NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Gefran chiude in utile i primi nove mesi del 2016

Gefran chiude in utile i primi nove mesi del 2016

di Edoardo Fagnani 10 nov 2016 ore 14:32 Le news sul tuo Smartphone

gefran3Gefran ha comunicato i risultati dei primi nove mesi del 2016, periodo chiuso con un giro d’affari di 88,57 milioni di euro, in aumento del 2,2% rispetto agli 86,62 milioni ottenuti nello stesso arco di tempo dello scorso anno. In forte miglioramento il margine operativo lordo, che è salito da 3,26 milioni a 7,6 milioni di euro; di conseguenza, la marginalità è aumentata dal 3,8% all’8,6%. Gefran ha chiuso il periodo gennaio-settembre con un utile netto di un milione di euro, risultato che si confronta con il rosso di 4,13 milioni contabilizzato nei primi nove mesi del 2015.
Nel solo terzo trimestre i ricavi di Gefran sono saliti dell’8% a 28,91 milioni di euro, mentre il risultato finale è stato positivo per 460mila euro.
A fine settembre, l’indebitamento netto del gruppo era sceso a 16,12 milioni di euro, rispetto ai 24,88 milioni di inizio anno. Nei primi nove mesi del 2016 la società ha investito 2,05 milioni di euro, mentre le attività operative hanno generato un flusso di cassa di 11,92 milioni.

I vertici della società prevedono di chiudere il 2016 con ricavi nell’ordine dei 118 milioni di euro, mentre Ebitda Margin ed Ebit potrebbero essere superiori ai target indicati (Ebitda intorno all’8% e Ebit intorno al 3,5%).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: gefran , terzo trimestre 2016 Quotazioni: GEFRAN
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »