NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Milano negativa in una seduta dominata dall'incertezza

Milano negativa in una seduta dominata dall'incertezza

Si segnala il rialzo registrato dal Monte dei Paschi di Siena. In rosso Fiat Chrysler Automobiles, dopo che Kepler Cheuvreux ha limato il target price

di Edoardo Fagnani 29 set 2015 ore 17:48

Piazza Affari e le principali borse europee in altalena nella seduta odierna. Oggi è terminata la tre giorni di aste di titoli di stato italiani. In mattinata il Tesoro ha collocato due Btp con scadenza a 5 e 10 anni; il rendimento del decennale è sceso all’1,82%. Tra alti e bassi i bancari; si segnala il rialzo registrato dal Monte dei Paschi di Siena. In rosso Fiat Chrysler Automobiles, dopo che Kepler Cheuvreux ha limato il target price. In rialzo Enel ed Enel Green Power, grazie al giudizio positivo di Barclays.
Il FTSEMib ha subito una flessione dello 0,16% a 20.727 punti, mentre il FTSE Italia All Share ha ceduto lo 0,3% a 22.283 punti. Performance peggiori per il FTSE Italia Mid Cap (-1,29%) e il FTSE Italia Star (-1,8%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è salito a 2,94 miliardi di euro, rispetto ai 2,68 miliardi di ieri. Su 336 titoli trattati, 112 hanno terminato la giornata con un rialzo, mentre le performance negative sono state 211. Invariate le restanti 13 azioni.
L’euro ha toccato gli 1,125 dollari.

CONSULTA le quotazioni dei titoli del FTSE MIB

milano2_2Tra alti e bassi i bancari.
Giornata positiva per il Monte dei Paschi di Siena. Il titolo dell’istituto toscano è salito dell’1,92% a 1,54 euro.
In frazionale rialzo Unicredit (+0,09% a 5,39 euro). L’istituto guidato da Federico Ghizzoni ha raggiunto un accordo con AnaCap Financial Partners per il trasferimento, con la formula pro-soluto, di un portafoglio di crediti in sofferenza del valore nominale di 1,2 miliardi di euro. L'impatto economico-finanziario sarà registrato nei conti relativi al terzo trimestre 2015.
La Popolare di Milano ha ceduto lo 0,85% a 0,877 euro. Oggi era in programma il consiglio di gestione dell’istituto per esaminare il progetto di trasformazione in società per azioni.

Fiat Chrysler Automobiles ha chiuso la seduta odierna con un ribasso (-0,54% a 11,08 euro). Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno limato il prezzo obiettivo sul gruppo guidato da Sergio Marchionne, portandolo da 14,5 euro a 14 euro, in seguito alla possibilità di un rallentamento dell’operatività in America Latina. Gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.
La stessa banca d’affari ha tagliato da 6,5 dollari a 6,1 dollari il target price su CNH Industrial (-0,96% a 5,7 euro), sulle prospettive di un debole andamento delle vendite in America Latina. Gli esperti hanno ribadito l’indicazione di ridurre l’esposizione del titolo in portafoglio.

Saipem ha recuperato lo 0,99% a 7,115 euro. Gli analisti di Raymond James hanno tagliato da 7 euro a 6,7 euro il target price sulla società, in seguito alla riduzione delle stime sull’utile per azione per il biennio 2016/2017 e alla possibilità che l’azienda possa procedere con un aumento di capitale da 3 miliardi di euro. Gli esperti hanno confermato il rating “Underperform” (farà peggio del mercato).

Enel ha registrato un rialzo dello 0,47% a 3,864 euro. Gli analisti di Barclays hanno incrementato il prezzo obiettivo sul colosso elettrico, portandolo da 4,8 euro a 5 euro, in attesa della revisione del piano industriale, in programma per il mese di novembre. Per lo stesso motivo la banca d’affari ha aumentato da 2,4 euro a 2,5 euro il target price su Enel Green Power (+1,37% a 1,625 euro). Gli esperti hanno confermato il giudizio “Overweight” (sovrappesare) su entrambe le società.
Promozione completa per Terna (+0,14% a 4,23 euro). Barclays ha incrementato da 4 euro a 4,5 euro il target price sulla società, non escludendo la possibilità che in occasione della presentazione del nuovo piano industriale il management possa rivedere la politica dei dividendi. Gli esperti hanno anche migliorato da “Neutrale” a “Overweight” il giudizio.

Atlantia ha terminato la seduta con un ribasso dell’1,9% a 24,22 euro. Gli analisti di Banca IMI hanno alzato da 26,1 euro a 26,9 euro il target price sulla concessionaria autostradale, in seguito all’incremento delle stime sul traffico per i prossimi trimestri. Gli esperti hanno anche migliorato il rating e ora consigliano di aggiungere le azioni in portafoglio.

Rai Way ha ceduto il 4,31% a 4,354 euro. Il management della società ha approvato il piano industriale per il periodo 2015/2019. I vertici prevedono di arrivare al 2019 con ricavi stimati per 230 milioni di euro, con un tasso di crescita medio annuo nel periodo 2015-2019 del 2,1%. L'utile netto è stimato a 57 milioni di euro nel 2019 (tasso di crescita medio annuo nel periodo del 10,9%). I vertici di Rai Way hanno precisato che il piano è basato sull’ipotesi di una politica dei dividendi stabile nel periodo di riferimento, con un pay-out ratio pari al 100% dell’utile netto generato.

Tutti gli articoli su: piazza affari Quotazioni: BCA POP MILANO ENEL UNICREDIT RAI WAY UNICREDIT
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Libretto famiglia: cos'è e come funziona

Libretto famiglia: cos'è e come funziona

Per i lavori occasionali di cui una famiglia può avere bisogno. Come acquistarli e come pagare con i nuovi voucher del Libretto famiglia Continua »

da

ABCRisparmio

Come integrare la pensione anche cominciando tardi

Come integrare la pensione anche cominciando tardi

Sarebbe meglio cominciare presto, ma per chi va in pensione adesso i cambiamenti del sistema pensionistico avvenuti negli ultimi decenni non erano prevedibili quando era, appunto, presto Continua »