NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Il FTSEMib guadagna l'1%: brillano FCA e banche

Il FTSEMib guadagna l'1%: brillano FCA e banche

Il titolo del gruppo guidato da Sergio Marchionne ha beneficiato delle ottime performance registrate dai titoli del settore automobilistico. Bene anche Telecom Italia

di Edoardo Fagnani 20 ott 2017 ore 17:42

Piazza Affari ha terminato la settimana con una seduta positiva, mentre Parigi e Francoforte hanno registrato variazioni minime. Oggi è stata giornata di scadenze tecniche; sono arrivati a termine i contratti di opzione sulle azioni e sugli indici datati ottobre 2017: il valore di regolamento del FTSEMib è stato fissato a 22.170 punti. Inoltre, in serata Fitch ha fornito l’aggiornamento del rating sul debito sovrano dell’Italia. Rimbalzo di Fiat Chrysler Automobiles, in scia alle ottime performance registrate dai titoli del settore automobilistico. In forte ripresa anche i bancari e Telecom Italia.

Il FTSEMib ha messo a segno un rialzo dello 0,97% a 22.347 punti (minimo di 22.166 punti, massimo di 22.362 punti), ma ha terminato la settimana con una flessione dello 0,3%. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,9%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,51%) e il FTSE Italia Star (+0,2%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,11 miliardi di euro, rispetto ai 2,69 miliardi di ieri; oggi sono passate di mano 484.085.006 azioni (542.525.512 nella seduta di ieri). Su 379 titoli trattati, 221 hanno terminato la giornata con un rialzo, mentre le performance negative sono state 142; invariate le rimanenti 16 azioni.

L’euro è sceso sotto gli 1,18 dollari.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

andamento-borsa-positivoRimbalzo di Fiat Chrysler Automobiles. Il titolo del gruppo guidato da Sergio Marchionne ha guadagnato l’1,72% a 14,23 euro, in scia alle ottime performance registrate dai titoli del settore automobilistico. Il comparto ha beneficiato degli ottimi dati trimestrali comunicati da Volvo, risultati migliori delle attese degli analisti.

 

In ripresa i bancari.

Spicca il progresso messo a segno da Unicredit; il titolo dell’istituto guidato da Jean Pierre Mustier ha terminato la giornata con un rialzo del 2,87% a 17,22 euro.

Ottima seduta anche per il BancoBPM (+2,34% a 3,144 euro).

Performance positiva per UBI Banca (+1,31% a 4,026 euro). Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 19 ottobre Marshall Wace ha aumentato dal 2,17% al 2,22% la posizione corta sull’istituto.

Molto bene anche Banca Carige. Il titolo dell’istituto ligure ha registrato un progresso del 3,09% a 0,2234 euro.

 

Atlantia ha registrato un frazionale rialzo dello 0,78% a 27,29 euro. Il Sole24Ore ha scritto che l’azionista Caixa si è detta pronta a consegnare il proprio 22,25% del capitale all’offerta promossa dalla concessionaria autostradale su Abertis. L’istituto, anche tenendo conto delle considerazioni industriali del progetto, valuta positivamente l’offerta e “l’intenzione, ad oggi, è di accettare l’offerta con tutte le sue azioni aderendo all’opzione dello scambio”, anche se auspica un incremento del prezzo offerto.

 

Ottima giornata per Telecom Italia (+0,92% a 0,7685 euro). Secondo quanto scritto su il Sole24Ore Vivendi potrebbe depositare al Tar del Lazio un ricorso contro il decreto sul golden power approvato dal governo. La Repubblica, invece, ha segnalato che il consiglio di amministrazione di Telecom Italia dovrebbe dare il via libera alla joint-venture con Canal Plus, che sarà focalizzata sui contenuti.

 

Chiusura positiva per Saipem (+0,54% a 3,338 euro). Il gruppo russo Rosnef ha siglato un accordo strategico di cooperazione con l’azienda italiana, per rafforzare la collaborazione tra i due gruppi in diverse aree. Intanto, gli analisti di Mediobanca hanno tagliato da 4,5 euro a 3,9 euro il prezzo obiettivo sulla società di ingegneristica, ipotizzando un calo dei ricavi e della redditività nel 2018, in conseguenza all’andamento della raccolta ordini. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”. Inoltre, dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 19 ottobre Marshall Wace ha ridotto lo "short" su Saipem, portandolo dall'1,26% all'1,13%.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »