NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » Azioni Italia » Il titolo della settimana: Mediolanum

Il titolo della settimana: Mediolanum

Il Gruppo Mediolanum è uno dei principali players del mercato del risparmio gestito italiano. La mission di Mediolanum è la valorizzazione delle disponibilità economiche delle famiglie italiane, soddisfacendone le esigenze...

di La redazione di Soldionline 4 giu 2008 ore 14:26

Questo articolo è stato gentilmente fornito da Evaluation.it (http://www.evaluation.it/)

A cura di Claudio Guerrini (claudio.guerrini@evaluation.it

 

Profilo Societario
Il Gruppo Mediolanum è uno dei principali players del mercato del risparmio gestito italiano. La mission di Mediolanum è la valorizzazione delle disponibilità economiche delle famiglie italiane, soddisfacendone le esigenze nelle aree dei servizi bancari, della previdenza, del risparmio, dell'investimento e della protezione. Il core business del Gruppo è oggi focalizzato in Italia, ma forte dell'esperienza acquisita, Mediolanum sta esportando con successo in Spagna ed in Germania il proprio modello di business. In Italia, Mediolanum si presenta come la fusione tra una banca, una compagnia di assicurazioni ed una società di fondi comuni. Il servizio di multi-canalità integrata è l'elemento distintivo del Gruppo ed il Consulente Globale ® ne è il protagonista. La multi-canalità integrata offre un servizio completo ai clienti, i quali possono usufruirne quando, dove ed attraverso il canale che preferiscono, creando un alto livello di fedeltà.

Analisi titolo Mediolanum

<

Le azioni Mediolanum fanno parte del paniere S&P/Mib e rientrano nel segmento Blue Chips
Mediolanum mostra una rischiosità superiore alla media del mercato (beta superiore 1) riflettendo la composizione dei ricavi quasi esclusivamente generati dal ramo vita e dal risparmio gestito.
Negli ultimi 3 anni il titolo Mediolanum ha registrato una performance negativa -31,6% contro il +3,7% dell'indice Mibtel; l'andamento è stato inizialmente allineato a quello del mercato (periodo giugno 2005 - aprile 2006), successivamente si è avuta una fase di sottoperformance prolungata la cui tendenza si è accentuata negli ultimi mesi.

Commento ai dati di bilancio
Nel triennio 2005-2007 Mediolanum ha mostrato un buon incremento dei premi emessi (+44,1%) mentre gli altri ricavi sono diminuiti del 9% circa e l'utile da investimenti è passato ad un valore negativo per la crisi dei mercati finanziari. Il risultato ante imposte e quello netto risultano in calo rispettivamente del 5% e del 9% così come la redditività del capitale con il ROE che passa dal 28,9% al 23,7%.

Ipotesi Valutazione e Sensitivity Analysis
Nell'applicazione del metodo del dividend discount model e dell'excess return si sono ipotizzati:

- una crescita dei premi emessi in diminuzione dal 5% del 2008 al 3% di lungo periodo;
- una crescita degli altri ricavi che passa dal 5% del 2008 al 4% e 3% nei due anni successivi per stabilizzarsi successivamente su quest'ultimo valore;
- un'incidenza degli oneri tecnici e delle spese gestionali stabili sui livelli medi dell'ultimo triennio e pari rispettivamente al 82% e 12%;
- una redditività degli investimenti stabile al 4,16% tutto il periodo di previsione;

Infine si prevede un tax rate al 23% ed un payout del 65%.
I risultati del modello convergono su un valore per azione di circa 4,7 € che tende a crescere (ridursi) di 0,2 € per ogni punto in più (in meno) del tasso di rendimento degli investimenti come mostrato nella figura seguente.

Sensitivity Analysis Mediolanum

Tutti gli articoli su: Titolo Settimana Quotazioni: MEDIOLANUM

da

Soldi e Lavoro

Le tecnologie mobile producono risparmio per le aziende

Le tecnologie mobile producono risparmio per le aziende

APP, tablet e smartphone migliorano i servizi e abbattono i costi. Le tecnologie mobile fanno risparmiare 9 miliardi alle aziende. Lo dice uno studio dell’Osservatorio Mobile Enterprise Continua »

da

ABC Risparmio

Cos'è la voluntary disclosure

Cos'è la voluntary disclosure

Sta per collaborazione volontatria allo scopo di regolarizzare la propria posizione qualora non si siano dichiarate attività finanziarie o patrimoniali detenute all’estero Continua »