NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » Azioni Italia » Che settimana a Piazza Affari: FTSEMib +4,05%!

Che settimana a Piazza Affari: FTSEMib +4,05%!

di Edoardo Fagnani 27 lug 2012 ore 22:22 Le news sul tuo Smartphone
Settimana estremamente volatile per Piazza Affari. Tuttavia, le lancette dei listini sono finite in territorio positivo, dopo che il numero uno della BCE, Mario Draghi, ha ribadito l’impegno della banca centrale per salvare l’euro. Nel periodo compreso tra il 23 e il 27 luglio il FTSEMib ha guadagnato il 4,05% a 13.597 punti. Di conseguenza, il calo dell’indice da inizio anno si è ridotto al 9,9%. Andamento positivo anche per il FTSE Italia STAR (+1,63% a 10.104 punti), mentre il FTSE Italia Mid Cap ha perso il 7,82% a 15.399 punti. Il listino che raggruppa le società a media capitalizzazione è stato penalizzato dai ribassi registrati da Fondiaria (-64,3%) e da Unipol (-21,1%).
Ottava brillante i bancari. Nel periodo in esame la migliore perfomance al FTSEMib è stata quella di Unicredit, che ha guadagnato l’11,3%. Rialzo a due cifre anche per Monte dei Paschi di Siena (+10%). Da segnalare anche l’ottima performance di Ansaldo-STS (+9,8%): gli addetti ai lavori hanno apprezzato i risultati semestrali comunicati in settimana dall’azienda. Male A2A, che ha chiuso l’ottava con un ribasso del 2,5%.

Tutti gli articoli su: piazza affari , fondiaria sai , unipol , unicredit Quotazioni: UNIPOL UNIPOLSAI

da

Soldi e Lavoro

La fattura elettonica tra privati in vigore dal 2017

La fattura elettonica tra privati in vigore dal 2017

Il fisco punta sulla svolta digitale. La fattura elettronica, ora obbligatoria per chi tratta con la Pubblica Amministrazione, diventerà una scelta possibile anche nelle transazioni tra privati Continua »

da

ABC Risparmio

Naspi 2015: il nuovo sussidio Inps per la disoccupazione

Naspi 2015: il nuovo sussidio Inps per la disoccupazione

Il nuovo sussidio per la disoccupazione NASPI entrerà in vigore il 1° maggio 2015. Una breve guida per capire chi potrà accedervi, per quanto tempo e calcolare l’ammontare dell’assegno Continua »