NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Piazza Affari ringrazia IntesaSanpaolo

Piazza Affari ringrazia IntesaSanpaolo

Giornata decisamente positiva, grazie a un balzo sul finale, per Piazza Affari. A favorire gli acquisti, su tutto il comparto bancario, l'interesse palesato di IntesaSanpaolo per le venete

di Mauro Introzzi 21 giu 2017 ore 17:46

Piazza Affari si accende dopo la conferma da parte di IntesaSanpaolo dell'interesse per Popolare di Vicenza e Veneto Banca e chiude vicina ai massimi di giornata. Non così bene gli altri listini europei, tutti in rosso, e l'apertura (in calo) di Wall Street.

A trainare i principali indici italiani è stato il comparto bancario. La disponibilità di IntesaSanpaolo riguarda l'acquisizione di un perimetro segregato che esclude i crediti deteriorati (sofferenze, inadempienze probabili e esposizioni scadute), i crediti in bonis ad alto rischio e le obbligazioni subordinate emesse, nonché partecipazioni e altri rapporti giuridici considerati non funzionali all'acquisizione.

 

Il FTSEMib ha terminato la giornata con un progresso dell'1,26% a 21.072 punti (minimo di 20.587 punti, massimo di 21.093 punti). In rialzo dell'1,12% il FTSE Italia All Share. Segno positivo, ma più lieve, anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,02%) mentre il FTSE Italia Star ha guadagnato lo 0,34%.

Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è salito a 2,61 miliardi di euro, rispetto ai 2,03 miliardi di ieri; oggi sono passate di mano 593.696.591 azioni (441.242.049 nella seduta di ieri). Su 364 titoli trattati, 172 hanno terminato la giornata con un rialzo, mentre le flessioni sono state 175; invariate le restanti 17 azioni.

Euro poco mosso a 1,114 dollari.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

borsa-positivaAcqusti sulle banche grazie alla mossa di IntesaSanpaolo (+2,45%). Il consiglio di amministrazione riunitosi oggi ha deliberato con voto unanime la disponibilità all’acquisto di certe attività e passività e certi rapporti giuridici facenti capo a Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Il gruppo IntesaSanpaolo puntualizza però che la sua disponibilità è funzionale a condizioni e termini (l'acquisizione di un perimetro segregato che escluda crediti deteriorati, crediti in bonis ad alto rischio e obbligazioni subordinate emesse, nonché partecipazioni e altri rapporti giuridici considerati non funzionali all'acquisizione) che garantiscano, anche sul piano normativo e regolamentare, la totale neutralità dell’operazione rispetto al Common Equity Tier 1 ratio e alla dividend policy del gruppo IntesaSanpaolo. La disponibilità di IntesaSanpaolo all’operazione esclude pertanto aumenti di capitale.

Novità anche dal fronte senese. Secondo quanto scrive il Corriere della Sera starebbe prendendo corpo il piano di Monte dei Paschi di Siena: nel piano ci sarebbe la chiusura di 350-400 filiali - su 2.100 totali - e il taglio di circa 4.800 dipendenti in Italia e di altri 700 nelle filiali estere.

Domani sarà invece il giorno del piano di Banca Carige (-0,19%), che oggi potrebbe nominare Paolo Fiorentino alla carica di amministratore delegato. Secondo quanto riporta il Sole24Ore l’ammontare dell’aumento di capitale dovrebbe attestarsi sui 500/600 milioni di euro ma il quotidiano scrive anche che “qualcuno ipotizza che possa essere anche superiore, fino a 700-800 milioni.

Oggi ultimo giorno di contrattazione per i diritti (+15,66) dell'aumento di capitale di UBI Banca (+5,06%).

Tra gli altri bancari Unicredit è salita del 3,59% mentre BPER Banca del 4,49%. Ok anche BancoBPM (+2,35%).

 

Ha chiuso in positivo anche Saipem (+0,19%) dopo una giornata difficile e nonostante le ultime flessioni del prezzo del petrolio che a New York è sceso anche fino a 43 dollari al barile. Tra gli titoli legati al greggio hanno recuperato Eni (+0,51%) mentre Tenaris ha perso lo 0,96%.

 

Poco mossa Autogrill (+0,27%). Gli analisti di HSBC hanno iniziato ad occuparsi del titolo con un giudizio "buy" (acquistare) e un target di 13,2 euro.

Tutti gli articoli su: piazza affari Quotazioni: INTESA SANPAOLO UBI BANCA UNICREDIT SAIPEM
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Un reddito uguale per tutti, ricchi e poveri, non soggetto a condizioni o prove. E nemmeno a promesse di impegno lavorativo. E' questo, il reddito di cittadinanza Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »