NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » Azioni Italia » Mercati: l’analisi nel dettaglio

Mercati: l’analisi nel dettaglio

Come avevamo detto la scorsa settimana, c’era qualcosa che non tornava nella ripresa del movimento ribassista. C’erano elementi molto stringenti che davano conto di un arresto del trend

di Redazione Soldionline 30 lug 2012 ore 14:50
Di Fabio Pioli, trader professionista, presidente dell’ Associazione Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori e titolare di CFI Consulenza Finanziaria Indipendente (www.cfionline.it)

Come avevamo detto la scorsa settimana (articolo “Eppur si muove"), c’era qualcosa che non tornava nella ripresa del movimento ribassista.
C’erano elementi molto stringenti che davano conto di un arresto del trend ribassista di lungo periodo (iniziato nel dicembre 2007) che abbiamo evidenziato nei tre articoli precedenti.

In verità tali elementi permangono e risultano anzi rafforzati dai forti volumi in acquisto della settimana scorsa.

Facciamo però alcuni importanti distinguo tecnici perché, se è vero che siamo molto vicini ai minimi del trend ribassista, l’analisi di tutti i dettagli può fare la differenza nella precisione dell’operatività, che è vitale per il guadagno.

1) Si è verificata sul future una rottura del minimo relativo precedente di 12550 punti ( minimo nuovo: 12270 punti), e questo rappresenta un elemento da tenere in considerazione perché nei trend positivi si osservano minimi crescenti, non decrescenti (figura 1)
future-ftsemib
Fig 1. FtseMib Future – Grafico Daily

2) I massimi sono ancora decrescenti, e solo un superamento si 14550 punti rappresenterebbe sia un superamento dei massimi relativi sia una rottura di una trend line decrescente.
3) L’ “effetto panico”, che accompagna quasi invariabilmente ogni fine di movimento di bolla speculativa non si è ancora verificato.
4) Alcuni singoli titoli e alcuni indici (Dax in figura 2 e indici americani) sembrano già in uptrend considerando le onde di Elliott.
dax-future_2
Fig 2. Dax Future – Grafico Daily

Cosa ci farebbe sciogliere ogni riserbo operativo sull’inizio già ora di un trend rialzista e provocherebbe un segnale rialzista (non mi stancherò mai di ripetere la distinzione tra analisi e segnali)?
Un superamento di 14550 punti o una figura tecnica positiva in questa settimana genererebbero  un segnale rialzista chiaro inequivocabile e che vorremmo certamente prendere.

Strumenti di analisi: analisi volumi, supporti-resistenza statiche e dinamiche, onde di Elliott
Tutti gli articoli su: analisi tecnica

da

Soldi e Lavoro

I falsi lavoratori autonomi secondo la Cisl

I falsi lavoratori autonomi secondo la Cisl

Secondo la Cisl continuano ad aumentare i casi in cui prestazioni da lavoro dipendente vengono camuffate da lavoro autonomo. In un'infografica i dati sui probabili falsi lavoratori autonomi in Italia Continua »

da

ABC Risparmio

Tasi 2014: quanto e quando si paga

Tasi 2014: quanto e quando si paga

Arrivano dal Governo le prime direttive a Comuni e contribuenti su come comportarsi con la nuova tassa sui servizi indivisibili. Entro il 16 giugno andrà pagato il 50% del totale dovuto. Continua »