NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » IMMSI, i conti della prima metà del 2017

IMMSI, i conti della prima metà del 2017

di Mauro Introzzi 1 set 2017 ore 11:58 Le news sul tuo Smartphone

immsi_2IMMSI ha chiuso la prima metà dell'anno con ricavi consolidati pari a 779,7 milioni di euro, in incremento del 5,9% rispetto ai 736,1 milioni di euro registrati nel semestre 2016.


Il margine operativo lordo ha toccato i 122,5 milioni di euro, il miglior dato registrato nel primo semestre degli ultimi dieci anni, e in incremento del 24,5% rispetto ai 98,4 milioni di euro del corrispondente periodo del 2016. Il margine sul fatturato è pari al 15,7%, la migliore performance finora raggiunta nel primo semestre dal 13,4% al 30 giugno 2016.

Il risultato operativo del primo semestre 2017 è pari a 60,1 milioni di euro, in crescita del 36,8%, rispetto ai 43,9 milioni di euro del 30 giugno 2016. Il margin è pari al 7,7% dei ricavi netti dai 6% al 30 giugno 2016.

 

Il gruppo IMMSI ha così registrato un risultato netto consolidato al 30 giugno 2017 positivo per 11,3 milioni di euro, in deciso miglioramento rispetto a 2,6 milioni di euro registrati al 30 giugno 2016.

 

A fine giugno l’indebitamento finanziario netto si attestava a 863,3 milioni di euro, in miglioramento per 43,6 milioni di euro rispetto al dato di fine esercizio 2016 e in miglioramento per 40,4 milioni di euro rispetto al dato del primo semestre dello scorso anno (903,7 milioni di euro).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: immsi , primo semestre 2017 Quotazioni: IMMSI
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »