NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Credem, utile in aumento nel primo trimestre 2017

Credem, utile in aumento nel primo trimestre 2017

di Edoardo Fagnani 11 mag 2017 ore 18:06 Le news sul tuo Smartphone

credem-logoIl Credem ha terminato il primo trimestre del 2017 con un utile netto di 49,01 milioni di euro, in aumento del 5,2% rispetto ai 46,6 milioni di euro contabilizzati nei primi tre mesi del 2016. In miglioramento anche il risultato di gestione che è cresciuto da 262,35 milioni a 269,31 milioni di euro. In crescita il margine di intermediazione, passato da 288,72 milioni a 298,91 milioni di euro.

 

A fine marzo il Common Equity Tier 1 si era attestato al 12,86% (fully phased 12,29%), ampiamente sopra al valore minimo assegnato pari a 6,75%.

Sempre a fine marzo gli impieghi alla clientela ammontavano a 22,99 miliardi di euro (+6,2% a/a), mentre i crediti problematici netti erano pari a 799 milioni di euro. Alla stessa data le sofferenze nette su impieghi netti erano pari all’1,48%, in calo rispetto all’1,69% dello stesso periodo del 2015; la percentuale di copertura delle sofferenze era del 60,3%, dal 59,6% di inizio anno.

 

Il management ha segnalato che i principali obiettivi per l’anno in corso prospettano la conferma di significativi ritmi di sviluppo commerciale, fermo restando che il quadro economico e finanziario di riferimento si presenta più debole di quanto previsto.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: credem , primo trimestre 2017 Quotazioni: CREDEM
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »