NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » Azioni Italia » Banzai, Italiaonline, Manzoni, Mediamond e Rcs: dall'intesa tra 5 big dell'internet advertising nasce Gold 5

Banzai, Italiaonline, Manzoni, Mediamond e Rcs: dall'intesa tra 5 big dell'internet advertising nasce Gold 5

La nuova società del segmento del video display advertising commercializzerà una porzione dei bacini di pubblicità digitale di ciascuno dei soci, in un mercato che cresce del 20% all'anno

di Mauro Introzzi 18 lug 2014 ore 15:01
La notizia è di quelle che sono destinate a cambiare gli scenari dell'adv online in Italia: dall'intesa tra Banzai Media (editore, tra gli altri, di SoldiOnline.it), Italiaonline (Virgilio e Libero), Manzoni (del Gruppo l'Espresso), Mediamond (Mondadori e Publitalia 80) e RCS Mediagroup nasce Gold 5, una nuova concessionaria nel segmento del video display advertising. La nuova società commercializzerà, in via non esclusiva, una porzione dei bacini di pubblicità digitale di ciascuno dei soci, offrendo prodotti studiati per comunicare efficacemente ai più importanti target pubblicitari.

In Italia il mercato dei video display advertising, secondo gli analisti di eMarketer, potrebbe valere nell'intero 2014 più di 200 milioni di dollari, con una crescita per i prossimi anni di oltre il 20% annuo. Secondo FCP (Federazione Concessionarie Pubblicità), già nel 2013, questo mercato valeva circa 90 milioni di euro. Una cifra che non conteggia i player internazionali (come il colosso Youtube) che non aderiscono alla rilevazione.

banzaiGold 5 potrà contare su un’offerta di altissimo livello in termini di brand e qualità dei contenuti,
rappresentando complessivamente la più importante reach pubblicitaria del mercato digitale italiano. Sarà così in grado di competere efficacemente con player internazionali che attualmente detengono posizioni di assoluto rilievo e quote crescenti di mercato. Attualmente si prevede che la commercializzazione delle prime soluzioni pubblicitarie possa avvenire entro la fine del 2014.

Al pari di analoghe iniziative già lanciate da importanti editori in altri paesi europei, come La Place Media e Audience Square in Francia, AdAudience in Germania e Aunia in Spagna, Gold 5 vuole rappresentare un acceleratore della crescita del mercato digitale, aprendo e stimolando la concorrenza, confrontandosi sul campo dell’efficienza e dell’efficacia delle soluzioni offerte ai big spender pubblicitari.

Il consiglio di amministrazione di Gold 5, prevede un sistema a rotazione annuale dei vertici tra le cinque aziende che la costituiscono. All'esordio sarà composto da: Davide Mondo (Presidente), Andrea Santagata (Amministratore Delegato) e dagli Amministratori Gabriele Comuzzo, Gabriele Mirra e Roberto Zanaboni. Gold 5 avrà poi un Comitato Strategico, con il ruolo di advisory board per il supporto nella definizione delle linee guida di sviluppo della società, di cui faranno parte alcuni fra i più importanti nomi del mercato pubblicitario e media nazionale: Paolo Ainio (Amministratore Delegato di Banzai), Antonio Converti (Amministratore Delegato di Italiaonline), Massimo Ghedini (Amministratore Delegato di Manzoni), Stefano Sala (Amministratore Delegato di Publitalia 80) e Raimondo Zanaboni (Direttore Generale Pubblicità di RCS MediaGroup).
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

Soldi e Lavoro

Novità pensioni precoci: grazie a chi si prodiga per noi

Novità pensioni precoci: grazie a chi si prodiga per noi

Le ultime novità sulle pensioni precoci dopo il colloquio con Tommaso Nannicini arrivano da un lavoratore precoce, Andrea detto il Toscano Continua »

da

ABC Risparmio

Novità pensioni precoci: correggere la Fornero entro luglio!

Novità pensioni precoci: correggere la Fornero entro luglio!

Le ultime novità sulle pensioni precoci giungono dal Governo e dal Presidente della Commissione lavoro alla Camera dei Deputati Cesare Damiano Continua »