NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » FTSEMib, la chiusura è (di poco) negativa

FTSEMib, la chiusura è (di poco) negativa

Chiusura positiva per il BancoBPM: Cattolica Assicurazioni ha deliberato l’invio di un’offerta vincolante per una partnership. Pessima giornata per Fincantieri

di Edoardo Fagnani 28 set 2017 ore 17:46

Piazza Affari e le principali borse europee hanno chiuso la seduta odierna con variazioni frazionali. Oggi è terminata la tre giorni di aste di titoli di stato italiani; in mattinata il Tesoro ha collocato due Btp: il rendimento del decennale ha sfiorato il 2,2%. Oggi era anche l’ultimo giorno per aderire all’IPO di Pirelli. I bancari sono rimasti sotto i riflettori. Chiusura decisamente negativa, invece, per Fincantieri.

Il FTSEMib ha registrato un minimo ribasso dello 0,15% a 22.588 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.564 punti e un massimo di 22.669 punti. Il FTSE Italia All Share ha ceduto lo 0,08%. Segno più, invece, per il FTSE Italia Mid Cap (+0,31%) e il FTSE Italia Star (+0,75%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,35 miliardi di euro, rispetto ai 2,64 miliardi di ieri; oggi sono passate di mano 615.014.171 azioni (635.113.905 nella seduta di ieri). Su 377 titoli trattati, 187 hanno terminato la giornata con un rialzo, mentre le performance negative sono state 165; invariate le restanti 25 azioni.

L’euro ha sfiorato gli 1,18 dollari.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

indice-borsaI bancari sono rimasti sotto i riflettori.

Discreta giornata per il BancoBPM (+0,81% a 3,504 euro). Cattolica Assicurazioni ha deliberato l’invio di un’offerta vincolante per una partnership di bancassicurazione con l'istituto. Nel dettaglio, l’offerta vincolante è relativa all’acquisto di una partecipazione di maggioranza in Popolare Vita e in Avipop Assicurazioni e alla sottoscrizione di un accordo di distribuzione di prodotti assicurativi nel Ramo Vita e nel Ramo Danni. Intanto, dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 27 settembre Marshall Wace ha riaperto lo “short” sul BancoBPM, con una quota dello 0,51%.

In frazionale ribasso, invece, UBI Banca (-0,32% a 4,326 euro). La Consob ha comunicato che il 27 settembre AQR Capital Management ha limato la posizione corta sulla banca, portandola dallo 0,92% allo 0,88%. Al contrario, Marshall Wace ha incrementato dallo 0,54% allo 0,66% lo "short" sull'istituto.

Banca Carige ha guadagnato l’1,04% a 0,233 euro. L’istituto ha comunicato di aver ricevuto l'ok dalla Banca Centrale Europea per la realizzazione della manovra complessiva di rafforzamento patrimoniale del gruppo prevista dal nuovo piano Strategico 2017–2020 approvato dal consiglio di amministrazione il 13 settembre. La manovra si articola su tre elementi essenziali: ottimizzazione del passivo (il cosiddetto Liability Management Exercise, LME), un aumento di capitale e la cessione di asset.

 

Telecom Italia ha ceduto lo 0,87% a 0,798 euro. Gli analisti di HSBC hanno limato da 0,94 euro a 0,91 euro il prezzo obiettivo sulla compagnia telefonica; gli esperti hanno confermato il giudizio “Equalweight” (neutrale).

 

Chiusura positiva per Saipem; il titolo della società di ingegneristica ha guadagnato lo 0,77% a 3,652 euro. Gli analisti di S&P Global hanno migliorato il giudizio su Saipem e ora consigliano di acquistare le azioni con convinzione, apprezzando i recenti contratti acquisiti. Gli esperti hanno fissato un prezzo obiettivo di 4,5 euro. Intanto, dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 27 settembre Citadel Europe hanno incrementato lo "short" su Saipem, portandolo dallo 0,63% allo 0,75%.

 

Fincantieri ha perso il 5,2% a 1,04 euro. MF ha descritto l’accordo concluso dal presidente francese Emmanuel Macron e il premier italiano Paolo Gentiloni sull’ingresso dell’azienda italiana nel capitale di Stx. Il gruppo italiano avrà il 50% delle azioni dei cantieri transalpini e un ulteriore 1% in prestito dallo Stato francese per 12 anni. Secondo quanto scrive MF in cambio di questo prestito con diritto di ritorno, l’Eliseo ha imposto incontri periodici (dopo 2, 5 o 8 anni) per verificare l’andamento della società. E in caso di inadempimento sugli impegni industriali da parte del socio italiano, la Francia potrà riprendersi il suo 1%, lasciando Fincantieri libera di rivendergli il 50%. Il quotidiano ha precisato anche chi saranno gli altri azionisti: il restante 49% è suddiviso tra Stato francese (34,34%) e Naval Group (10%). Un altro 5,66% è attribuito a dipendenti di Stx (per il 2%) e un raggruppamento di aziende locali (per un 3,66%), che però potrebbero decidere diversamente lasciando la quota a Naval Group, che si porterebbe al 15,66%. Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno apprezzato l’accordo raggiunto su STX e hanno deciso di alzare da 0,95 euro a 1,07 euro il prezzo obiettivo su Fincantieri. Gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.

 

Fiera Milano ha registrato un balzo del 16,9% a 2,482 euro. La società ha comunicato che la sezione autonoma misure di prevenzione del Tribunale di Milano ha disposto la revoca del provvedimento di amministrazione giudiziaria. Il provvedimento fa seguito alla revoca dell’analogo provvedimento relativo alla controllata Nolostand disposto in il 20 giugno 2017. La misura di amministrazione giudiziaria relativa al ramo di azienda degli allestimenti della società era stata disposta l'11 ottobre 2016.

Tutti gli articoli su: piazza affari Quotazioni: FINCANTIERI FIERA MILANO BCA CARIGE BANCO BPM
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »