NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » FTSEMib, la giornata termina con un ribasso

FTSEMib, la giornata termina con un ribasso

Bancari sempre protagonisti a Piazza Affari: anche oggi in forte rialzo il BancoBPM. Torna il sereno su Carige. Prese di beneficio sui titoli del settore petrolifero

di Edoardo Fagnani 28 dic 2017 ore 17:37

Piazza Affari e le principali borse europee hanno terminato la seduta odierna con ribassi frazionali. Anche oggi riflettori puntati sulle aste dei titoli di stato italiani; in mattinata il Tesoro ha collocato il Btp con scadenza decennale: il rendimento del titolo è stato fissato all’1,86%. Bancari sempre protagonisti a Piazza Affari: anche oggi in forte rialzo il BancoBPM.

Il FTSEMib ha lasciato sul terreno lo 0,36% a 22.121 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.100 punti e un massimo di 22.230 punti. Il FTSE Italia All Share ha perso lo 0,27%. Performance positive, invece, per il FTSE Italia Mid Cap (+0,21%) e il FTSE Italia Star (+0,14%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è salito a 1,47 miliardi di euro, rispetto agli 1,45 miliardi di ieri; oggi sono passate di mano 1.691.259.941 azioni (1.771.268.804 nella seduta di ieri). Su 379 titoli trattati, 170 hanno chiuso in ribasso, mentre le performance positive sono state 185; invariate le restanti 24 azioni.

L’euro ha superato gli 1,195 dollari.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

mercato-azioniBancari sempre protagonisti a Piazza Affari.

Anche oggi in forte rialzo il BancoBPM (+2,07% a 2,662 euro). L’istituto ha comunicato di aver ricevuto la notifica dalla BCE della decisione prudenziale, contenente gli esiti del processo annuale di revisione e valutazione prudenziale (Supervisory Review and Evaluation Process – “SREP”). Tenuto conto delle analisi e delle valutazioni effettuate dall’autorità di vigilanza a partire dai dati al 31 marzo 2017 della nuova banca, la BCE ha determinato per il 2018 i seguenti requisiti prudenziali su base consolidata: 8,875% per il Common Equity Tier 1 ratio (secondo i criteri transitori in vigore per il 2018) e il 12,375% Total Capital ratio (secondo i criteri transitori in vigore per il 2018). Al 30 settembre 2017, pur non includendo nessuna delle operazioni straordinarie in via di perfezionamento, il BancoBPM superava ampiamente i requisiti prudenziali, registrando un Common Equity Tier 1 ratio (secondo i criteri transitori in vigore per il 2017) dell'11,01% e un Total Capital ratio (secondo i criteri transitori in vigore per il 2017) del 13,86%. Tenendo, invece, conto delle rilevanti operazioni straordinarie derivanti dalla riorganizzazione degli ambiti bancassurance e asset management, i valori pro-forma salirebbero rispettivamente al 12,58% per il Common Equity Tier 1 ratio (12,23% in ottica fully phased) e al 15,59% Total Capital ratio (14,89% in ottica fully phased). Inoltre, il BancoBPM ha perfezionato la cessione ad Anima Holding del 100% del capitale sociale di Aletti Gestielle SGR. Il prezzo incassato dall'istituto è pari a 700 milioni di euro ed è soggetto ad aggiustamenti. L’operazione in oggetto determina un impatto positivo sul CET1 fully phased pari a 91 punti base. Intanto, dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che AQR Capital Management ha incrementato dal 2,95% al 3% lo "short" sul BancoBPM.

Molto bene anche BPER Banca (+2,75% a 4,328 euro). Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 27 dicembre AQR Capital Management ha aumentato dal 3,26% al 3,36% la posizione corta sull’istituto.

In altalena il Monte dei Paschi di Siena. Il titolo dell’istituto senese è salito dello 0,1% a 3,932 euro. MF ha scritto che il 20 dicembre la banca toscana ha dato ufficialmente il via alla cartolarizzazione di crediti deteriorati per un ammontare complessivo di 26 miliardi di euro. Quel giorno, infatti, il Monte dei Paschi di Siena ha ceduto gli asset a Siena Npl 2018, il veicolo di cartolarizzazione che “ha fatto da compratore per il portafoglio finanziandosi attraverso l’emissione di abs”. Il quotidiano finanziario ha precisato che i crediti sono relativi alla capogruppo e alle due controllate Mps Capital Services (attiva nel corporate banking) e Mps Leasing & Factoring.

Banca Carige ha recuperato l'1,22% a 0,0083 euro, dopo i forti ribassi subiti nelle ultime due giornate. Dalle comunicazioni giornaliere fornite dalla Consob si apprende che il 26 dicembre Oxford Asset Management ha ridotto lo "short" sull’istituto ligure, portandolo dallo 0,98% allo 0,01%.

 

Prese di beneficio sui titoli del settore petrolifero, dopo le buone performance registrate ieri.

ENI ha ceduto lo 0,78% a 13,96 euro.

In rosso anche Saipem (-0,78% a 3,83 euro).

Tutti gli articoli su: piazza affari Quotazioni: BANCO BPM BCA MPS
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Salario minimo legale: la proposta di Matteo Renzi

Salario minimo legale: la proposta di Matteo Renzi

Circa 10 euro come paga oraria minima per tutti i lavoratori dipendenti non coperti dai CCNL. Il salario minimo legale è uno dei punti più importanti del progremma del PD Continua »

da

ABCRisparmio

APE social 2018: come funziona, domanda e requisiti

APE social 2018: come funziona, domanda e requisiti

Ape social è un'indennità di accompagnamento alla pensione di vecchiaia. Vediamo a chi spetta, quali sono i requisiti e come fare la domanda Continua »