NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » Azioni Italia » Milano inarrestabile: vola MPS

Milano inarrestabile: vola MPS

Indici ancora in rialzo a Piazza Affari nell’ultima seduta della settimana. Con la performance odierna il FTSEMib è tornato ai livelli di inizio 2012. Non si è fermato il rally di Mediaset

di Edoardo Fagnani 17 ago 2012 ore 17:49
Indici ancora in rialzo a Piazza Affari nell’ultima seduta della settimana. Con la performance odierna il FTSEMib è tornato ai livelli di inizio 2012. Positive anche le principali borse europee. I mercati hanno beneficiato delle dichiarazioni di Angela Merkel. La cancelliera tedesca ha manifestato il proprio supporto al numero uno della BCE, Mario Draghi, impegnato a tutelare la stabilità della zona Euro. Ancora acquisti sui bancari, dove spicca il balzo di Monte dei paschi di Siena. Non si è fermato il rally di Mediaset. Oggi sono scaduti i contratti di opzione sulle azioni e sugli indici con termine ad agosto. Il valore di regolamento del FTSEMib è stato fissato a 15.100 punti.
Il FTSEMib ha registrato un progresso dell’1,3% a 15.125 punti, mentre il FTSE Italia All Share ha guadagnato l’1,16% a 16.015 punti. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+1,31%) e il FTSE Italia Star (+0,68%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è salito a 2,1 miliardi di euro, rispetto agli 1,79 miliardi di ieri. Su 322 titoli trattati, 211 hanno terminato la giornata con un rialzo, mentre le performance negative sono state 97. Le restanti 14 azioni sono rimaste ferme sui valori di chiusura di ieri.
L’euro è tornato a 1,23 dollari. L’oro si è stabilizzato a 1.620 dollari.

CONSULTA tutte le quotazioni dei titoli del FTSE MIB


Ancora acquisti sui bancari
.
Spicca il balzo di Monte dei Paschi di Siena che è salito del 17,6% a 0,216 euro, con volumi nettamente superiori alla media delle ultime trenta sedute. MF ha riportato le dichiarazioni del presidente dell’istituto toscano, Alessandro Profumo. Secondo il manager, la fondazione MPS, azionista di controllo della banca con una quota del 36,3% del capitale, dovrebbe ridurre ulteriormente la partecipazione. Inoltre, il manager ha dichiarato che, con il ritorno alla redditività, l’istituto potrà pensare di tornare a distribuire il dividendo.
Unicredit ha messo a segno un rialzo dell’1,54% a 3,17 euro. Nel corso di un’intervista pubblicata sul quotidiano La Repubblica, il numero uno della banca, Federico Ghizzoni, ha dichiarato che, sulla base dell’attuale situazione dei mercati, risulta molto difficile che banche internazionali siano interessate a investire in altri istituti di dimensioni significative. Di conseguenza, il manager ritiene che non vi siano pericoli di una scalata a Unicredit.
IntesaSanpaolo ha registrato un progresso dell’1,03% a 1,174 euro.
Performance decisamente positive anche per Mediobanca (+6,15% a 3,35 euro), la Popolare di Milano (+6,55% a 0,4 euro) e UBI Banca (+7,08% a 2,57 euro).

Non si è fermata la corsa di Mediaset (+2,94% a 1,613 euro). Secondo Il Sole24Ore ci sarebbero tre ipotesi per giustificare il recente rally del gruppo del Biscione: la ragione più semplice è quella di un rimbalzo tecnico, dopo che il titolo a metà giugno ha toccato il minimo storico a 1,14 euro. Tuttavia, non sono esclusi acquisti da parte di investitori esteri oppure della Fininvest, l’azionista di maggioranza di Mediaset. Tuttavia, la holding avrebbe precisato di non aver acquistato azioni del gruppo del Biscione.

da

Soldi e Lavoro

I falsi lavoratori autonomi secondo la Cisl

I falsi lavoratori autonomi secondo la Cisl

Secondo la Cisl continuano ad aumentare i casi in cui prestazioni da lavoro dipendente vengono camuffate da lavoro autonomo. In un'infografica i dati sui probabili falsi lavoratori autonomi in Italia Continua »

da

ABC Risparmio

Tasi 2014: quanto e quando si paga

Tasi 2014: quanto e quando si paga

Arrivano dal Governo le prime direttive a Comuni e contribuenti su come comportarsi con la nuova tassa sui servizi indivisibili. Entro il 16 giugno andrà pagato il 50% del totale dovuto. Continua »