NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Il FTSEMib riesce a chiudere con un rialzo

Il FTSEMib riesce a chiudere con un rialzo

Le elezioni politiche in Gran Bretagna hanno visto la sconfitta del partito conservatore guidato da Theresa May. Spunti importanti per i bancari: spicca il rialzo di UBI Banca

di Edoardo Fagnani 9 giu 2017 ore 17:47

Piazza Affari e le principali borse europee hanno registrato progressi frazionali nell’ultima seduta della settimana. Le elezioni politiche in Gran Bretagna hanno visto la sconfitta del partito conservatore guidato da Theresa May, che ha perso la maggioranza assoluta in Parlamento e ora potrà continuare a governare solo formando una coalizione. Immediata la reazione della sterlina, che si è indebolita nei confronti delle principali valute. Secondo Léon Cornelissen, Chief Economist e Lukas Daalder, Chief Investment Officer di Robeco, i mercati finanziari si adatteranno ai risultati delle elezioni britanniche "anche perché alla fine non cambia molto dal fatto che vedremo in ogni caso una Brexit, sebbene il tono dei negoziati possa cambiare a causa del risultato elettorale". In serata Moody’s ha comunicato l’aggiornamento del rating sul debito sovrano dell’Italia. Spunti importanti per i bancari: spicca l’ottima performance messa a segno da UBI Banca.

Il FTSEMib ha terminato la giornata con un rialzo dello 0,38% a 21.122 punti (minimo di 20.948 punti, massimo di 21.271 punti), chiudendo la settimana con un rialzo dello 0,93%. Il FTSE Italia All Share ha recuperato lo 0,29%. Segno meno, invece, per il FTSE Italia Mid Cap (-0,25%) e il FTSE Italia Star (-0,34%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,57 miliardi di euro, rispetto ai 3,02 miliardi di ieri; oggi sono passate di mano 654.530.642 azioni (769.463.318 nella seduta di ieri). Su 361 titoli trattati, 184 hanno terminato la giornata con un rialzo, mentre le flessioni sono state 169; invariate le restanti otto azioni.

L’euro è sceso sotto gli 1,12 dollari.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

mercato-saleSpunti importanti per i bancari.

UBI Banca ha registrato un balzo del 3,53% a 3,524 euro, dopo uno stop per eccesso di rialzo in avvio di giornata, alla vigilia dell’avvio dell’aumento di capitale da 400 milioni di euro. Gli analisti di Equita sim hanno migliorato il giudizio sull’istituto e ora consigliano l’acquisto delle azioni, apprezzando l’acquisto delle bridge bank. Gli esperti hanno anche aumentato da 3,7 euro a 4,4 euro il prezzo obiettivo.

Performance positiva anche per Unicredit; il titolo dell’istituto guidato da Jean-Pierre Mustier ha recuperato lo 0,62% a 16,12 euro. Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 5 giugno Norges Bank è tornato a essere uno dei maggiori azionisti di Unicredit con una quota del 3,103% del capitale.

 

Campari ha terminato la giornata con una flessione del 2,21% a 6,2 euro. Secondo quanto riportato da alcune agenzie stampa un socio avrebbe venduto sul mercato 23 milioni di azioni della società pari a circa l’1,95% del capitale. I titoli sarebbero passati di mano a un prezzo unitario di 6,1 euro.

 

Pesante ribasso per RcsMediagroup (-11% a 1,193 euro). Gli operatori hanno segnalato i pessimi dati relativi alla diffusione dei quotidiani in Italia nel mese di aprile. Nel periodo in esame, il Corriere della Sera ha registrato un calo del 13,8% delle copie cartacee e digitali vendute.

 

ITWay ha registrato un balzo del 18,2% a 1,94 euro. La società ha sottoscritto un accordo, di natura non vincolante, relativo a un progetto di integrazione industriale con Maticmind, società operante anch’essa nel settore informatico, finalizzato alla creazione di un nuovo operatore di riferimento in Italia nel settore della system integration ad alta specializzazione. L’operazione potrebbe essere completata, indicativamente, entro la fine del 2017.

Tutti gli articoli su: piazza affari Quotazioni: IT WAY UBI BANCA UNICREDIT
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Un reddito uguale per tutti, ricchi e poveri, non soggetto a condizioni o prove. E nemmeno a promesse di impegno lavorativo. E' questo, il reddito di cittadinanza Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »