NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Piazza Affari maglia nera in Europa

Piazza Affari maglia nera in Europa

I principali indici di Borsa Italiana hanno registrato ribassi nell’ordine del 2%. Oggi Wall Street e la Borsa di Londra sono rimaste chiuse. Pessima giornata per i bancari

di Edoardo Fagnani 29 mag 2017 ore 17:52

Avvio di settimana nervoso per Piazza Affari e per le principali borse europee, in una seduta priva di indicazioni da Wall Street e dalla Borsa di Londra oggi chiuse per festività. Borsa Italiana è stata la peggiore nel Vecchio Continente, penalizzata – a detta degli operatori – dai timori per possibili elezioni anticipate. È proseguita la tre giorni di aste di titoli di stato italiani; in mattinata il Tesoro ha collocato il BOT semestrale per un ammontare di 6 miliardi di euro: il rendimento lordo di aggiudicazione è rimasto negativo e pari al -0,358%. Pessima giornata per i bancari. Ancora una seduta negativa per Salvatore Ferragamo, dopo il pesante ribasso subito la scorsa settimana. Saipem ha limitato i danni.

I principali indici di Borsa Italiana hanno registrato ribassi nell’ordine del 2%. Il FTSEMib ha subito una flessione del 2,01% a 20.784 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 20.743 punti e un massimo di 21.169 punti. Il FTSE Italia All Share ha perso l’1,9%. Segno meno anche per il FTSE Italia Mid Cap (-1,13%) e per il FTSE Italia Star (-0,8%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,06 miliardi di euro, rispetto ai 2,47 miliardi di venerdì; oggi sono passate di mano 516.654.134 azioni (778.979.618 nella seduta di venerdì). Su 354 titoli trattati, 243 hanno terminato la giornata con un ribasso, mentre le performance positive sono state 101; invariate le restanti dieci azioni. 

L’euro si è confermato sotto gli 1,12 dollari.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

azioni-di-mercatoPessima giornata per i bancari.

In forte ribasso il BancoBPM (-3,89% a 2,916 euro). La Consob ha comunicato che il 26 maggio AQR Capital Management ha limato lo “short” sull’istituto, portandolo dal 5% al 4,99%. Al contrario, Marshall Wace ha riaperto la posizione corta sulla banca con una quota dello 0,51%.

Male anche Unicredit; il titolo dell’istituto guidato da Jean-Pierre Mustier ha lasciato sul terreno il 4,34% a 15,87 euro.

 

Ancora una seduta negativa per Salvatore Ferragamo, dopo il pesante ribasso subito la scorsa settimana. Il titolo della società del lusso ha subito una flessione dello 0,4% a 25,13 euro. Ancora indicazioni degli analisti. Il Credit Suisse ha ridotto da 24 euro a 23 euro il prezzo obiettivo su Salvatore Ferragamo; gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”.

 

Saipem ha limitato i danni (-0,11% a 3,726 euro). La società di ingegneristica ha comunicato che il consiglio di amministrazione ha approvato la definizione delle controversie fiscali relative all'IRES 2008 e 2009, oltre all'IRES e IRAP 2010 e 2011. La definizione delle controversie determinerà, complessivamente, la rilevazione nella relazione semestrale 2017 di oneri pari a circa 79 milioni di euro, non previsti nella guidance sul risultato netto reported dell’esercizio 2017; l’esborso di cassa sarà invece non superiore a quanto già previsto in sede di budget 2017, non determinando quindi variazione della guidance sull’indebitamento netto a fine 2017. Intanto, dalle comunicazioni giornaliere fornite dalla Consob si apprende che il 26 maggio Marshall Wace ha incrementato la posizione corta su Saipem, portandola dall'1,3% all’1,42%. Al contrario, Och-Ziff Management Europe ha ridotto dallo 0,5% allo 0,42% lo "short" sulla società di ingegneristica.

 

Enel ha perso il 2,25% a 4,7 euro. Il direttore finanziario del colosso elettrico, Alberto De Paoli, ha precisato che il bond da 5 miliardi di dollari collocato nei giorni scorsi servirà a migliorare il costo del debito e accelerare il piano degli investimenti.

 

Brembo ha guadagnato lo 0,92% a 14,32 euro. Oggi la società bergamasca ha frazionato le azioni in rapporto di 5 nuove azioni ogni titolo esistente. Il prezzo di chiusura di venerdì 26 maggio, pari a 70,95 euro, è stato rettificato a 14,19 euro.

 

Chiusura negativa per la Ferrari (-1,97% a 74,8 euro). Ieri le vetture del Cavallino Rampante hanno occupato le prime due posizioni del podio del Gran Premio di Montecarlo di Formula1. La vittoria è stata conquistata da Sebastian Vettel.

 

Poste Italiane ha ceduto il 2,47% a 6,31 euro. Il Sole24Ore di domenica ha fornito alcune indicazioni sull’azienda. Il nuovo piano industriale che sarà presentato dal neo amministratore delegato, Matteo Del Fante, sarà focalizzato sui settori tradizionali (corrispondenza e spedizione pacchi), oltre ai servizi finanziari, che rappresentano il business principale dell’azienda. A questo proposito gli analisti di Banca Akros hanno peggiorato il giudizio su Poste Italiane, portandolo da “Accumulate” a “Neutrale”, sulle incertezze nello sviluppo della strategia aziendale; gli esperti hanno confermato il target price di 7,1 euro. La nuova strategia dell’azienda potrebbe avere impatti negativi su Anima Holding (-3,4% a 5,96 euro), partner strategico di Poste Italiane nel settore del risparmio gestito.

Tutti gli articoli su: piazza affari Quotazioni: BREMBO ENEL SALVATORE FERRAGAMO BREMBO
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »