NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » Azioni Italia » Milano: pari e patta!

Milano: pari e patta!

Seduta all’insegna dell’incertezza per Piazza Affari e per le principali borse europee. Torna il nervosismo sulla galassia Ligresti. Chiusura positiva per Unicredit

di Edoardo Fagnani 11 lug 2012 ore 17:53
Seduta all’insegna dell’incertezza per Piazza Affari e per le principali borse europee. La Germania ha collocato titoli di stato con scadenza a 10 anni per un ammontare complessivo di oltre 4,15 miliardi di euro. Il rendimento è stato fissato all’1,31%. Torna il nervosismo sulla galassia Ligresti: male Fondiaria-SAI, “vittima di una sospensione per eccesso di ribasso. Tra i bancari spicca la buona performance di Unicredit. Vendite su Mediaset e sulla galassia Fiat.
Il FTSEMib ha subito una minima flessione dello 0,05% a 13.861 punti. Stessa variazione per il FTSE Italia All Share che ha terminato la giornata a 14.818 punti. Ribassi frazionali anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,09%) e il FTSE Italia Star (-0,26%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 1,21 miliardi di euro, rispetto agli 1,44 miliardi di ieri. Su 307 titoli trattati, 170 hanno terminato la giornata con un ribasso, mentre le performance positive sono state 127. Invariate le restanti dieci azioni.
L’euro è sceso a 1,225 dollari. L’oro vale 1.575 dollari.

CONSULTA tutte le quotazioni dei titoli del FTSE MIB


Torna il nervosismo sulla galassia Ligresti, dopo le ottime performance registrate ieri
. Fondiaria-SAI ha terminato la giornata con una flessione del 4,89% a 63,25 euro, dopo essere stata sospesa per eccesso di ribasso, mentre Milano Assicurazioni è salita del 5,36% a 0,2613 euro. Vendite anche su Unipol (-3,18% a 14,32 euro).

Seduta discreta per i bancari.
Unicredit ha registrato un rialzo del 2,27% a 2,788 euro. Il consiglio d'amministrazione della banca ha dato il via libera alla riorganizzazione dell'istituto. Il numero uno di Unicredit, Federico Ghizzoni, ha parlato del fondo Pamplona, l'investitore istituzionale russo accreditato del 5% del capitale della banca, precisando che “non ci sono problemi”.
IntesaSanpaolo è salita del 2,16% a 1,042 euro.

Tra alti e bassi i petroliferi. Eni ha registrato un frazionale progresso dello 0,3% a 16,97 euro. Andamento opposto per Saipem (+0,2% a 35,3 euro) e Tenaris (-1,11% a 14,3 euro). In forte rialzo, invece, Erg (+1,99% a 5,38 euro) e Saras (+2,43% a 0,8835 euro).

Tutti gli articoli su: piazza affari , fondiaria sai , unicredit , fiat industrial Quotazioni: UNICREDIT UNIPOLSAI

da

Soldi e Lavoro

La cassa integrazione nel primo trimestre 2014

La cassa integrazione nel primo trimestre 2014

Esplode la richiesta di Cig, con oltre 100 milioni di ore registrate lo scorso mese, ben oltre gli 80 milioni mediamente conteggiati da gennaio 2009 ad oggi. In un'infografica i dati Cgil sulla Cig Continua »

da

ABC Risparmio

Lo spesometro entra nel vivo

Lo spesometro entra nel vivo

Il nuovo strumento in mano del Fisco per controllare le spese dei contribuenti inizia ad avere i primi dati su cui indagare. Avrà anche funzioni deterrenti, ma nel mirino andranno le spese più corpose Continua »