Notes due 2020
XS0540544912 €500,000,000 Lower Tier II Subordinated 5.60 per cent. Notes due 2020



Le azioni di conversione avranno un prezzo unitario di 8,65 euro.

Le azioni rinvenienti dal burden sharing Mps saranno contraddistinte dal codice ISIN provvisorio IT0005276768 finché non sarà stato pubblicato il prospetto informativo finalizzato della loro quotazione a Piazza Affari. Dopo la pubblicazione di tale documentazione, attesa per il prossimo autunno, questi titoli azionari acquisiranno il codice ISIN delle azioni Montepaschi attualmente in circolazione, ovvero IT0005218752.

 

UN’ECCEZIONE: LA CONVERSIONE DEL TIER 2 2018

monte-dei-paschi-di-siene-logoLa nota dell’istituto senese indica che l’obbligazione "2.160.558.000 Tasso variabile Subordinato Upper Tier II 2008 - 2018" sarà convertita in azioni con codice ISIN provvisorio IT0005276776 per agevolare le operazioni di conversione (i cui termini saranno resi noti in autunno).

Se i titoli saranno trasferiti dai rispettivi titolari al di fuori della transazione (fatta eccezione per i trasferimenti mortis causa), le azioni derivanti dalla conversione del titolo Upper Tier II acquisiranno automaticamente i seguenti codici ISIN:

- IT0005276768, se il trasferimento avvenga prima della pubblicazione del prospetto di quotazione,
- IT0005218752, se il trasferimento avvenga successivamente alla pubblicazione del prospetto di quotazione.

In ogni caso, a fine del periodo di transazione, il codice ISIN delle azioni derivanti dalla conversione dell’Upper Tier II diverrà quello delle azioni Monte Paschi attualmente in circolazione, ossia IT0005218752.

 

RICAPITALIZZAZIONE MPS, LE AZIONI DESTINATE ALLO STATO

Le azioni del Monte dei Pasci che saranno riservate a ministero del Tesoro saranno emesse ad un prezzo unitario di 6,49 euro e saranno contraddistinte dal codice ISIN provvisorio IT0005276768. Anche in questo caso i titoli prenderanno poi l’ISIN delle azioni di Monte dei Paschi di Siena attualmente in circolazione, ossia IT0005218752.

 

QUANDO SARANNO QUOTATE LE NUOVE AZIONI

Ma quando saranno ammesse a quotazione le nuove azioni, ossia quelle rivenienti dal burden sharing e quelle riservate al ministero dell’Economia e delle Finanze? La nota della banca specifica che i titoli di entrambe le categorie saranno quotate a seguito della pubblicazione del prospetto di quotazione, che come già specificato in precedenza è atteso per il prossimo autunno.

 

COME SARÀ IL CAPITALE DI MPS DOPO BURDEN SHARING E RICAPITALIZZAZIONE STATALE

A seguito del burden sharing e della ricapitalizzazione precauzionale, il capitale sociale di Monte dei Paschi sarà pari a circa 15,7 miliardi di euro, in rappresentanza di 1,14 miliardi circa di azioni ordinarie.

Il ministero del Tesoro sarà il primo azionista della banca, con una quota intorno al 55%. Tale partecipazione potrebbe salire fino al 70% dopo i rimborsi ai risparmiatori coinvolti nelle perdite dell'istituto.

Tutti gli articoli su: monte dei paschi di siena Quotazioni: BCA MPS
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »

da

ABCRisparmio

APE social 2018: a chi spetta e quali sono i requisiti per ottenerla

APE social 2018: a chi spetta e quali sono i requisiti per ottenerla

Ape social è un'indennità di accompagnamento alla pensione di vecchiaia. Vediamo a chi spetta, quali sono i requisiti e come fare la domanda Continua »