NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » Azioni Italia » Milano, scattano le vendite

Milano, scattano le vendite

Sono scattate le vendite su Monte dei Paschi di Siena, dopo il rally registrato nelle ultime sedute. Le voci relative a un aumento di capitale hanno innervosito RcsMediaGroup

di Edoardo Fagnani 22 ago 2012 ore 17:44
Chiusura negativa per Piazza Affari, dopo il forte rialzo registrato ieri. L’agenzia Fitch ha segnalato che la situazione italiana dipende molto da Mario Monti e soprattutto da chi ne prenderà il posto dopo di lui. In altri termini i rischi politici sono diventati più grandi di quelli economici. Intanto, l’asta dei titoli di stato tedeschi con scadenza a due anni ha dato come esito un rendimento nullo. Sono stati collocati titoli per poco più di 4 miliardi di euro. Giornata nervosa per i bancari: sono scattate le vendite su Monte dei Paschi di Siena, dopo il rally registrato nelle ultime sedute. Le voci relative a un prossimo aumento di capitale hanno innervosito RcsMediaGroup. In forte rialzo, invece, Risanamento.
Il FTSEMib ha registrato una flessione dell’1,1% a 15.161 punti, mentre il FTSE Italia All Share ha subito un ribasso dell’1,08% a 16.041 punti. Cali frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (-0,42%) e il FTSE Italia Star (-0,59%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è cresciuto a 1,93 miliardi di euro, rispetto agli 1,77 miliardi di ieri. Su 317 titoli trattati, 181 hanno terminato la giornata con un ribasso, mentre i segni più sono stati 119. Invariate le restanti 17 azioni.
L’euro si attesta a 1,245 dollari. L’oro ha toccato i 1.645 dollari.

CONSULTA tutte le quotazioni dei titoli del FTSE MIB


Giornata nervosa per i bancari.
Sono scattate le prese di beneficio su Monte dei Paschi di Siena. Il titolo dell’istituto toscano ha subito una flessione del 2,18% a 0,2381 euro. Secondo quanto riportato dalle agenzie stampa, la Consob avrebbe acceso un faro per analizzare il recente rialzo messo a segno dall’istituto toscano. L’organo di controllo del mercato azionario vuole monitorare gli scambi, per cercare di capire chi sta operando sulle azioni. Il quotidiano finanziario MF ha segnalato che, nonostante il clima vacanziero, nelle ultime sedute è passato di mano il 10,7% del capitale di Monte dei Paschi di Siena.
IntesaSanpaolo ha terminato la giornata con un rialzo dello 0,65% a 1,247 euro, mentre Unicredit ha ceduto l’1,72% a 3,202 euro.

Fondiaria-SAI ha perso l’1,06% a 1,024 euro. Secondo quanto riportato da alcune agenzie stampa, lunedì 27 agosto saranno riofferti i diritti inoptati relativi all’aumento di capitale della compagnia assicurativa.
Generali è scesa dello 0,78% a 11,45 euro. Secondo quanto riportato dalle agenzie stampa, la Consob avrebbe acceso un faro anche sulla compagnia triestina, dopo le indiscrezioni relative a una possibile cessione di alcune attività negli Stati Uniti.

Vendite sui petroliferi. Eni ha registrato una flessione dell’1,72% a 17,7 euro. Ribassi superiori al punto percentuale anche per Saipem (-1,24% a 38,12 euro) e Tenaris (-1,53% a 16,76 euro). Andamento opposto per Saras (+0,76% a 0,864 euro) ed Erg (-1,42% a 5,54 euro).

Tra gli editoriali spicca la flessione di RcsMediaGroup che ha perso l’1,5% a 0,559 euro. MF ha riportato la notizia che la società avrebbe allo studio un aumento di capitale da 400 milioni di euro, dopo che il primo semestre del 2012 si è chiuso con una maxiperdita di 427 milioni di euro. L’operazione dovrebbe essere preceduta da un raggruppamento azionario, nel rapporto di una nuova azione ogni dieci titoli attualmente in circolazione. La ricapitalizzazione potrebbe portare a una modifica dei rapporti di forza tra i soci di RcsMediaGroup, rafforzando la presa di Giuseppe Rotelli e di Diego Della Valle.

da

Soldi e Lavoro

Paesi Ue: cosa succede in caso di licenziamento

Paesi Ue: cosa succede in caso di licenziamento

Che cosa prevedono le leggi di Francia, Germania, Spagna, Regno Unito e Svezia in caso di licenziamento e quali tutele hanno i lavoratori Continua »

da

ABC Risparmio

Le nuove regole per pagare con il modello F24

Le nuove regole per pagare con il modello F24

Novità per i pagamenti con F24. Per tributi superiori ai 1.000 euro o qualora il modello presenti la compensazione di almeno un credito, l’F24 dovrà essere pagato online Continua »