NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Il FTSEMib riesce a chiudere (di poco) in positivo

Il FTSEMib riesce a chiudere (di poco) in positivo

Bancari sempre protagonisti: si segnala il rialzo messo a segno dal BancoBPM. In altalena titoli del settore petrolifero. L’euro è sceso sotto gli 1,18 dollari

di Edoardo Fagnani 26 set 2017 ore 17:44

Giornata all’insegna dell’incertezza per Piazza Affari e per le principali borse europee. Oggi ha preso il via la tre giorni di aste di titoli di stato italiani: in mattinata il Tesoro ha collocato un CTZ e due Btp indicizzati all’inflazione; il rendimento del titolo con scadenza a due anni è rimasto negativo. Bancari sempre protagonisti: si segnala il rialzo messo a segno dal BancoBPM. In altalena titoli del settore petrolifero.

Il FTSEMib ha terminato la seduta con un rialzo dello 0,18% a 22.431 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.366 punti e un massimo di 22.480 punti. Il FTSE Italia All Share ha messo a segno un progresso dello 0,14%. Segno meno, invece, per il FTSE Italia Mid Cap (-0,22%) e il FTSE Italia Star (-0,22%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,21 miliardi di euro, rispetto ai 2,4 miliardi di ieri; oggi sono passate di mano 468.272.746 azioni (515.545.260 nella seduta di ieri). Su 372 titoli trattati, 167 hanno terminato la giornata con un rialzo, mentre le performance negative sono state 183; invariate le rimanenti 22 azioni.

L’euro è sceso sotto gli 1,18 dollari.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

mercato-saleBancari anche oggi protagonisti.

Performance decisamente positiva per il BancoBPM (+2,39% a 3,336 euro). Il Sole24Ore ha scritto che domani scadono i termini per la presentazione delle offerte per diventare il nuovo partner dell’istituto nella joint-venture assicurativa che andrà a sostituire il precedente asse con UnipolSai e con Aviva. Secondo il quotidiano finanziario in pole position ci sarebbero la francese Covéa insieme e Cattolica Assicurazioni (-0,62% a 7,3 euro). Nelle ultime ore si sarebbero rafforzate le quotazioni anche di Generali, anche se gli accordi di bancassicurazione non siano una priorità per il gruppo.

UBI Banca ha guadagnato lo 0,43% a 4,176 euro. L’istituto ha collocato un’emissione di Obbligazioni Bancarie Garantite a 10 anni a tasso fisso per un ammontare di 1,25 miliardi di euro. L’emissione ha visto la partecipazione di circa 80 investitori istituzionali con richieste per un totale di oltre 1,9 miliardi di euro. La cedola è pari allo 1,125%, equivalente a uno spread di 35 punti base sopra al tasso mid-swap a 10 anni. Il prezzo finale (reoffer) è stato fissato a 99,167%.

 

In altalena i titoli del settore petrolifero.

ENI è salita dello 0,36% a 13,99 euro. Il Cane a sei zampe ha annunciato di aver perforato con successo il pozzo Miztón-2 nella Baia di Campeche, nell’offshore del Messico. Grazie ai risultati di questo pozzo, la stima totale di risorse in posto nell'Area Contrattuale 1 sale a oltre 1,4 miliardi di barili di olio equivalente.

Prese di beneficio su Saipem, dopo il forte rialzo messo a segno ieri; il titolo della società di ingegneristica ha ceduto lo 0,06% a 3,626 euro. Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 25 settembre AHL Partners e Discovery Capital Management hanno ridotto lo "short" su Saipem, portandolo rispettivamente allo 0,48% allo 0,68%. Citadel Europe, invece, ha incrementato dallo 0,53% allo 0,63% la posizione corta sulla società di ingegneristica.

 

Luxottica ha perso l’1,51% a 46,81 euro. Secondo quanto riportato da alcune agenzie stampa la Commissione Europea avrebbe un’indagine approfondita sul progetto di integrazione con Essilor. Intanto, gli analisti di Jp Morgan hanno tagliato da 51 euro a 49 euro il prezzo obiettivo sulla società , in seguito alla riduzione delle stime finanziarie per il biennio 2017/2018; gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”. Per lo stesso motivo Kepler Cheuvreux ha sforbiciato da 58 euro a 53 euro il target price su Luxottica; tuttavia, gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

Salvatore Ferragamo ha guadagnato il 2,93% a 23,85 euro. Gli analisti di Deutsche Bank hanno migliorato il giudizio sulla società del lusso, portandolo da “Hold” (mantenere) a “Buy” (acquistare), in seguito al ribasso subito dal titolo negli ultimi mesi. Gli esperti hanno confermato il prezzo obiettivo di 26,5 euro.

 

Seduta positiva per IT Way (+3,98% a 1,645 euro). La società ha ricevuto da MATICMIND un’offerta vincolante di acquisto dell’intera partecipazione detenuta in Business–E. Il valore attribuito dall'acquirente al complesso di attività operative di Business-E è stimato in 16,11 milioni di euro.

 

Zucchi ha subito una flessione del 4,19% a 0,0297 euro. La società ha chiuso il primo semestre del 2017 con ricavi per 33,2 milioni di euro, in diminuzione del 9,4% rispetto ai 36,64 milioni di euro ottenuti nella prima metà dello scorso esercizio. Il risultato finale (esclusa la quota di terzi) è stato positivo per 560mila euro, rispetto all’utile di 171mila euro contabilizzato nei primi sei mesi del 2016.

Tutti gli articoli su: piazza affari Quotazioni: ZUCCHI SPA UBI BANCA BANCO BPM SAIPEM
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Un reddito uguale per tutti, ricchi e poveri, non soggetto a condizioni o prove. E nemmeno a promesse di impegno lavorativo. E' questo, il reddito di cittadinanza Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »